Fase comunale e provinciale. Differenze

Katia – Buongiorno, Sono una maestra di scuola dell’infanzia  (posto comune) assunta nell’anno scolastico 2014-15. Vorrei essere sicura di aver capito bene le fasi del trasferimento, per valutare al meglio come presentare la mia domanda di mobilità. Lavoro nel comune A e vorrei trasferirmi nel comune B o, in subordine, in altra sede del comune A. Presentando la mia domanda in questo modo, non partecipo alla fase detta comunale, ma solo a quella provinciale, insieme ai nuovi assunti delle fasi 0 e A. Se invece esprimo prima le preferenze per il comune A, in cui già lavoro, partecipo alla fase provinciale solo se non ottengo il trasferimento nella fase comunale? O nel momento in cui esprimo preferenza per il comune B, partecipo comunque solo in fase provinciale, indipendentemente dall’ordine delle mie preferenze?  Grazie.

Graduatoria interna e ricongiungimento al coniuge

Assistente Amministrativa – Salve sono un assistente amministrativo passato di ruolo il 01/09/2014 ho fatto normale domanda di trasferimento (interprovinciale) e ho chiesto il ricongiungimento al coniuge, sono stato trasferito no nel comune di ricongiungimento perché non c’era posto ma 3 km da casa.  La mia domanda è la seguente nel compilare la domanda per la graduatoria interna lo devo mettere il punteggio del ricongiungimento al coniuge anche se non mi trovo nel comune dove risiedo solo per quest’anno.  Ringrazio anticipatamente.

Fascia stipendiale in godimento

Francesco  – Desidererei sapere, più o meno, a quanto ammontano gli arretrati per la ricostruzione di carriera considerando che i primi 4 anni riconosciuti per intero e gli altri per i 3/4. Facendo conteggio di cui sopra, ho diritto a 21 anni tra pre-ruolo e ruolo. Quanto dovrei ricevere di arretrati? Grazie.

Decreto di ricostruzione della carriera

Cristiana –   salve, sono un ‘insegnante di scuola superiore di II grado, in ruolo dal 1 settembre 2005. Ho richiesto e avuto la ricostruzione di carriera dalla scuola dove ho prestato servizio per più anni consecutivi,- anno di prova incluso -.Ho smarrito la  mia copia della ricostruzione di carriera: la domanda è. come posso fare per averne una copia? a chi mi devo rivolgere? grazie per la cortesia cordiali saluti

Servizio prestato nelle scuole paritarie

DSGA –  Gent.mi colleghi, siamo alle prese con una ricostruzione di carriera di una docente che ha prestato servizio a tempo determinato presso un liceo Linguistico Comunale dal 1994 al 2005 . Dal certificato presente agli atti risulta che il suddetto Liceo ottenne il riconoscimento di scuola PARITARIA dal 2000/2001. Nell’intestazione è riportato anche il D.M. 29/12/2000. Calcolando il decreto di ricostruzione i servizi summenzionati risultano non riconoscibili. Facendo riferimento alla circolare MEF n. 69064 del 04/08/2010, da Voi richiamata in un chiarimento relativo ai servizi utili, nel quale testualmente recitate: “il servizio svolto nelle scuole paritarie comunali elementari non statali destinatarie della parità in virtù della L.62/2000 sono validi ai fini della ricostruzione di carriera”, ci chiediamo se sia possibile un parallelismo per i servizi prestati nelle scuole superiori comunali, trattandosi di docente di scuola superiore. Si ringrazia per la cortese collaborazione. Cordiali saluti

Totalizzazione e ricongiunzione

Laura Raffaella  – Buonasera, vi seguo da un po’ di tempo e, sono a scrivervi per avere chiarimenti per la mia situazione che espongo di seguito. Dal 1 settembre 2012 sono entrata di ruolo d’ufficio nella scuola dell’infanzia dopo aver superato il concorso del 1999 e, in quello stesso anno ho effettuato l’anno di prova svolgendo l’esame finale in data 29 giugno ’13.Durante i 12 anni precedenti NON ho mai lavorato nella scuola ma, solo nel privato e, ora mi trovo ora a voler far la ricongiunzione ai fini pensionistici statali dei miei 19 anni e 4 mesi svolti prima del 1/9/’12.Potrei cortesemente ricevere indicazioni sulla documentazione da presentare????I documenti che devo avere in mio possesso per presentare tale richiesta???? Ringrazio anticipatamente e, attendo cortesemente vostre indicazioni.

Ricongiunzione dei periodi assicurativi dei lavoratori pubblici

Margherita  – Salve, vi scrivo in quanto dopo verifica della mia contribuzione, avrei bisogno di qualche chiarimento. Sono nata il 15/2/1959 e al 31 dicembre 2015 ho 34 anni,7 mesi e 4 giorni di anzianità(compreso il riscatto universitario ). 1) Quando potrei accedere alla pensione? 2) Ho due anni di pre-ruolo che risultano da supplenze saltuarie degli anni 1983- 1984-85-86. Potrei riscattare i periodi di questi anni non coperti da contribuzione ? (mi è stato detto che avrei dovuto chiedere la disoccupazione ,cosa purtroppo che non ho fatto!) 3) Per accedere prima alla pensione è possibile pagare dei contributi volontari ? Sarebbe molto oneroso? 4) La richiesta di un eventuale part-time quanto inciderebbe sull’ammontare della pensione ? Grazie

Prima possibilità di pensionamento per le donne

Nicoletta  – Salve! La mia  situazione è la seguente: Nata il 9/3/57= 59 anni Contributi riscattati dal 15/5/78 = 38 anni Sommando età e anni contributivi, al 15/5/2016 credo che arriverei a 59+38=97 C’è qualche possibilità che venga reintrodotta la ‘quota 96’ e che io possa rientrarci? Credo che in caso contrario potrei uscire solo dopo il 2020, con gli adattamenti ancora non calcolabili… Grazie del vostro servizio prezioso

Pensione secondo i requisiti di vecchiaia

Laura  – Salve,sono una docente di scuola primaria nata il 23/02/1951 la mia anzianità di servizio al 31/12/2015 era di36 anni e 4 mesi ,non volendo andare in pensione anticipata desidererei sapere se nel 2017 con 66 anni e 6 mesi (al 31/08/2017)verrò messa in pensione d’ufficio o , non avendo maturato  66 anni e 7  mesi previsti dalla normativa ,dovrò restare in servizio un altro anno fino al 31/08/2018.grazie

Viaggi di istruzione e compenso per il docente accompagnatore

Veronica – Buongiorno, scrivo per sapere qual è il decreto legislativo preciso che determina il compenso dei docenti in gita scolastica. Ad esempio: un docente sarebbe in servizio 4 ore dal mattino, ma porta gli alunni in gita per 10 ore, viene pagato per le due 4 ore di servizio o le 10 ore effettive? Chiedo il riferimento alla circolare ministeriale specifica e se questo vale anche per la formazione professionale. Cordialmente.

Esclusione graduatoria interna e facoltà di presentazione domanda per esami. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, una docente di ruolo nella mia scuola usufruisce della legge 104 per il familiare che risiede in altro comune diverso dalla scuola di servizio e residenza e non presenta domanda di trasferimento 2016/2017: DOMANDA: la docente deve essere inserita nelle grad. interne d’istituto e in fondo alla graduatoria medesima in quanto arrivata da trasferimento 2015/2016? DOMANDA: se usufruisce della legge 104 sopra indicata ha la facoltà o l’obbligo di presentazione del MOD.ES1 come commissario esterno? Grazie per l’attenzione dalla segreteria dell’Istituto.

Supplenza ATA e come docente nello stesso anno scolastico. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, vorrei porle un quesito:  può un collaboratore scolastico incaricato al 30/06 accettare una supplenza breve come docente? Dal regolamento delle supplenze ATA io leggo che l’abbandono della supplenza comporta l’impossibilità a qualsiasi tipo di supplenza (ma solo  ATA oppure anche docente?), mentre le istruzioni per le supplenze all’art. 2 (ATA) parlano della possibilità di lasciare l’incarico ATA per poter assumere altro incarico annuale per altro profilo professionale (ma è riferito sempre all’ambito ATA?). L’aspirante, non riceve già una sanzione per il fatto che non può più accettare supplenze ATA? ATA e docente, non sono due graduatorie completamente differenti? Grazie mille.

Precedenza per la sorella che assiste il fratello disabile. Criteri.

Paola – Gentilissimi, Sono in ruolo dal 2002 e nella secondaria di primo grado dal 2012 per passaggio di ruolo. Ho necessità di trasferirmi nella prossima mobilità in altra provincia per assistere mio fratello, con L. 104 art. 3 comma 3, del quale sono unica parente in vita, convivente e tutore legale. I requisiti che ho esposto mi danno diritto a precedenza? E su scuola o su ambito? Ringrazio e cordialmente saluto.

Assenza per malattia del figlio di età non superiore ai 3 anni. Chiarimenti per la scuola

Scuola – nel caricare la richiesta di un’insegnante per  assenza  malattia del figlio di età inferiore ai tre anni, mi si presentano due codici: B019 – congedo per la malattia del figlio di età non superiore a tre anni, PE09 – assenza retribuita per la malattia del figlio di età non superiore a tre anni. Quale devo caricare e che differenza c’è?

Graduatoria interna e calcolo punteggio anni svolti in altro ruolo

Docente – Salve, gentilmente, potrei sapere, in base a quanto c’è scritto in questa nota, se il mio servizio di ruolo, prestato nelle scuole medie con A043 deve essere valutato per intero pur avendo io fatto il passaggio sulla A050? Grazie, vi prego di rispondermi, in quanto è fondamentale per me, ai fini della graduatoria interna.Grazie ancora per la vostra disponibilità. si precisa che gli anni di servizio di ruolo prestati nella scuola dell’infanzia si valutano per intero, cioè 3 punti ogni anno, nella scuola primaria. Vale la stessa cosa per il viceversa, cioè per il servizio di ruolo prestato alla primaria quando si è titolari all’infanzia. Mentre il servizio di ruolo prestato sia all’infanzia cha alla primaria si sommano al pre-ruolo e si valutano come pre-ruolo, cioè i primi quattro anni 3 punti e i successivi 2 punti, quando viene valutato nella scuola secondaria sia di primo che di secondo grado. Gli anni di un precedente servizio di ruolo prestato nella scuola secondaria di primo grado si valutano per intero, sempre ai sensi della presente voce, nella scuola secondaria di secondo grado (e viceversa), mentre si sommano agli anni di pre-ruolo e si valutano come pre-ruolo, quindi con il solito meccanismo che vede i primi 4 anni valutati per intero, cioè 3 punti, mentre il periodo eccedente i 4 anni è valutato per i 2/3, se attualmente si è titolari nella scuola primaria o nella scuola dell’infanzia.

Graduatoria interna di istituto: l’assistenza al suocero non dà diritto all’esclusione

Assistente amm.va  – presso un Liceo di x, vorrei un chiarimento sulla L. 104. Da circa 5 anni ho in casa con me i due miei suoceri, (89 e 94 anni) usufruisco del beneficio dei tre giorni  per assistenza solo per mio suocero e mio marito (docente) per mia suocera. Si presenta  questo anno nella mia  scuola, l’ipotesi di riduzione di personale ata ed io dovrei essere l’ultima nella graduatoria della mia scuola. Poichè i posti  nelle scuole di  Altamura non ce ne sono dovrei farmi 45 km per raggiungere Bari. Ci chiediamo,  io e mio marito, se  inserendo i miei suoceri nel nostro nucleo familiare con atto registrato al comune , io possa usufruire dell’esclusione dalla graduatoria interna. Mi date un consiglio come possiamo fare visto che il peso dell’assistenza grava soprattutto su me donna/mamma/moglie. grazie e buon lavoro.

Congedo parentale: Periodo complessivo e periodo retribuito. Chiarimenti per la scuola

Scuola – congedo parentale figli 1-12 anni entrambi i genitori.  buongiorno sono un’assistente amministrativo, ho una domanda da porle! volevo chiederle un chiarimento in merito al congedo parentale. entrambi i genitori hanno usufruito del congedo parentale. il marito ha usufruito i primi 30 giorni al 100% . alla moglie spettano 6 mesi al 30% o 5 mesi al 30% e un mese allo 0%? distinti saluti  grazie  dell’attenzione.

Computo del sabato e della domenica intervallati da assenze diverse. Chiarimenti per la scuola

Scuola – salve sono un AA e avrei bisogno di un chiarimento una docente è state assente dal lunedi 15 febbraio venerdì 19 febbraio per malattia ( la scuola il sabato è chiusa) oggi Lunedì 29 febbraio si è assentata per malattia del bambino inferiore agli anni 3 . La docente deve coprire il sabato e la domenica intercorsa tra le due assenze? la ringrazio in anticipo.

Chi è il perdente posto del prossimo anno?

Maria  – Chi è il perdente posto del prossimo anno, a causa di una diminuzione delle iscrizioni? – chi è stato trasferito nel 2014/2015 dopo l’anno di prova. oppure  – chi si è trasferito volontariamente da altra scuola nell’a.s.in corso 2015/2016 ? In attesa di risposta anticipatamente ringrazio, cordiali saluti .

Congedo biennale. La convivenza con il disabile è requisito inderogabile. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, sono una Vostra lettrice, attualmente sono impiegata presso il CPIA di X come assistente amministrativa. Ho da porVi un quesito riguardo all’art. 42 della legge 104/92. Un dipendente di una scuola, titolare come accompagnatore per assistenza disabile legge 104 per un fratello, può usufruire dell’aspettativa relativa all’articolo 42, non avendo il fratello convivente in casa ed avendo anche una residenza diversa? Ovvero, tra la residenza e domiciliazione dell’uno e residenza e domiciliazione dell’altro esiste una distanza di un centinaio di chilometri. Per noi si è presentato un caso del genere e prima di poter concedere un tale diritto, vista la normativa al riguardo ed essendoci dei forti dubbi, vogliamo avere la certezza di non commettere errori. Vi ringrazio anticipatamente per la risposta che gentilmente mi Vorreste dare, colgo l’occasione per porgere cordiali.

Continuità e domanda condizionata. Chiarimenti

Cristiana – Nell’anno scolastico 2014-2015 sono risultata perdente posto e, dovendo chiedere il trasferimento, ho presentato domanda condizionata (ossia con diritto di precedenza al riassorbimento) per l’istituto tecnico che, pur avendo un codice meccanografico diverso da quello di provenienza (e quindi un organico separato) ha tuttavia lo stesso dirigente. Quest’anno si creeranno, in seguito ad un pensionamento, le condizioni per il riassorbimento nell’istituto di provenienza. Vorrei sapere se, nel caso decidessi di rimanere dove sono, perderei il punteggio di continuità accumulato in 10 anni di servizio. Grazie.