Diritto alla presentazione della domanda di ricostruzione di carriera

Docente – sono una docente di Diritto in servizio nelle scuole Superiori e  sono stata immessa in ruolo a settembre 2014. Sto quindi facendo l’anno di prova con le relative procedure e vorrei sapere se posso inoltrare la domanda di ricostruzione e ricongiunzione dei periodi assicurativi già adesso, o, devo aspettare la fine del corso e quindi inoltrare la domanda a settembre quando mi sarà assegnata la sede definitiva? Grazie per il prezioso servizio che svolgete.

Ricostruzione di carriera e servizio svolto nella Guardia di Finanza

Damiano  – arruolato nella guardia di finanza. Dal 01/09/98 al 31/08/2010 ho insegnato nella scuola primaria. Dal 01/09/2011 ho ottenuto il passaggio di ruolo nella scuola secondaria superiore. Vorrei sapere quale dovrebbe essere la mia anzianità ai fini giuridici ed economici dopo la ricostruzione di carriera. Gli anni della guardia di finanza si calcolano? Grazie

Malattia o congedo di maternità? Chiarimenti per una docente

Docente – sono una docente di ruolo nella scuola secondaria superiore e desideravo una informazione riguardante il congedo per gravidanza a rischio. Le faccio presente  che sono in malattia dal 16 marzo fino al 16 maggio prossimo.  Ora ho saputo di essere incinta pertanto vorrei sapere se l’assenza per gravidanza a rischio fa cumulo con le assenze per malattia. Tenga presente che lo scorso anno scolastico sono stata assente 45 giorni per malattia.  Mi pare che non si possano superare i 9 mesi in tre anni. ..  almeno per non avere riduzione di stipendio. .. se così fosse allora il congedo per gravidanza non mi toccherebbe,  al di fuori del congedo obbligatorio?  La ringrazio in anticipo.

Supplenze: rientro dopo il 30 aprile e supplente in congedo di maternità

Giuseppina – Salve sono una  insegnate precaria  di lettere, ho un quesito da porvi, ho visto sia sul sito che nel forum, ma non ho trovato  un risposta esaustiva. Lavoro con contratto a tempo determinato in una scuola superiore, sostituisco la titolare che è in maternità, ho iniziato a lavorare dal 15/09/2014 ( insegno in 2 III ed una V) con varie proroghe mi scade il contratto il 01/05/2015( la titolare è assente dal 15/09/ 2015 rientra il 02/05/2015), sono in astensione  per gravidanza a rischio dal 23/01/2015 fino al 26/05/2015. Volevo sapere se la mia situazione rientra nell ’art 37 del CCNL/2007 ,  mi tocca la continuazione della supplenza fino al termine delle lezioni, pur essendo in interdizione? oppure devo chiedere l’indennità di maternità fuori nomina?Attendo una vostra risposta.

Gruduatoria interna: se l’ultimo arrivato rientra nell’art 7 del CCNI deve essere escluso dalla graduatoria

Felice – Sono un docente di sostegno AD00   entrato in ruolo nell’anno scolastico 2013/2014 e trasferito nella sede attuale, il paese di residenza, l’anno scolastico 2014/2015. Ho handicap superiore ai 2/3 risultante dalla certificazione INPS e ASL e  quindi beneficiario dell’art. 21 della legge 104/92. Ho presentato domanda al dirigente scolastico, munita di tutte le certificazioni, per non essere inserito nella graduatoria per l’individuazione dei perdenti posto. Il Dirigente scolastico ha pubblicato la graduatoria e il mio nome lo ha distaccato dagli altri con la noticina  titolare A.s. 2014/2015- escluso dalla graduatoria ai sensi dell’art. capo III del CCni  sulla mobilità”.  In un primo momento mi sembrava tutto a posto, ma invece proprio ieri mi ha dichiarato perdente posto e verbalmente mi ha detto  i soggetti con un solo anno di titolarità, in caso di contrazione di posti sono perdenti posto”, quindi sono stato invitato a produrre domanda di trasferimento. Leggendo l’art. 7 del CCNI e la documentazioni sanitaria in mio possesso tutti mi danno ragione, ma non trovo quanto dettomi dal Dirigente. Vi chiedo  cortesemente di farmi sapere, considerato che nella mia scuola vi è contrazione di un solo posto e gli insegnanti di sostegno siamo in cinque, se l’assunto del Dirigente è corretto o se invece, come tutti sostengono, non debbo essere trasferito perché in possesso dei requisiti citati. Grazie.

Supplenze ed esami: rientro dopo il 30 aprile, classe terminale e spezzone orario

Sabrina – Se il collega di Arte rientra il 4 maggio da un’assenza iniziata il 7 gennaio, è corretto farlo rientrare in 1° e 2° e non in 3° (scuola secondaria di primo grado)? Il suo supplente conserverebbe la cattedra per le 6 ore delle classi terminali ma con un terzo dello stipendio dovrebbe poi fare però esami a 3 classi?

Graduatoria interna: assegnazione provvisoria e continuità del servizio

Scuola – UN ASS. TECNICO HA MATURATO 4 ANNI( 10/11, 11/12,  12/13,  E 13/14)di  servizio sede( comune) di attuale titolarità, (punto e) scheda soprannumerari. Nell’anno scol 2014/15 il dipendente ottiene il trasferimento in un istituto diverso ma dello stesso comune. Ai fini della compilazione della grad. interna di istituto al punto E il dipendente si è attribuiti p. 16 in quanto ha lavorato in istituti diversi ma dello stesso comune senza soluzione di continuità, come da tabella CCNL. SI PONE IL QUESITO Se al dipendente nell’anno 15/16 ottiene l’assegnazione provvisoria presso altro comune rispetto a quello di titolarità, nella grad interna 2016/17  il dipendente oltre a perdere la continuità nella scuola di  attuale titolarità ( punto D ) della scheda, perderà anche quella relativa alla sede ( comune) di attuale titolarità ( punto E) della scheda, cioè i 16 punti maturati negli anni precedenti? Sicuri   di un Vostro riscontro , si pongono distinti saluti.

Supplenze: pagamento sabato e domenica, rientro dopo il 30 aprile. Chiarimenti per la scuola.

Scuola  – Premetto che nel mio Istituto si lavora da lunedì a sabato. Un docente con orario completo di 18 ore con classi terminali, membro interno e giorno libero sabato, si assenta per malattia dal 29 marzo 2015. Il supplente ha un contratto dall’08 aprile fino al 30 aprile. Il titolare, non rientra e comunica ulteriore malattia fino a venerdì 22 maggio. La proroga deve essere fatta fino al 22 maggio, o al 24 maggio domenica in quanto il supplente risulta aver completato l’orario settimanale? Se il titolare rientra il 25 maggio, sono passati 57 giorni di assenza e non 90, il supplente deve essere tenuto in servizio fino al termine delle lezioni e subentrare per gli esami di stato? Non mi sembra…

Supplenze: proroga della supplenza e giorni liberi e festivi. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Una docente supplente temporanea di scuola secondaria in servizio fino al 29/04/2015; dal 30/04/2015 la docente titolare prolunga l’assenza per malattia dal 30/04/2015 al 06/05/2015 (il giorno 02-05-2015 la scuola chiusa). Io farei la proroga della nomina alla supplente dal 30/04/2015 al 06/05/2015: Le sembra corretto? Grazie. Cordiali saluti.

Congedo biennale: il ricovero del disabile per un intervento chirurigico non fa venire meno il diritto al congedo

Scuola – una nostra docente ha fatto richiesta di un congedo straordinario per assistere il genitore disabile in situazione di gravità. In questo periodo il genitore deve subire un intervento chirurgico  in struttura pubblica. In questo caso, il congedo spetta anche se il genitore e’ ricoverato temporaneamente per subire l’ intervento ? La ringraziamo anticipatamente e restiamo in attesa di sollecita risposta.

Supplenze: esigenze di servizio e pagamento sabato e domenica. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Una insegnante di scuola primaria con orario intero (24 ore) si assenta per una settimana intera con certificato fino al sabato compreso. La scuola ove opera attua la settimana corta (lun e ven). Sulla docente sono stati nominati due insegnanti: -una insegnante per 6 ore settimanali   -una insegnante per 18 ore settimanali. Vorremmo sapere se il contratto delle supplenti debba terminare il venerdì oppure ricomprendere anche il sabato, visto che, come detto sopra, la scuola dove operano attua la settimana corta e che il titolare è assente per malattia fino al sabato compreso.

Mobilità docenti di Religione cattolica: il sistema delle precedenze

Pietro – Buona sera vorrei sapere se ho diritto alla richiesta nella domanda in  oggetto “di aver diritto a precedenza in quanto usufruisce dei benefici  previsti dalla l.n. 104/92 e del CCNI del 24/02/2015, art. 7 punto III,  n. 2 Art. 21; Art. 7, punto III, n. 2 CCNI del 24.02.2015; Art. 33, comma 6; Art. 33, commi 5 e 7; per la malattia sono stata riconosciuta con l’art. 3 comma 1 L. 104/92; Invalidità 68%; grave patologia.

Supplenze: continuità didattica e proroga della supplenza

Scuola – In data 01-03-2015, a seguito del decesso di una docente di ruolo della dell’infanzia, si viene a creare la disponibilità di 1 posto sul quale viene nominata una docente 1 dal 02-03-2015 al 21-06-2015. La docente 1 è in maternità e al suo posto viene nominata una docente 2 dal 13-03-2015 al 20-05-2015. La docente 2 si ammala e al suo posto viene nomina una docente 3 dal 13-04-2015 al 24-04-2015. In data 25-04-2015 la docente supplente temporanea 2, avendo superato il limite massimo di malattia, viene licenziata. La docente 3 ha diritto alla proroga dal 25-04 sul medesimo posto in sostituzione, però, della docente A? Si chiede, per cortesia, una risposta urgente. Grazie.

Supplenze: risoluzione del contratto. Chiarimenti per la scuola.

Scuola – le espongo il quesito: 1) titolare assente dal 19/03/2015 fino al 08/09/2015 per complicanze nella gestazione 2) contratto con la supplente sino al 05/06/2015 (termine  servizio mensa ) 3) titolare ha abortito il 17/04/2015  e dal 18/04/2015 in malattia per 10 giorni. Domanda: dobbiamo interrompere il contratto oppure vale la norma che la risoluzione  del contratto per rientro del titolare non è piu’ prevista dai Contratti successivi a quello del 1995? E’ urgente.

65 anni entro il 31/8/2015 e contemporaneamente soddisfa, al 31/12/2011, il requisito della quota 96

Pino –  Buonasera, mi chiamo Pino e sono un insegnante di ruolo nella Scuola Secondaria di II grado. Sono nato il 07.11.1949 e la mia anzianità contributiva al 31 agosto 2015 sarà di 38 anni, 8 mesi, 24 giorni mentre l’età posseduta a quella data sarà di 65 anni, 9 mesi, 24 giorni. Premetto che avrei dovuto maturare l’ultimo scatto di anzianità (fascia 35) il 31 dicembre 2014 ma per effetto del blocco degli scatti di due anni, successivamente ridotto a un solo anno, maturerò l’ultimo scatto il 31 dicembre del corrente anno 2015. Orbene, è giunto alla mia scuola di servizio un fonogramma da parte dell’Ufficio Scolastico provinciale col quale si comunica che sarò collocato a riposo in modo coatto per raggiunti limiti d’età al 31 agosto 2015; mi è stato anche detto che tale comunicazione è già stata inserita nel sistema SIDI. Chiedo se è possibile fare ricorso verso tale provvedimento, in modo da restare ancora in servizio per tutto il prossimo a.s. 2015/2016 e fare così maturare l’ultimo scatto che, come ben si comprende, avrà incidenza ai fini della pensione e del TFS, Quale esito potrebbe avere un mio eventuale ricorso? Grazie per l’attenzione. In attesa di riscontro, cordiali saluti.

Progressione economica stipendiale e fasce stipendiali

Concetta – Spett. le Redazione, nel ringraziarvi per il prezioso servizio che fornite ai docenti, chiedo gentilmente il vostro aiuto affinché possiate chiarire la mia situazione, alla luce dei continui cambiamenti in materia di scatti. Sono docente di lettere nella Scuola Secondaria di I Grado. Sono stata immessa in ruolo il 01-09- 2011 con retrodatazione giuridica al 01-09-10; ho svolto e superato l’anno di prova nell’a.s. 2011-2012. Il mio servizio pre-ruolo è di 3 anni sempre lavorato con cattedra annuale (a.s. 2007-2008; 2008-2009; 2009-2010). In considerazione del riconoscimento del pre-ruolo, al primo settembre 2010, dovrei aver maturato il diritto all’inserimento nella pre-esistente fascia stipendiale 3/8. Vorrei sapere se, nella ricostruzione di carriera (che ancora la segreteria della scuola dove lavoro non mi ha rilasciato, nonostante la mia domanda presentata ad ottobre del 2012) viene applicato il meccanismo degli scatti con la vecchia fascia stipendiale 3/8 o se rientro nella nuova fascia 0/8 (art.2 comma2 del CCNL del 4/8/2011), inoltre vorrei sapere se dovessi rientrare nella nouva fascia, quando maturo il primo scatto?? (in teoria secondo il mio conteggio il 01-09-2015 ma forse se non ho capito male dovrebbe essere il 01-09-2016 perchè l’anno 2013 non vale?). Grazie mille.

Ricostruzione carriera e richiesta tuttora in corso di lavorazione

Lucia  – Sono insegnante di scuola primaria immessa in ruolo in data 01/09/2012. Superato favorevolmente l’anno di prova ho presentato presso la segreteria scolastica in data 12/11/2013 domanda di ricostruzione carriera. A tutt’oggi la richiesta risulta in corso di lavorazione. La presente per chiederVi: – in quanto tempo deve essere evasa la mia richiesta? – quali sono le conseguenze dovute a tutto questo ritardo? – come devo procedere per tutelare il tutto? Inoltre nell’autocertificazione del servizio pre ruolo prestato dal 1989 al 2012 sono presenti giorni di astensione obbligatoria per gravidanza a rischio e anni di servizio prestati in scuola parificata convenzionata e riconosciuta chiedo, gentilmente, tali anni – periodi sono validi? Il servizio prestato nella scuola parificata deve essere dichiarato per forza retribuito? In merito ai contributi obbligatori a suo tempo da versare cosa comporta il mancato versamento dei contributi? Grazie

Supplenze: rientro dopo il 30 aprile e classi terminali

Anna – ho fatto supplenza dal 9 novembre sino  ad oggi con ripetuti  contratti presso una scuola,poichè la titolare di ruolo han avuto un incidente,e tra l’operazione e la fisioterapia  ho l’ultimo contratto sino  al 20 maggio,la classe è una quinta…dopo il 20 maggio la scuola deve prorogarmi il contratto sino al termine delle attività didattiche o può rientrare a fare lezione la docente di ruolo?grazie.