Assegnazione provvisoria: per ogni domanda si valuta solo una precedenza

Valeria – In merito alla domanda di Assegnazione provvisoria interprovinciale, ho un dubbio riguardante l’indicazione o meno di tutte le precedenze spettanti nella sezione D. Io per il momento ho indicato solamente la prima precedenza spettante e non quelle successive relative per esempio ai figli minori. Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Valeria,

nella mobilità annuale, così come per la mobilità territoriale, è possibile valutare una sola precedenza.

La valutazione delle precedenze, per la domanda di assegnazione provvisoria,  seguirà l’ordine di priorità con il quale sono inserite nell’art.8 del CCNI, come esplicitamente indicato nel comma 1.

Il docente, come te, che possiede più di una precedenza dovrà e potrà usufruire solo di una e, pertanto, ti consiglio di indicare nella sezione D quella che viene valutata prioritariamente rispetto alle altre.

I figli minori, a prescindere dalla precedenza che ti possono dare per il movimento, ti garantiscono comunque il punteggio e cioè 4 punti per figlio di età inferiore ai sei anni e 3 punti per figlio di età compresa tra sei e diciotto anni

 

Posted on by nella categoria Senza categoria
Versione stampabile
ads ads