Permesso per matrimonio docente a tempo determinato. Chiarimenti

Daniela Maria  – volevo chiedere un’informazione in merito al congedo matrimoniale, io sono stata convocata per svolgere supplenza in Storia dell’Arte dal 25/09/2017 al 30/06/2017, ma mi sposerò il 09/10/2017 volevo chiedere se potevo godere del congedo matrimoniale. E se qualora la risposta fosse si, i quindici giorni di congedo sarebbero consecutivi o devo escludere sabato e domenica? Certa di una Vostra risposta Vi porgo cordiali saluti.

L’aspettativa relativa all’art 59 non riduce i periodi di aspettativa per motivi di famiglia

Scuola – Buongiorno, avremmo un quesito da porvi in merito all’aspettativa art. 18 e art. 59. Un dipendente  A.T. a T.I. usufruisce alternativamente delle due aspettative citate, per periodi di problematiche familiari (art. 18) e  di nomine come docente supplente al 30/06(art. 59). Il nostro dubbio, non essendoci una differenziazione nel programma gestionale per le due tipologie è il seguente: I periodi usufruiti per queste due tipologie di aspettativa si cumulano? Attendiamo fiduciosi una risposta. Cordiali saluti.

Non si può lasciare una supplenza al 30/6 per altra supplenza al 30/6.

Scuola – Salve sono un’assistente amministrativo di ruolo, una docente ha accettato da noi 9 ore di sostegno nella scuola sec. di I grado fino al 30/06/2018 , era una cattedra intera, ma un docente prima di lei ha accettato 9 ore e quindi lei ha dovuto accettare il restante, ha avuto un’altra convocazione in un’altra scuola, la cattedra è di 18 ore fino al 30/06/2018 può lasciare la nostra supplenza per prendere l’altra o deve completare l’orario?

Assegnazione provvisoria dopo passaggio di ruolo: si può chiedere solo nel nuovo grado di titolarità

Mariella – Sono un’insegnante di ruolo di scuola Primaria. Vorrei fare domanda di passaggio di ruolo alla Secondaria I grado, sempre nello stesso comune di titolarità, dove ho più possibilità di ottenerlo. Vorrei sapere se è possibile, una volta ottenuto il passaggio di ruolo, fare domanda di assegnazione provvisoria lo stesso anno.

Supplenze da Graduatorie di istituto: assenza equivale a rinuncia, se spetta l’incarico

Rosa – Non ho ben capito se ci sono conseguenze nel non presentarsi ad una convocazione…non prenderò l’incarico, questo è ovvio, ma rischio che la mia assenza venga registrata come rifiuto portandomi conseguenze? O semplicemente scorrono la graduatoria senza conseguenze per gli assenti? Grazie

Documentazione permessi 104/92 e richieste (illegittime) della scuola. Chiarimenti.

Docente – Salve sono un’insegnante a tempo indeterminato di scuola primaria. Ho già usufruito lo scorso anno dei permessi di tre gg riconosciuti dalla L. 104/92 art.33 comma 3 per mio padre. Quest’anno sono in utilizzazione presso un’altra scuola. In segreteria mi hanno detto che per usufruire dei permessi anche quest’anno devo compilare una nuova domanda indirizzata al Preside della nuova scuola. Nel prestampato della domanda mi si richiedono, tra l’altro, alcune dichiarazioni : “la sottoscritta assiste con continuità ed in via esclusiva il familiare disabile” ;” dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà del soggetto disabile con l’indicazione della persona da cui intende essere assistita”. Inoltre la segretaria mi informa che ognuno dei miei due fratelli (che non fruiscono dei 3gg di permesso) deve rilasciare una dichiarazione firmata nella quale si attesta che sono impossibilitati ad assistere mio padre. Vi risulta che queste richieste siano conformi alla normativa vigente in materia? Vi ringrazio.

Bonus 500 euro: è disponibile la somma erogata per 2017/18 mentre la somma non spesa dello scorso anno sarà caricata entro ottobre

Edoardo – In una nota di Orizzonte Scuola, avevo letto, probabilmente male interpretando il testo, che la parte rimanente del bonus docente non spesa entro il 31 agosto, sarebbe stata ricaricata con il nuovo bonus, dal 14 settembre.Avevo inteso che la parte rimanente sarebbe stata sommata ai 500 euro erogati con il nuovo anno scolastico. Però ad un controllo sulla piattaforma, il mio buono è stato caricato dei nuovi 500 euro, senza però la parte residua dello scorso anno.

Interdizione per gravi complicanze e contratto di supplenza. Chiarimenti.

Stefania  – Buonasera, avrei necessità abbastanza urgente di un chiarimento: in data odierna (18/09/2017) ho preso servizio presso un Istituto scolastico (sostegno fino al 30/06) ed ho compilato e firmato tutta la documentazione richiesta TRANNE IL CONTRATTO.  Dal momento che sono ai primi mesi di gravidanza e dovendo viaggiare per raggiungere i plessi scolastici, nel pomeriggio ho voluto sentire il parere della mia ginecologa, la quale mi ha caldamente consigliato assoluto e immediato riposo, per svariati motivi legati alla mia personale situazione, pertanto mi ha rilasciato un foglio in cui palesa la necessità che io stia da subito a casa poiché la mia gravidanza è a rischio.  Ora, la domanda è questa: avvisando domani in segreteria della mia impossibilità a proseguire con l’incarico, rischio il licenziamento (perdendo quindi diritti e tutele delle maternità) per il fatto di non aver ancora firmato un contratto , oppure posso stare tranquilla? Attendo al più presto Vostre notizie. Grazie per l’attenzione. Cordiali saluti,

Art. 36 personale docente. Il dirigente non può negare la possibilità di svolgere la supplenza

Cristina  – Buongiorno, sono una docente di ruolo di scuola primaria. Quest’anno con l’aggiornamento delle Graduatorie d’Istituto ho raggiunto le prime posizioni in terza fascia nella scuola superiore di secondo grado. Vorrei accettare una supplenza annuale al 30/06 o al 31/08 avvalendomi l’art 36 del CCNL/2007. Le lezioni sono già iniziate e le richieste di supplenza incalzano. La DS della mia scuola potrebbe opporsi a questa scelta, vorrei sapere quali sono le modalità  per lasciare il mio incarico e per accettare la supplenza senza correre rischi disciplinari. Ringrazio per la disponibilità. Cordialmente.

Il padre può fruire della malattia bambino se la madre è in congedo di maternità?

Dirigente scolastico – un collaboratore scolastico chiede congedo parentale malattia figlio 1-3 anni per  il  figlio nato il 24/07/2017 la moglie assistente amministrativa è in astensione obbligatoria per puerperio per lo stesso figlio  queste assenze sono compatibili? come viene retribuito il congedo parentale per malattia figlio? Si ringrazia per la collaborazione e si chiede per cortesia una risposta urgente.

Docente trasferito nel corrente anno scolastico: l’anno prossimo può chiedere di nuovo trasferimento per ritornare nella scuola di precedente titolarità?

Anna – Sono una docente di ruolo di scuola di secondo grado che aveva il posto di titolarità  su scuola. Quest’anno ho fatto domanda di trasferimento in un’ altra scuola e l’ho ottenuto come titolare su scuola. Volevo sapere se l’ anno prossimo potrei far domanda di ritornare nella scuola di precedente titolarità. Quali sono i rischi e le conseguenze? Grazie

Trasferimento da posto comune a sostegno: chiarimenti su anno di prova e sequenza operativa

Monia – Sono stata assunta con la legge 107 del 2015 il primo dicembre 2015 classe di concorso A046 Diritto ed Economia. Dopo l’anno di prova ho avuto l’assegnazione nel comune X. Io risiedo in una provincia diversa. Ho conseguito l’abilitazione sul sostegno e l’anno scolastico 2016/2017 ho ottenuto l’assegnazione provvisoria sul sostegno nella mia provincia di residenza. Quest’anno 2017/2018 non ho ottenuto il trasferimento né assegnazione provvisoria su posto comune o di sostegno per cui sono rimasta nel comune di titolarità con la mai cattedra di Diritto.

Congedo biennale per suocera. Chiarimenti

Loretta – Convivo insieme a mio marito e mia suocera che è in situazione di Handicap comma 3, della legge 5 febbraio 1992 , n. 104. Mio marito è un medico parasubordinato in un’altra provincia e spesso ha i turni notturni e diurni, quindi fisicamente non è a casa per poter assistere mia suocera. il decreto legislativo 151 /2011 art. 4 parla di mancanza, decesso o gravi patologie invalidanti.  Posso usufruire io  del congedo biennale per mia suocera considerato che mio marito non può assisterla in quanto manca da casa per giorni? Che  tipo di  dichiarazione deve fare mio marito?  Vi ringrazio in anticipo e porgo distinti saluti Grazie.

Congedo parentale e allattamento. Chiarimenti

Marta – docente scuola dell’infanzia, tempo determinato.  Ho firmato oggi, 15 settembre, un contratto fino al 30 giugno. Se non vado errata posso chiedere 180 giorni di aspettativa per il mio bambino che ha 6 mesi. Di questi 180 giorni: per i primi 30 avrò lo stipendio completo, per i restanti lo stipendio sarà decurtato e riceveròil 30%.  La data di fine aspettativa va comunicata subito o si può lasciare aperta?  Si può prolungare dando il preavviso dei 5 giorni (esempio: chiederla fino a gennaio e poi prima che scada prolungarla fino a febbraio)? Se viene interrotta e si rientra in servizio, è garantita la continuità della supplente? Si può interrompere e riprendere senza limiti precisi?   Per quanto riguarda i permessi per l’allattamento, so che si possono avere fino al compimento dell’anno di età del bambino, ma come funziona esattamente? Ogni giorno della settimana posso fare un’ora in meno di lavoro (perché sono meno di 6 ore al giorno)? Questa ora viene coperta da una supplente?  Si possono decidere i giorni e magari fare l’ora in meno solo 2 volte a settimana?  In quale momento del giorno fare l’ora di riposo viene decisa dal docente o dalla scuola (può essere a metà giornata o semplicemente si esce prima da lavoro)?  Grazie

Parto fortemente prematuro. Calcolo congedo di maternità. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Gentile Redazione, le pongo un quesito su cui ci sono varie ipotesi discordanti. Una docente nell’A.S. 2016/17 ha avuto un contratto a t. determinato, fino al 30/06/2017. Entra in interdizione per gravidanza a rischio, attestato da un certificato della  Asl ,dal 20/06/2017 al 28/09/2017.data presunta del parto: 29/11/2017. La docente partorisce il 20/08/2017, praticamente più di 3 mesi prima, e l’ 01/09/2017 ha un contratto a t. indeterminato. La mia domanda è: la docente l’1/09/2017 è in astensione obbligatoria? Si parte dalla data del parto, 20/08/2017, e si contano tre mesi fino al 20/11/2017? A questi si aggiungono i giorni che vanno dalla data presunta del parto a quella effettiva, astensione obbligatoria pre parto, che non ha goduto?( 80gg astensione obbligatoria post parto + 98 gg preparto), oppure non ha diritto all’astensione obbligatoria preparto, in quanto al momento del parto non era coperta da contratto, ma da indennità dimaternità? Non so se sono riuscita a spiegare il caso, vi sarei molto grata se mi chiarite questo dubbio. cordiali saluti.

Cattedra libera al 30/6. E’ Possibile lasciare lo spezzone? Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno gentili esperti, in merito a quanto indicato in oggetto vi chiedo con urgenza un chiarimento relativo alla seguente situazione: Una maestra ha preso dalla GAE un incarico su posto comune per 12 ore settimanali al 30-06-2018  poiché non c’erano più posti interi. Ieri si è liberato nella mia scuola un posto per 24 ore settimanali al 30-06-2018 a seguito di assegnazione provvisoria. 1)  devo proporle il posto 2)  Può chiedere il completamento? Rimango in attesa di riscontro . Grazie per la collaborazione.

Modificare una ricostruzione di carriera

Raffaella  – Buongiorno, sono, una ex insegnante in pensione dal 01/09/ 2015 (ruolo dal 10/9/1984).   Vorrei sapere se un computo di 29 giorni, relativo all’anno 1997, chiesto nel 2007 e ottenuto nel 2009 ,ai fini del trattamento di quiescenza , può modificare una ricostruzione di carriera che nel 2006 ha avuto una interruzione di 27 giorni per motivi di famiglia. Ringrazio

Pensione a decorrere dal 2012

Licia  – sono una docente di scuola media e il prossimo anno dovrei andare in pensione. Mi è stato detto che il calcolo sarà con il sistema contributivo e retributivo. Sono stata immessa in ruolo nel 1984 con 5 anni di pre-ruolo ed ho richiesto il riscatto laurea nel 1991 pertanto nel dicembre del 1995 avevo già maturato i 18 anni. Mi chiedo come mai sarà applicato il sistema misto? Grazie

Requisiti pensionistici

Gabriella   – Sono nata nel 1960 e sono passata di ruolo nel 1983 nella scuola primaria, quindi quest”anno scolastico sarà il mio trentacinquesimo, non ho preruolo nel mondo della scuola ma sette mesi come dattilografa in uffici pubblici; in base alle nuove normative quando potrò andare in pensione considerando anche che godo della 104 per mamma disabile, il coniuge invalido e due figli a carico? La ringrazio per l’attenzione che vorrà accordarmi e la saluto cordialmente.