Trasferimento per docente con precedenza: il movimento viene disposto con priorità a prescindere dal punteggio

Doriana – Sono un’insegnante di ed. fisica di Roma, di ruolo da 30 anni che ha fatto regolare domanda di trasferimento. Avrei bisogno se possibile di un chiarimento relativo alla domanda di trasferimento che ho presentato quest’anno. Non ho ottenuto il trasferimento richiesto, nonostante i punti che ho (216), nelle scuole da me richieste, in quanto è stato  assegnato a due colleghi con rispettivamente 60 e 86 punti. Il bollettino dei trasferimenti riportava a fianco al loro nome, precedenza come da CCNI. Mi chiedo ma con molti punti più di loro è normale che mi passino avanti? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Doriana,

i docenti beneficiari di una delle precedenze previste nell’art.13 del CCNI sulla Mobilità 2017/18, hanno diritto ad essere soddisfatti prima nella richiesta di trasferimento, rispetto ai docenti senza precedenze.

La precedenza determina per loro una priorità nella valutazione della domanda di trasferimento a prescindere dal punteggio.

Quanto si è verificato, quindi, è regolare, malgrado tu abbia un punteggio decisamente superiore al loro, ma non hai diritto ad alcuna precedenza

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads