Trasferimento su COI o COE: quali sono i criteri che vengono seguiti nell’attribuzione della cattedra?

P.P. –  Ho presentato domanda di mobilità per le scuole secondarie di secondo grado accolta, ma secondo me l’assegnazione della sede è stata effettuata a mio danno. Avevo inserito tre sedi: 1) Liceo Scientifico comune X; 2) Liceo Umanistico comune X; 3) Liceo Classico comune X. Con opzione anche per COE. Mi è stata attribuita una COE al Liceo Scientifico comune X pur avendo 215 punti, mentre ad una collega è stata attribuita una COI al Liceo Classico con solo 126 punti.

Ho fatto ricorso all’USR richiamando l’art.11 comma 6 del CCNI. Mi si è risposto che l’assegnazione viene effettuata senza distinguere COI con COE, ma solo seguendo l’ordine delle sede descritte. Potete darmi cortesemente un parere su tale situazione, in maniera che possa tutelarmi nei modi e nei tempi previsti dalla normativa. Cordiali saluti.

Giovanna Onnis – Gentilissimo P.P.,

il trasferimento da te ottenuto è corretto e non avevi, quindi, nessuna motivazione per presentare ricorso.

Avendo indicato nella tua domanda la volontà di essere trasferito anche su COE, il sistema ha valutato per ogni preferenza espressa la disponibilità di cattedre, prima COI e dopo COE, passando alla preferenza successiva soltanto in assenza di disponibilità per le due tipologie di cattedre.

Sei stato, quindi, trasferito nella prima preferenza espressa dove sicuramente non c’era disponibilità di COI e sei stato assegnato alla COE vacante anche se nella terza preferenza risultava disponibile una COI che è stata assegnata ad altro docente.

Il fatto che questo docente abbia un punteggio inferiore al tuo non è determinante in quanto tu sei stato soddisfatto nella prima preferenza espressa nella domanda per una tipologia di cattedra da te richiesta.

Quanto detto è esattamente in sintonia con l’art.11 comma 6 del CCNI da te citato:

Per la scuola secondaria di primo e di secondo grado, le modalità di assegnazione delle cattedre, sia nei movimenti a domanda sia nei trasferimenti d’ufficio, sono le seguenti:

a) le cattedre interne;

b) le cattedre esterne con completamento nello stesso ambito

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads