Il diritto alla ricostruzione di carriera decorre dal primo giorno successivo al superamento del periodo di prova

Alessandra .- Buonasera, sono un’insegnante di sostegno nella scuola secondaria di secondo grado entrata di ruolo l’1/09/2011. Alla fine di agosto del 2015 ho presentato la domanda di ricostruzione di carriera alla segreteria della scuola dove sono stata utilizzata nell’anno scolastico 2014/2015. La segreteria nel marzo di quest’anno mi comunica, per conoscenza, che la domanda di ricostruzione di carriera e i relativi allegati sono stati inviati all’Ambito Territoriale provinciale competente, in quanto l’amministrazione scolastica si è trovata nell’impossibilità di operare al SIDI. Già da tempo il DSGA dell’istituto insisteva, secondo me erroneamente, sul fatto che come docente in DOS, la domanda di ricostruzione di carriera l’avrei dovuta presentare all’Ambito Territoriale competente. Mi metto in contatto con il funzionario dell’Ufficio ricostruzioni di carriera dell’AT il quale, in prima battuta, mi dice che in considerazione dell’anno scolastico in cui sono entrata di ruolo, è di competenza della scuola e poi che lui se ne sarebbe potuto occupare dopo aver espletato le altre pratiche seguendo l’ordine cronologico di nascita dei docenti che hanno presentato domanda di ricostruzione di carriera e mi comunica che era arrivato all’anno 1954. Io sono nata nel 1971, quanto tempo dovrò aspettare prima che la mia domanda venga presa in considerazione? E se passano cinque anni non perderò così il diritto a percepire gli arretrati che mi spettano? Volendo inviare un sollecito a chi devo indirizzarlo all’istituto scolastico o all’Ufficio dell’A.T. competente? Grazie

Proroga per esami docenti di sostegno. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Salve, in relazione alla proroga dei contratti per docenti supplenti impegnati per la partecipazione agli Esami conclusivi del Primo Ciclo di Istruzione, si chiede quale contratto sia da prorogare nel caso in cui due docenti di sostegno siano in servizio sullo stesso alunno disabile.  A causa infatti dell’astensione facoltativa del docente titolare le n. 6 ore di sostegno di un alunno sono state suddivise nel seguente modo: Docente A: effettua 4 ore e richiede una riduzione per allattamento per le restanti 2 ore Docente B: effettua 2 ore derivanti dalla riduzione per allattamento del Docente A Grazie per il prezioso servizio di consulenza

Graduatoria interna di istituto e dottorato di ricerca

Dirigente Scolastica   – Buonasera. Pongo il seguente quesito: una docente, a seguito della pubblicazione delle graduatorie interne di istituto, essendo risultata ultima per un punto, ha presentato (solo dopo la pubblicazione, entro il termine dei 10 giorni previsto per il reclamo) una certificazione in data 13 maggio 2016 di un corso risalente al 1990 presso la Scuola superiore Sant’Anna di Pisa. La Scuola Universitaria ha certificato l’ammissione al corso, avvenuta per concorso, e la successiva frequentazione per tutta la sua durata (triennale). Sul certificato è riportata inoltre questa dicitura: “ Si precisa che il diploma di perfezionamento conseguito presso la Scuola è equipollente al Dottorato di ricerca…..”, ma sembrerebbe che questo diploma non sia stato conseguito, in quanto la certificazione attesta di fatto solo la regolare frequenza. Domanda 1: si può accettare una certificazione pervenuta successivamente alla pubblicazione, seppur provvisoria, delle graduatorie? Domanda 2: la semplice, se pur attestata frequenza, può dar luogo all’attribuzione di un punteggio? Se sì, quanti punti? Ringrazio

Graduatoria interna ATA: servizio art 59 CCNL 2007

Scuola – Salve, scriviamo per un quesito. Un collaboratore scolastico è stato assunto a T.I. il 01/09/2005,  nello stesso anno scolastico dal 08/02/2005 al 30/06/2005, accetta una supplenza breve come assistenze amministrativo. Come va valutato ai fini della graduatoria per l’individuazione dei  soprannumerari il servizio prestato in tale periodo?

Invalidità ed esclusione dalla graduatoria interna. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Una collaboratrice scolastica trasferita presso il nostro Circolo Didattico dal 01/09/2015 è in possesso di un verbale di invalidità (ai sensi  dell’art.20 della legge 3 agosto 2009 n°102)- si allega copia verbale di accertamento. La suddetta Collaboratrice Scolastica è esclusa dalla graduatoria dei soprannumerari per il prossimo anno scolastico? Si ringrazia tantissimo per la collaborazione

Nelle fasi B1, C e D non è valida la precedenza per assistenza al genitore

Ironica  – Gentilissima Lalla sono una docente ante 2014 che assiste il genitore vedovo con annotazioni di gravità il quale risiede ad un chilometro e mezzo ma comune diverso, anche quest’anno produrrò domanda per trasferimento interprovinciale . Dovrò inserire l.104 o come avevo inteso non è possibile?  Troppe voci dicono che si deve , ti prego di chiarirmi il dubbio e possibilmente indicami la normativa.  Grazie in anticipo.

Graduatoria interna e punteggio di ricongiungimento. Chiarimenti per il Dirigente

Dirigente Scolastico  – Si richiede parere in merito alla problematica seguente: nella graduatoria interna di Istituto il punteggio per il  ricongiungimento al coniuge spetta se il comune di titolarità coincide  con quello di residenza del coniuge o è comune viciniore. Le tabelle di viciniorietà sono provinciali. Quindi il ricongiungimento spetta solo in ambito provinciale? C’é una normativa di riferimento?

Punteggio per figlio nelle graduatorie interne ATA

Scuola – Buongiorno. Una Assistente amministrativa partorisce il 05 maggio quindi entro il termine di presentazione delle domande di trasferimento ATA ( 16 Maggio) e dopo aver presentato la scheda per la graduatoria interna. La graduatoria interna verrà pubblicata la prossima settimana Si puo attribuire il punteggio per il figlio minore di sei anni ? O c’è una tempistica tipo requisiti residenza Legge 104 etc.? Oppure va  considerato come i titoli da possedere entro il termine di scadenza della presentazione domande di trasferimento? La normativa cita il figlio che compie tra i sei e i diciotto anni dal 01 gennaio al 31 dicembre dell’anno in cui si presenta domanda di Trasferimento quindi per equivalenza anche graduatoria interna? Attendo Vostra gentile risposta. Ufficio Personale.

Trasferimento nella stessa scuola e punteggio continuità

Scuola – Gent.mi vorrei un chiarimento sulla continuità nella stessa scuola. all’interno di un Istituto Superiore (liceo classico – liceo scientifico – liceo artistico – liceo linguistico) un docente che passa da una scuola ad un’altra (da liceo classico al liceo scientifico sempre dello stesso istituto superiore) con domanda di trasferimento perde la continuità?

Diploma di specializzazione e assegnazione di 5 punti

Scuola –  una insegnante di sostegno della scuola primaria, ai fini dell’individuazione dei perdenti posto, chiede che vengano valutati i seguenti titoli come segue: 1: laurea triennale punti 3 2: Diploma di specializzazione biennale “ Metodologie didattiche sulla disabilità per alunni con handicap sociale e di apprendimento: indirizzo insegnanti della scuola Primaria” ai sensi della l. 341/90 art. 6 ed 8 , 1500 ore e 60 CFU: punti 5

Trasferimento da sostegno a posto comune. Punteggio per gli anni di ruolo.

Scuola – Gentilissimi, vorrei porvi il seguente quesito: Una docente ha ottenuto per l’a.s. 2015/16, superato il quinquennio, il trasferimento dal sostegno (AD04) alla materia (A029). Ora, nella graduatoria interna, gli anni di ruolo prestati sul sostegno vanno indicati nella casella A (valutabili quindi 6 punti per anno) oppure nella casella B (altro ruolo) valutabili 3 punti per anno?

Fase B1 trasferimenti interprovinciali. E’ possibile escludere qualche scuola del primo ambito?

Scuola – buongiorno, Una docente di ruolo nell’anno precedente al 2014/2015 presenta domanda di trasferimento interprovinciale per anno scolastico 2016/2017 e intende indicare nel primo ambito non tutte le scuole ma alcune. Per avere la titolarità in una scuola deve necessariamente indicarle tutte mi sembra per non finire nell’ambito o sbaglio? un grazie dalla scuola.

Proroga supplenza e concorso. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Con la presente chiediamo gentilmente un chiarimento su proroga contratto per partecipazione supplente a Concorso Docenti. Una nostra docente di scuola primaria sostituisce per interdizione complicanze della gestazione la docente titolare, con un contratto (N15) che scade  il 28/05/2016 (termine interdizione). Considerato che la titolare, cosi come ha fatto fino adesso, continuerà con l’interdizione dal 29 maggio, la proroga alla supplente spetta dal 29 maggio (domenica) ma il 30 e il 31 maggio la supplente si dovrà assentare per partecipare al Concorso docenti. In realtà la supplente non prenderà servizio lunedì  30 maggio e neanche potrà  chiedere dei giorni per il 30 e 31 in quanto il contratto precedente finisce il 28/05/2016. Chiediamo come bisogna operare è corretto fare la proroga al supplente daL 29/05/2016? Speriamo in una risposta grazie La segreteria

Punteggio per superamento di concorso anche se si è entrati in ruolo dalla GAE

Daniela –  sono una docente immessa in ruolo nel 2008 da graduatoria permanente classe di concorso A346, a seguito di O.M. n.153 del 15 giugno 1999 (concorso per solo titoli) ed ho superato il concorso a cattedra  per  titoli ed esami ambito disciplinare K05B,  D.M. .354 del 10 agosto 1998. Mi spettano i 12 punti nella graduatoria d’istituto previsti per il superamento di un pubblico concorso, punto A – Titoli generali? Cordialmente

Diploma di specializzazione per il sostegno e lettera D esigenze di famiglia

Laura  – ho una serie di dubbi che le volevo sottoporre: 1-  se sono titolare su posto comune il diploma di specializzazione polivalente può essere valutato come diploma di specializzazione con l’attribuzione dei 5 punti. 2- diversi dubbi sull’attribuzione del punteggio titolo II punto D: cura e assistenza del figlio con minorazione… Si tratta di un punteggio aggiuntivo per coloro che  debbono essere esclusi dalla graduatoria d’istituto secondo le indicazioni del CCNL o si tratta di un punteggio da attribuire a tutti coloro che usufruiscono della 104 per l’assistenza dei figlio, coniuge o equiparati (es: usufruisco della 104 per l’invalidità permanente di mia suocera (parenti o affini) in questo caso non vengo esclusa dalla graduatoria ma mi verranno attribuiti i 6 Punti.

Calcolo degli anni svolti sul sostegno, pre ruolo e altro ruolo

Docente – vorrei un chiarimento sull’attribuzione del punteggio per il servizio prestato su sostegno. Ho letto da più parti che il punteggio va raddoppiato se il servizio su sostegno è stato effettuato in possesso del necessario titolo e se attualmente si lavora su sostegno, ma non riesco a trovare note sull’attribuzione del doppio punteggio nel caso di servizio su sostegno prestato in altro ruolo rispetto a quello di appartenenza. Cerco di spiegarmi meglio: sono di ruolo dall’a. s. 2014/15 su sostegno infanzia, ho due anni di pre-ruolo su sostegno primaria e quattro di altro ruolo sempre sostegno primaria. La segreteria della mia scuola mi ha assegnato 28 punti di servizio, ma ho l’impressione che ci sia un errore. Mi puoi aiutare a capire se anche nel mio caso si doveva applicare il doppio punteggio e, se sì, puoi indicarmi qualche riferimento normativo in merito? Certa di un tuo cortese riscontro, ti porgo i miei saluti.

Anni derivanti da retroattività giuridica della nomina coperti da effettivo servizio nel ruolo di appartenenza. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Una docente è stata immessa in ruolo da graduatoria ad esaurimento dal 1/9/14 su posto di sostegno di II grado. Successivamente, ad ottobre 2014, è stata riconvocata dall’USP in quanto si era reso disponibile un posto per l’immissione in ruolo sulla materia. La docente accetta questa seconda immissione in ruolo sulla materia con decorrenza giuridica 1/9/14 ed economica 1/9/15. Ovviamente per l’a.s. 2014/15 continua a prestare servizio sul sostegno in costanza di decorrenza giuridica del nuovo contratto sulla materia. Ora la docente deve presentare, per l’a.s. 2015/16, domanda di trasferimento interprovinciale. L’anno di ruolo 2014/15, con decorrenza giuridica sulla materia ma che è stato materialmente prestato sul sostegno, dove va inserito nell’allegato D e, di conseguenza, sulla domanda di trasferimento?  Nella sezione Anni __ di servizio prestato successivamente alla nomina in ruolo” oppure nella sezione “Anni __ derivanti da retroattività giuridica della nomina coperti da effettivo servizio nel ruolo di appartenenza e quindi nella casella 1 della domanda?  Oppure in altra sezione e quindi in altra casella della domanda?

Assistenza alla figlia ed esclusione dalla graduatoria. Chiarimenti per il DSGA

DSGA – Buon giorno, durante la redazione della graduatoria interna dei docenti della scuola primaria può un docente, che assiste la figlia portatrice di handicap ai sensi dell’art. 3 comma 3 della Legge 104/92, essere escluso dalla suddetta graduatoria. Eventualmente se può essere indicato il punto del CCNI con il quale si riconosce questo beneficio. Grazie

Interdizione fuori nomina. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Una docente accetta supplenza breve con contestuale complicanze gestionali. Al termine della supplenza scatta l’indennità di maternità indipendentemente dai mesi di gestazione? In caso di ulteriori certificati di interdizione fuori contratto si continua l’indennità fino al termine dell’obbligatoria salvo accettazione incarichi presso altre scuole? un grazie dalla scuola

Proroga scrutini senza interruzione per chi rientra nell’art 37. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Una docente rientra in servizio dopo il 30.04.2016 assente da ottobre 2015. La supplente viene mantenuta in servizio fino all’08.06.2016 termine delle lezioni. Per gli scrutini di giugno la supplente deve avere un contratto compreso dal 09 di giugno e fino all’ultimo giorno di scrutinio con eventuali giorni buchi nel mezzo, oppure deve avere contratti giornalieri?

Esclusione dalla graduatoria interna. Chiarimenti per il Dirigente

Dirigente – Spettabile Orizzonte scuola, sono un D. S. alle prese con le graduatorie interne con l’esclusione dalle stesse per la legge 104/92. Ho una docente, in particolare, che ha una certificazione (vecchia) dell’ASL  L. 104/92 datata gennaio 2010 dove è barrata la terza casella che dice testualmente : “ Persona con minorazione prevista dalla definizione di handicap di cui al comma 1, art. 3 della L. 104/92 ( superiore ai 2/3) o iscritta alle cat. I-II- III – Tab. A 10/8/50 n°648.” Si precisa che, sulla certificazione, non c’è scritto se è rivedibile oppure non rivedibile. Successivamente la docente è sottoposta, nel novembre 2013, dalla commissione medica per l’accertamento dell’invalidità civile (ai sensi dell’art. 20 della Legge 3 /08/2009 n°. 102). La commissione medica riconosce all’interessato: INVALIDO con riduzione permanente della capacità lavorativa con una percentuale al 50%. Il sottoscritto, considerato che non vuole danneggiare nessuno, vorrebbe un parere motivato per sapere se la docente, la cui documentazione è descritta sopra, deve essere esclusa o no dalla graduatoria visto che dall’ultima certificazione l’invalidità è inferiore ai 2/3. In attesa di un celere riscontro, si ringrazia per la disponibilità e si porgono DISTINTI SALUTI

Valutazione concorso per il personale ATA. Chiarimenti per il Dirigente

Dirigente Scolastico   – Gent.ma redazione, avrei un quesito da proporVi: un collaboratore scolastico che ha superato la prova selettiva prevista dall’art.1 comma 2 sequenza contrattuale 25/7/2008, ha diritto ad usufruire dei 12 punti previsti nella graduatoria interna d’istituto. n.b. la prova e’ stata superata solo nei quiz e non e’ stato assolto l’esame orale.

Continuità nel comune e istruzione degli adulti

Marinella – Buongiorno, sono un’insegnante di scuola media e nella compilazione della graduatoria interna d’istituto non è stato tenuto conto del punteggio acquisito nella sede di titolarità Co, 2 anni di servizio come titolare nel ctp dello stesso comune in quanto a loro dire non valido, ai fini della continuità, il servizio in un centro territoriale. Nel ringraziarvi per la cortese attenzione resto in attesa di una vostra risposta.