I Master biennali che assegnano 5 punti. Quali caratteristiche devono avere?

Stefano – Possibile che il master DSUMO115 (Metodologie psicopedagogiche di gestione dell’insegnamento-apprendimento nell’ambito didattico: indirizzo area disciplinare Umanistica della Scuola Secondaria) organizzato dall’associazione Mnemosine con l’Università per stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria, valga 5 (cinque!) punti nella graduatoria interna per l’individuazione del soprannumerario? Grazie, Stefano.

Il docente DOS assunto dalle GAE in fase C del piano straordinario non può confermare l’attuale sede di servizio

Paola  – Gentile redazione, sono una docente entrata in ruolo quest’anno in fase C su sostegno da graduatoria ad esaurimento. Attualmente mi trovo in congedo obbligatorio e la scuola dove ho preso servizio mi ha inoltrato i moduli per confermare eventualmente la sede per il prossimo anno scolastico. Il sito dell’UST di pertinenza non fornisce indicazioni chiare, pare estendere a tutti i DOS, di ogni fase, la possibilità di confermare la scuola di servizio ,mentre nei siti di altri uffici, di regione diversa, ho letto chiaramente che i DOS di fase C non possono produrre tale domanda, ma attendere la mobilità di fase C, su ambito territoriale. Vi chiedo gentilmente chiarimenti in merito, perché la segreteria stessa ha le idee alquanto confuse. Grazie fin d’ora.

Interdizione fino a sette mesi di età del figlio

Scuola – Per quanto riguarda l’astensione obbligatoria per puerperio la norma prevede che, nel caso di parto anticipato rispetto alla data presunta, gli ulteriori giorni non goduti vanno aggiunti dopo il parto. Nel caso di concessione di ulteriore periodo fino al 7° mese di età del figlio (art. 6 comma 1 D.Lgs) previsto   in caso di valutazione di rischi per la sicurezza, è sempre prorogabile o è da considerare proprio 7° mese di vita? Esempio: data presunta parto 30/10/2015 nascita figlio 13/09/2015 astensione obbligatoria gravidanza dal 30/08 al 29/10 astensione obbligatoria puerperio dal 30/10 al 29/01 proroga fino al 7° mese fino al 13/04/16 (compimento del 7° mese) o fino al 30/05/16 Grazie per la sollecitudine che sempre dimostrate.

Calcolo delle ferie docente in part time verticale

Scuola – Gentile redazione, si chiede gentilmente il vs. parere per il calcolo delle ferie da monetizzare per il seguente caso: docente scuola infanzia da 15/10/14 a 30/06/15 = gg. 256 h 12,30 part-time verticale (LUN/MAR/VEN) scuola con servizio articolato su gg. 5 Nel fare la proporzione, e’ corretta la I o la II ipotesi?! I  ipotesi –   3 : 5 = x : 30/32 II ipotesi –   3 : 6 = x : 30/32 Ottenuto il monte ferie, si dovranno sottrarre: 1) per la sospensione natalizia:  x full-time gg. 9 (23/12/14-05/01/15) x part-time VERTICALE? Solo gg. in cui sospensione cade nei giorni di servizio (LUN/MAR/VEN)? 2) per le ferie richieste da docente  da 22/06/15 a 28/06/15:  solo LUN 22/06-/MAR 23/06-VEN 26/06/15?Si ringrazia infinitamente. Serenita’ per la Santa Pasqua. La segreteria.

Servizio pre ruolo svolto all’estero. E’ valutabile?

Francesco – Buongiorno cara redazione, sono un insegnante di matematica e fisica (A049) entrato di ruolo quest’anno con la fase C nella mia città cioè Verona, dopo aver insegnato per vari anni in scuole italiane paritarie all’estero (Perù e Cile) per la medesima classe di concorso . Volevo chiedere se questo mio servizio darà punteggio o no per l’assegnazione della sede del prossimo anno. Grazie.

Continuità nel comune. Come si calcola

Scuola  – una docente ha svolto l ‘anno di prova nel nostro istituto, poi nei due anni successivi  ha prestato servizio in due scuole differenti, ma sempre nel comune di Napoli, poi è ritornata nella nostra scuola. Per gli anni prestati nelle due scuole, le deve essere attribuito il punteggio di continuità nel comune? Spero di essere stata sufficientemente chiara. Grazie.

Docente in servizio nella scuola secondaria e servizio pre ruolo svolto nelle scuole primarie

Alessandro – sono un neo-immesso in ruolo da GAE in fase C per la classe di concorso A0/36 ( FILOSOFIA, PSICOLOGIA E SCIENZE DELL’EDUCAZIONE) nella scuola secondaria di secondo grado. Fino ad oggi ho lavorato sempre nella scuola primaria: vorrei sapere se questo servizio pre-ruolo mi verrà riconosciuto quando presenterò la domanda di mobilità. Grazie.

ATA: valutazione pre ruolo nella graduatoria interna di istituto

Lella  – sono una collaboratrice scolastica in ruolo dal 2005. In questi anni, per quanto riguarda il pre-ruolo, nella graduatoria di istituto per i perdenti posto, mi è stato riconosciuto il servizio che risulta dalla ricostruzione di carriera mentre mi hanno detto che i restanti mesi non potevano essere valutati in quanto il servizio era prestato alle dirette dipendenze dell’ ente locale (comune).Vorrei sapere, se questo vale anche per quanto riguarda la domanda di trasferimento. grazie anticipatamente.

Conferma della supplenza al collaboratore scolastico

Scuola – Gentilissmi, si richiede urgente risposta al seguente quesito: coll.re scol.co assente dal 04/02/2016 al 31/03/2016. Supplente nominata fino al 23/03/2016 (ultimo giorno di lezione). Il 29/03/2016 (primo giorno lavorativo dopo pasqua): 1) in caso di necessità, visto che le lezioni riprendono effettivamente il 30/03/2016, ha il diritto di proroga la coll.ce scol.ca già nominata o occorre riscorrere la graduatoria? Da tener conto che il titolare proseguirà l’assenza dal 1° aprile. 2) Se si conferma la supplente, In tal caso si applica la stessa regola dei docenti? (assenza fino a 7gg. prima intero periodo ricoperto senz’altro assenza fino a 7 gg. dopo da verificare successivamente) alla coll.ce già in servizio spetterebbe la proroga direttamente dal 24/03/16 con il riconoscimento sia giuridico che economico dell’intero periodo? 3)      Invece se la necessità della supplenza si costituisce dal primo giorno di effettiva ripresa delle lezioni, il 30/03/2016, occorre riscorrere la graduatoria perché interrotto dal 29/03/2016?

Valutazione diploma di assistente sociale

Scuola – chiediamo gentilmente la vostra consulenza per sapere se il titolo di Assistente Sociale conseguito nel 1984 al termine di un corso triennale presso un Istituto Superiore per Assistenti Sociali Autorizzato dal Ministero P.I.15/05/1970 e succ. Dec. 2177 del 19/11/1987 è equiparato alla laurea e pertanto essere considerato tale nella graduatoria interna d’istituto (lettera D sez III titoli generali) Si precisa che il titolo è stato conseguito al termine di un corso triennale con il superamento di n. 21 esami e discussione di tesi finale. Grati per la gentile collaborazione.

Titolarità DOS per chi è in assegnazione in altra provincia. I pareri degli ATP non sono unanimi

Carla  – Sono una docente in ruolo dall’anno 2014/2015 nella DOS di Teramo. Nel corrente anno scolastico sono in assegnazione provvisoria a Chieti. Posso/devo compilare la domanda per acquisire la titolarità nella scuola in cui ero in servizio lo scorso anno (Roseto-TE ) e posso, poi, chiedere trasferimento interprovinciale, nella fase di mobilità adatta, per cercare di rientrare a Chieti nella scuola di attuale servizio(Gonzaga) in AP?  I pareri degli USP non sono unanimi e il mio unico timore è quello di precludermi la possibilità di tornare a casa con una successiva domanda di mobilità. Certa di una  tua puntuale risposta, ti invio auguro di Serena Pasqua.

Bonus 10 punti e continuità nel comune

Teresa – In questi giorni la preside della mia scuola mi ha chiesto di aiutarla  nella stesura della graduatoria interna d’istituto.Voglio sottoporle due quesiti:1) una docente  di ruolo su sostegno da 23 anni ha chiesto e ottenuto il trasferimento sulla comune nel 2008/2009,le devono essere attribuiti i 10 punti previsti al punto D ?2) una docente entrata di ruolo nella scuola dell’infanzia, dopo tre anni ha ottenuto il passaggio di ruolo nella primaria, leggendo il CCNL non le possono essere attribuiti per gli anni che ha lavorato nella scuola dell’infanzia i tre punti della continuità nel comune, come invece lei sostiene, perché i passaggi di ruolo determinano la perdita della continuità nella sede e nel comune. Giusto? Ringrazio anticipatamente per la risposta che spero arrivi in tempi brevi perché al rientro dalle vacanze pasquali dobbiamo pubblicare la graduatoria.

Punteggio di continuità docente in servizio all’estero

Scuola – Buongiorno, una nostra docente di scuola secondaria di primo grado è entrata nell’organico della scuola quest’anno, essendo rientrata nei ruoli di provenienza dopo  alcuni  anni  di servizio presso le istituzioni scolastiche e culturali italiane all’estero (con perdita della sede di titolarità italiana). Deve essere inserita in coda nella graduatoria d’istituto e graduata con le altre docenti in entrata per mobilità volontaria oppure l’assegnazione della sede effettuata dall’USP  in base all’art. 5 del CCNI 23/2/2015, ma ben prima della pubblicazione dei movimenti,  viene considerata in modo diverso?

Anno di prova e 120 giorni per chi ha assunto servizio a novembre

Scuola – Spettabile Redazione,in relazione all’anno di prova degli assunti in fase C come vanno conteggiati i giorni per arrivare ai 120 previsti per chi adotta la settimana corta sia nella scuola primaria che secondaria di Primo grado?Preciso che il sabato i plessi restano chiusi. Le docenti sono state assunte il  30 novembre e, seppur, non si siano mai  assentate non raggiungono la soglia prevista. Abbiamo letto che è possibile conteggiare anche il servizio prestato in momento antecedente alla nomina in ruolo, ma non tutte sono in questa situazione. Grazie per quanto potrete suggerirci.

Permessi e ferie per il personale a tempo determinato

Monica– Buongiorno, sono destinataria di una supplenza breve dal 2 marzo al 2 maggio. Per motivi personali, dovrò assentarmi da scuola per otto giorni non consecutivi. Ho concordato con il preside la mia assenza, utilizzando tutti i giorni di ferie maturati più alcuni giorni di permesso non retribuito, che mi spetterebbero in base all’art.19 del contratto nazionale. Ovvero, che credevo mi spettassero… La Dsga mi ha informato che il mio contratto non prevede giornate di permesso non retribuito in quanto non è un contratto a tempo determinato fino al 30 giugno, ma una supplenza breve. Mi ha detto che tale informazione le è stata data dalla ragioneria generale e, se la scuola dovesse comunicare alla ragioneria la mia richiesta di permesso non retribuito, questa verrebbe immediatamente rigettata. È davvero così? Il CCNL non fa distinzione tra “supplenza a tempo determinato” e “supplenza breve”; dove sta scritta questa differenza? Esiste un riferimento di legge o è un’interpretazione della ragioneria generale? E soprattutto, che posso fare…? Grazie infinte,

DOS: conferma nella scuola di attuale utilizzo e domanda di trasferimento su posto comune

Paolo – in merito a quanto in oggetto sono a chiederle, cortesemente, quanto segue: un docente DOS che ha assolto all’obbligo di permanenza per un quinquennio su posto sostegno e che quest’anno vuole fare la richiesta di “trasferimento su posto comune”, può comunque a scopo cautelativo presentare la “domanda di conferma della sede di servizio” per il sostegno ? Mi spiego meglio: se il docente presenta la domanda di conferma della sede di servizio per il sostegno, può poi comunque presentare (sempre quest’anno) la domanda di trasferimento su posto comune o il fatto di aver prodotto la prima domanda gli preclude la seconda? In attesa di un suo cortese riscontro, la ringrazio per la cortese attenzione. Cordiali saluti

Punteggio aggiuntivo per chi, perdente posto, non richiede più di rientrare nell’ex scuola

Paola  – Sono un’insegnante di scuola secondaria di primo grado.  Avrei bisogno di un chiarimento in merito all’ attribuzione del punteggio aggiuntivo di 10 punti nella graduatoria interna d’istituto . Nel 2007 ho presentato domanda di trasferimento condizionata in quanto riconosciuta perdente posto. Arrivata nell’attuale scuola non ho più chiesto di rientrare nella precedente. Da allora nel calcolo della graduatoria interna mi sono stati tolti i 10 punti del punteggio aggiuntivo . È giusto ? Oppure da allora continuano a fare un  calcolo sbagliato.  Grazie mille

Il DOS che chiede la conferma nella propria provincia può produrre domanda di trasferimento interprovinciale

Santino  – gentile redazione, Stamani ho preso visione dell’articolo a firma “Paolo Pizzo”. Articolo che rispondeva ad un mio quesito inviato qualche giorno fa.  Sono un Docente di sostegno utilizzato a Roma e in assegnazione provvisoria a Reggio Calabria. Dove dovevo inviare domanda di conferma ? l’articolo risponde esaustivamente a questa domanda. Ma per la successiva possibilità di presentare domanda di mobilità interprovinciale, a mio modo di vedere l’articolo non è chiaro. Nel passaggio riportato, “”Ciò quindi non precluderà al docente di produrre COMUNQUE domanda di trasferimento su posto comune o di passaggio per la stessa provincia o per altre province””, viene precisato che il docente DOS dopo aver ottenuto la sede definitiva, per esempio, a Roma potrebbe chiedere trasferimento interprovinciale ma SU POSTO COMUNE O DI PASSAGGIO. cosa vuol dire? Nel mio caso, chiedo conferma a Roma, dove sono utilizzato, poi non potrò fare domanda di trasferimento a Reggio Calabria sul sostegno ma solo sulla comune ?

Permessi 104/92 per assistere la moglie separata

Scuola – Buongiorno, con la presente si desidera consulenza sul seguente quesito:Può un dipendente, separato legalmente ( non divorziato) chiede di beneficiare dei 3 giorni mensili della L. 104/92 per assistere il coniuge ammalato con il quale convive ma dal quale risulta legalmente separato? Attendo fiduciosa come sempre le vs preziose indicazioni e porgo cordiali saluti.

Passaggio sulla DOS e titolarità su scuola

Elisa – Buongiorno, sono una docente di sostegno che ha ottenuto il passaggio di ruolo nell’anno scolastico 14/15 da scuola secondaria di I grado a scuola secondaria di II grado entrando nei DOS. Volevo sapere se già da quest’anno scolastico devo compilare la domanda per la Graduatoria Interna d’Istituto e posso chiedere di rimanere nella scuola di attuale servizio o sono al pari dei neoimmessi in ruolo in fase 0 e A. Grazie.

Perché il neo immesso in ruolo non può essere dichiarato perdente posto?

Docente – Buongiorno, sono una docente di scuola primaria assunta in ruolo nell’anno scolastico 2015/16 fase C ( nomina giuridica 01/09/2015). La segreteria scolastica della mia scuola mi ha chiesto di compilare l’allegato A per determinare la graduatoria interna d’istituto e dunque i perdenti posto. Io sapevo però  che i docenti neoassunti, in attesa di sede definitiva, sono esclusi da tale graduatoria. È corretto? Potrei sapere l’esatta normativa di riferimento per sottoporla alla mia scuola? Grazie del vostro lavoro. Docente scuola primaria.