Graduatorie di istituto: quanto vale il dottorato di ricerca

Emmanuele – Avrei una domanda riguardo i punteggi da attribuire alle graduatorie di III fascia seguendo i criteri della cosiddetta tabella B. Nella domanda 2014, ho riportato che sono risultato vincitore del concorso pubblico per titoli ed esame che da accesso al dottorato di ricerca. Secondo la tabella B, il solo superamento di tale concorso da diritto a qualche punto, anche se non si è ancora conseguito il titolo.
Il titolo di dottore di ricerca l’ho conseguito nel 2016 e dunque ho riportato tale titolo nella  domanda di III fascia del 2017.
Se ho interpretato correttamente le normative, mi dovrebbero essere riconosciuti 3 punti dalla domanda 2014 (superamento concorso) e 12 punti nella domanda 2017 (possesso titolo dottore di ricerca). La segreteria della scuola presso cui ho consegnato la domanda sostiene che in questo modo mi verrebbe riconosciuta  due volte la stessa cosa, e quindi mi spettano solo 12 punti del conseguimento titolo, e non invece 3+12=15 punti.
Chi ha ragione?
Grazie mille! Distinti saluti

risposta – gent.mo Emmanuele, ha ragione la segreteria. A noi non risulta che il superamento del concorso per l’accesso al concorso per dottorato di ricerca dia punteggio (già è sbagliato se glielo hanno attribuito nel 2014), in quanto quando la tabella B di valutazione dei titoli alla lettera B parla di ” superamento di altri concorsi, per titoli ed esami o altri esami anche a fini abilitativi” fa specificatamente riferimento ai concorsi per la scuola, in quanto continua “per altre classi di concorso o altri posti”.

Il dottorato di ricerca non fa parte di quest’ultima categoria, in quanto non è un concorso per l’accesso ad una classe di concorso. Ne deriva che il superamento del concorso per accedere al dottorato non vale punteggio.

Vale solo il dottorato, a titolo conseguito, 12 punti. Come chiaramente indicato dal punto C punto 1)

Posted on by nella categoria Graduatorie di Istituto (docenti precari)
Versione stampabile
ads ads