Supplenza ATA e come docente nello stesso anno scolastico. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, vorrei porle un quesito:  può un collaboratore scolastico incaricato al 30/06 accettare una supplenza breve come docente? Dal regolamento delle supplenze ATA io leggo che l’abbandono della supplenza comporta l’impossibilità a qualsiasi tipo di supplenza (ma solo  ATA oppure anche docente?), mentre le istruzioni per le supplenze all’art. 2 (ATA) parlano della possibilità di lasciare l’incarico ATA per poter assumere altro incarico annuale per altro profilo professionale (ma è riferito sempre all’ambito ATA?). L’aspirante, non riceve già una sanzione per il fatto che non può più accettare supplenze ATA? ATA e docente, non sono due graduatorie completamente differenti? Grazie mille.

Precedenza per la sorella che assiste il fratello disabile. Criteri.

Paola – Gentilissimi, Sono in ruolo dal 2002 e nella secondaria di primo grado dal 2012 per passaggio di ruolo. Ho necessità di trasferirmi nella prossima mobilità in altra provincia per assistere mio fratello, con L. 104 art. 3 comma 3, del quale sono unica parente in vita, convivente e tutore legale. I requisiti che ho esposto mi danno diritto a precedenza? E su scuola o su ambito? Ringrazio e cordialmente saluto.

Assenza per malattia del figlio di età non superiore ai 3 anni. Chiarimenti per la scuola

Scuola – nel caricare la richiesta di un’insegnante per  assenza  malattia del figlio di età inferiore ai tre anni, mi si presentano due codici: B019 – congedo per la malattia del figlio di età non superiore a tre anni, PE09 – assenza retribuita per la malattia del figlio di età non superiore a tre anni. Quale devo caricare e che differenza c’è?

Graduatoria interna e calcolo punteggio anni svolti in altro ruolo

Docente – Salve, gentilmente, potrei sapere, in base a quanto c’è scritto in questa nota, se il mio servizio di ruolo, prestato nelle scuole medie con A043 deve essere valutato per intero pur avendo io fatto il passaggio sulla A050? Grazie, vi prego di rispondermi, in quanto è fondamentale per me, ai fini della graduatoria interna.Grazie ancora per la vostra disponibilità. si precisa che gli anni di servizio di ruolo prestati nella scuola dell’infanzia si valutano per intero, cioè 3 punti ogni anno, nella scuola primaria. Vale la stessa cosa per il viceversa, cioè per il servizio di ruolo prestato alla primaria quando si è titolari all’infanzia. Mentre il servizio di ruolo prestato sia all’infanzia cha alla primaria si sommano al pre-ruolo e si valutano come pre-ruolo, cioè i primi quattro anni 3 punti e i successivi 2 punti, quando viene valutato nella scuola secondaria sia di primo che di secondo grado. Gli anni di un precedente servizio di ruolo prestato nella scuola secondaria di primo grado si valutano per intero, sempre ai sensi della presente voce, nella scuola secondaria di secondo grado (e viceversa), mentre si sommano agli anni di pre-ruolo e si valutano come pre-ruolo, quindi con il solito meccanismo che vede i primi 4 anni valutati per intero, cioè 3 punti, mentre il periodo eccedente i 4 anni è valutato per i 2/3, se attualmente si è titolari nella scuola primaria o nella scuola dell’infanzia.

Graduatoria interna di istituto: l’assistenza al suocero non dà diritto all’esclusione

Assistente amm.va  – presso un Liceo di x, vorrei un chiarimento sulla L. 104. Da circa 5 anni ho in casa con me i due miei suoceri, (89 e 94 anni) usufruisco del beneficio dei tre giorni  per assistenza solo per mio suocero e mio marito (docente) per mia suocera. Si presenta  questo anno nella mia  scuola, l’ipotesi di riduzione di personale ata ed io dovrei essere l’ultima nella graduatoria della mia scuola. Poichè i posti  nelle scuole di  Altamura non ce ne sono dovrei farmi 45 km per raggiungere Bari. Ci chiediamo,  io e mio marito, se  inserendo i miei suoceri nel nostro nucleo familiare con atto registrato al comune , io possa usufruire dell’esclusione dalla graduatoria interna. Mi date un consiglio come possiamo fare visto che il peso dell’assistenza grava soprattutto su me donna/mamma/moglie. grazie e buon lavoro.

Congedo parentale: Periodo complessivo e periodo retribuito. Chiarimenti per la scuola

Scuola – congedo parentale figli 1-12 anni entrambi i genitori.  buongiorno sono un’assistente amministrativo, ho una domanda da porle! volevo chiederle un chiarimento in merito al congedo parentale. entrambi i genitori hanno usufruito del congedo parentale. il marito ha usufruito i primi 30 giorni al 100% . alla moglie spettano 6 mesi al 30% o 5 mesi al 30% e un mese allo 0%? distinti saluti  grazie  dell’attenzione.

Computo del sabato e della domenica intervallati da assenze diverse. Chiarimenti per la scuola

Scuola – salve sono un AA e avrei bisogno di un chiarimento una docente è state assente dal lunedi 15 febbraio venerdì 19 febbraio per malattia ( la scuola il sabato è chiusa) oggi Lunedì 29 febbraio si è assentata per malattia del bambino inferiore agli anni 3 . La docente deve coprire il sabato e la domenica intercorsa tra le due assenze? la ringrazio in anticipo.

Chi è il perdente posto del prossimo anno?

Maria  – Chi è il perdente posto del prossimo anno, a causa di una diminuzione delle iscrizioni? – chi è stato trasferito nel 2014/2015 dopo l’anno di prova. oppure  – chi si è trasferito volontariamente da altra scuola nell’a.s.in corso 2015/2016 ? In attesa di risposta anticipatamente ringrazio, cordiali saluti .

Congedo biennale. La convivenza con il disabile è requisito inderogabile. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, sono una Vostra lettrice, attualmente sono impiegata presso il CPIA di X come assistente amministrativa. Ho da porVi un quesito riguardo all’art. 42 della legge 104/92. Un dipendente di una scuola, titolare come accompagnatore per assistenza disabile legge 104 per un fratello, può usufruire dell’aspettativa relativa all’articolo 42, non avendo il fratello convivente in casa ed avendo anche una residenza diversa? Ovvero, tra la residenza e domiciliazione dell’uno e residenza e domiciliazione dell’altro esiste una distanza di un centinaio di chilometri. Per noi si è presentato un caso del genere e prima di poter concedere un tale diritto, vista la normativa al riguardo ed essendoci dei forti dubbi, vogliamo avere la certezza di non commettere errori. Vi ringrazio anticipatamente per la risposta che gentilmente mi Vorreste dare, colgo l’occasione per porgere cordiali.

Continuità e domanda condizionata. Chiarimenti

Cristiana – Nell’anno scolastico 2014-2015 sono risultata perdente posto e, dovendo chiedere il trasferimento, ho presentato domanda condizionata (ossia con diritto di precedenza al riassorbimento) per l’istituto tecnico che, pur avendo un codice meccanografico diverso da quello di provenienza (e quindi un organico separato) ha tuttavia lo stesso dirigente. Quest’anno si creeranno, in seguito ad un pensionamento, le condizioni per il riassorbimento nell’istituto di provenienza. Vorrei sapere se, nel caso decidessi di rimanere dove sono, perderei il punteggio di continuità accumulato in 10 anni di servizio. Grazie.

Precedenza per personale che ricopre cariche pubbliche. Chiarimenti per il sindaco

Sindaco – Buongiorno, sono Sindaco di un piccolo paese del Friuli V.G. Sono stato assunto a tempo indeterminato nella Scuola Primaria per l’anno scolastico 2014/15 alla fine del quale, ho superato l’anno di prova. Non sono in una situazione di aspettativa. Sono interessato alla mobilità interprovinciale ma (nel caso che la mia domanda venisse accolta) posso chiedere, fino alla conclusione del mandato amministrativo (2019), di essere assegnato provvisoriamente a una scuola della mia attuale provincia, appunto, per motivi istituzionali? Grazie.

Trasferimento/passaggio e raddoppio degli anni di pre ruolo sostegno

Giusy  – Spett.le Redazione, Sono una docente immessa in ruolo nella scuola media su posto comune nel 2014/2015,Dovrei presentare trasferimento interprovinciale sia su posto comune che su sostegno (essendo in possesso della specializzazione), e passaggio di ruolo nella scuola secondaria di secondo grado sia su posto comune che su sostegno, Vorrei sapere:1) se in entrambi le istanze (trasferimento e passaggio) e relativamente ai posti di sostegno, posso usufruire del raddoppio del punteggio, avendo svolto 9 anni di servizio preruolo su posto di sostegno in istituti statali di istruzione secondaria di II grado;  Sicura di una Vostra risposta colgo l’occasione per ringraziarVi.

Individuazione perdente posto. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Salve, si chiedono chiarimenti riguardanti i docenti perdenti posto per l’anno scolastico 2016/17.  Il 01/09/2015 nella nostra scuola è arrivato un docente di sostegno scuola sec. 1° grado soprannumerario, perdente posto trasferito a domanda condizionata. Poichè per l’anno scolastico 2016/17  in questo Istituto si prevede  una perdita di posti di sostegno scuola sec 1° grado si chiede se questo  docente va collocato in coda alla  graduatoria in quanto arrivato lo scorso primo Settembre o a pettine insieme agli altri docenti presenti nella scuola dagli anni precedenti. Grazie.

Graduatoria interna e punteggio degli anni di servizio per chi passa da sostegno a comune

Scuola – Buongiorno, Una docente arriva nel nostro Istituto da trasferimento su posto comune A050 nell’anno 2015/2016. L’anno in corso non si conta…come devo calcolare i 5 anni di sostegno di ruolo sempre alle superiori? e i 5 anni di pre-ruolo su sostegno sempre alle superiori? In quale colonna della scheda soprannumerari e quali anni vanno calcolati doppi? un grazie dalla segreteria dell’istituto.

Malattia per bambino in adozione. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Nel nostro Istituto Comprensivo, abbiamo una docente con un bambino in affidamento da maggio 2015, di anni 7, frequenta la scuola primaria. La docente ha chiesto gg.2 di congedo per malattia bambino, in questo caso può usufruire del permesso ( i famosi cinque giorni)senza retribuzione, o come lei asserisce entro i tre anni dalla data di affidamento con l’intera retribuzione? Mi scuso per il disturbo, ma la materia è un pò complessa, considerato che la normativa a riguardo è in continua evoluzione. Vi ringrazio per l’attenzione, e nell’attesa di un utile riscontro . Cordiali saluti.

Permessi 104/92 e decreto di omologa del Tribunale. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buonasera si chiede un parere circa la  possibilità per un docente di usufruire dei giorni di permesso legge 104 art.3.comma 3 senza l’esibizione di un  verbale ma allegando un decreto di omologa del tribunale che “omologa l’accertamento del requisito sanitario e quindi prestazioni di riferimento: indennità di accompagnamento, stato di handicap grave art.3 c.3 legge 104/92”. Si resta in attesa di un  cortese riscontro. Grazie e auguri di buon anno.

Periodo di sospensione delle lezioni e congedo parentale. Chiarimenti per il dirigente

Dirigente – Sono il preside di un istituto comprensivo. Mi scuso se ritorno su un argomento già da voi trattato ampiamente con interpretazioni che condivido pienamente. Purtroppo la ragioneria provinciale ha però formulato diversi rilievi ai miei uffici a proposito del congedo facoltativo per maternità di alcune docenti del mio istituto. In sostanza, si contesta l’interruzione del congedo in coincidenza con i periodi di interruzione dell’attività didattica per fruire di giorni di ferie maturati ma non ancora goduti sostenendo che sarebbe obbligatoria un’effettiva ripresa del servizio. Testualmente: Si restituisce il provvedimento non vistato, precisando che la frazionabilità nella fruizione dell’astensione facoltativa va intesa nel senso che, tra un periodo e l’altro di astensione facoltativa, deve essere effettuata una ripresa effettiva del lavoro (circolare Inps n. 109 del 6.2.2009). Pertanto, nel caso in oggetto, in mancanza di tale effettiva ripresa del servizio dal 23.12.2015 al 6.1.2016, è necessario che in tale periodo la dipendente sia collocata in congedo parentale Poiché sono vicine le vacanze pasquali vorrei sapere come comportarmi. Ritengo infatti che se chiedessi alle docenti in questione di essere fisicamente presenti a scuola il primo giorno di vacanza (quando la scuola sarà aperta), questo fatto potrebbe far decadere il diritto alla continuità della nomina del supplente (con evidentissimi danni per la didattica); questo sarebbe tanto più vero se una docente, come ci ha ventilato dopo essere stata messa a conoscenza del rilievo, riprendesse servizio l’ultimo giorno di lezione. Un rilievo identico ci è stato fatto per un’analoga interruzione dell’aspettativa senza assegni per motivi di salute di un’altra docente. Intenderei opporre alle richieste della ragioneria una dichiarazione di volta in volta così formulata: Considerato il complesso della normativa di natura contrattuale e non contrattuale che regola il comparto scuola (in particolare la nota del Ministero della pubblica istruzione n. 1972 del 30 giugno 1980) e vistane l’interpretazione dichiarata dalla sentenza del Consiglio di Stato 8 maggio 1987, n. 173 (Sezione VI, giurisdizionale), il giorno ____ (primo giorno di vacanza) è da considerarsi come giorno di ripresa di servizio del docente __________, in quanto a disposizione per attività, eventualmente anche a carattere straordinario, discendenti dal piano annuale delle attività. Ringraziando porgo distinti saluti.

Posto libero prima del 31/12. Chiarimenti per il Dirigente

Dirigente Scolastico – Un professore individuato con il MAD (graduatorie esaurite) che viene nominato su una supplenza dal 07/01/2016 al 30/06/2016 per un posto che era già libero prima del 31/12/2015 ed individuato il 22/12/2015 in quanto il titolare ha differito, il contratto deve essere del tipo N11 come sostengo io o del tipo N19 come sostiene la mia DSGA in quanto la presa di servizio avviene dopo il 31/12 ? Ti ringrazio anticipatamente per la tua risposta.

Non bisogna confondere la sede di servizio a partire dall’1/7 per chi ha differito in fase C l’assunzione , con la domanda di mobilità

Paola – mio marito ta svolgendo l’anno di prova , in quanto  assunto in fase C da Gae.  In questi giorni, gli ambiti territoriali delle province dell ‘ Emilia-Romagna hanno emesso delle note, con le quali sono  state indicate scadenze per la presentazione della scelta delle sedi per i neoassunti , in fase b e c , che hanno differito la presa di servizio al 1 luglio perché sotto contratto fino al 30 giugno al momento dell ‘assunzione di novembre. Come mai questa nota?  I neoassunti  da Gae della fase C non sono tenuti a fare domanda di mobilità per tutti gli ambiti del Paese, pena il  collocamento d’ufficio nel primo ambito disponibile? I neoassunti fase c devono quindi fare sia questa domanda che quella di mobilità?  Grazie mille,  Saluti

7^ salvaguardia – istanza nei termini previsti dalla normativa ovvero 1 marzo 2016

Assistente Amm.vo  – Sono un assistente amministrativo ITI, la mia data di nascita è 25/02/1952 e sono entrato nella scuola con la L.463 il 20/09/1977. Servizio di leva 13 mesi e 14 giorni. Ho assistito (L104) mia moglie affetta da cancro da marzo 2010 fino al 2 gennaio 2013, data del suo decesso. La scuola non ha inserito sul portale PerlaPA le mie assenze usufruite per assistere la mia coniuge. Vorrei sapere se e quando potrò andare in pensione senza penalizzazioni. Tutta la documentazione necessaria è disponibile e a mia disposizione. Al’USR di Napoli l’addetta di turno mi ha detto che, benché la mia documentazione fosse completa, avrei dovuto avere una notifica da parte dell’INPS nella quale venivo individuato come destinatario dei benefic  della 7ª salvaguardia.Potrei avere una risposta certa e definitiva? ringrazio e resto in attesa di risposta.

l requisiti per la pensione di vecchiaia

Rosa   – Sono una docente a tempo indeterminato della scuola secondaria, nata il 15 gennaio del 1951. Il 1 settembre 2016 avrò maturato 35 anni di servizio/contributi. Potrò chiedere la pensione di vecchiaia con decorrenza 1 settembre 2017 ?. Nel caso di risposta positiva, come devo muovermi sia sotto l’aspetto temporale sia sotto l’aspetto documentale?. Grazie per l’ottimo servizio che offrite e distinti saluti.

Pensione anticipata per gli uomini per il prossimo triennio

Alessandro  – Sono un dipendente statale settore-scuola e al 31 Agosto 2016 avrò 64 ANNI di età e oltre 41 ANNI (interi) di contribuzione: In questo marasma di ipotesi e proposte, in attesa di una risposta certa e una vera presa di posizione di questo Governo che da quando si è insediato continua a non affrontare il problema (è in letargo o al massimo nicchia…): quando potrò andare in pensione senza alcuna penalizzazione? Grazie.