Interruzione del periodo di flessibilità della maternità

Doriana – sono una docente a tempo indeterminato in un istituto di istruzione secondaria superiore. Dovrei andare in maternità il prossimo 9 novembre ma vorrei chiedere di rimanere in servizio anche per l’ottavo mese. Ho acquistato la tua utilissima guida sulla maternità nella scuola, e ho capito che devo presentare prima dell’inizio dell’astensione obbligatoria un certificato dell’Asl che attesti che posso rimanere in servizio. La mia domanda è la seguente: qualora decidessi di non rimanere in servizio per tutto l’ottavo mese, ma di restare, ad esempio, solo quindici giorni, che tipo di domanda devo presentare alla scuola? Basta una mia richiesta o devo farmi fare un altro certificato? E nella domanda da presentare alla scuola,devo comunque chiedere di rimanere in servizio per un mese, o devo decidere prima quanto tempo intendo restare? Fiduciosa di una tua risposta, ti ringrazio per il servizio offerto.

Modalità di richiesta del congedo parentale

Antonella – sono una docente a tempo indeterminato e vorrei usufruire di 5 giorni di congedo parentale per mia figlia minore di 8 anni.  La domanda va spedita con raccomandata A/R al Dirigente Scolastico della mia scuola? L’articolo 12  comma 7 del CCNL Comparto Scuola riferisce di inviare tale domanda all’ufficio di competenza, cosa si intende per ufficio di competenza? La scuola  o la mia sede INPS di competenza? Grazie per l’attenzione.

Anno di prova e scelta della sede definitiva

Antonella – Salve! Sono una docente immessa in ruolo quest’anno dal 1settembre 2014 (su posto di sostegno scuole medie AD00), da concorso 2012. Ho dovuto scegliere come sede provvisoria una scuola un po’ lontana da casa ma poiché ho una bimba di pochi mesi vorrei prendere il congedo parentale e rimandare l’anno di prova all’anno scolastico 2015-2016. In questo caso l’anno prossimo dovrò fare l’anno di prova sempre in questa sede scolastica in cui sono in servizio oggi? Oppure avrei la possibilità il prossimo anno di sceglierne un’altra (magari se ne renderà disponibile una più vicina a casa)? Grazie anticipatamente.

Congedo parentale per due giorni a settimana

Angela – Cortesemente, vorrei un chiarimento in quanto ho un incarico come docente di sostegno per 18 ore, di cui 9 in una scuola e 9 in un’altra scuola. Per motivi organizzativi mi servirebbe prendere il congedo parentale per due giorni a settimana (sempre gli stessi), Così facendo penalizzerei sempre la stessa scuola dove non andrei mai. Il dirigente potrebbe negarmi questi giorni? O in alternativa,concedendomeli,potrebbe nominare un supplente  per tutto il periodo considerando il fatto che farei una domanda unica a cui allegherei il piano delle assenze? La ringrazio anticipatamente per la Sua gradita risposta e cordialmente La saluto.

Parto prematuro e indennità fuori nomina. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Le scriviamo per la risoluzione di un problema che di seguito Le illustriamo: Una docente con contratto a tempo determinato dal 25/01/2014  al 30/06/2014, già in interdizione anticipata per complic. gestazione con e.p.p. al 17/07/2014, partorisce in data 29/04/2014 ed il bambino nato di 28 settimane, per problemi vari, viene trattenuto in ospedale fino al 10/07/2014. La docente viene collocata in astensione obbligatoria dal 30/04/2014 per n.150 gg., fino al 30/06/2014 con contratto e, dal 01/07/2014, con indennità di maternità fuori nomina sino al 27/09/2014. La docente richiede, ai sensi del CCNL 2007 art.12/3, di fruire dell’astensione obbligatoria e relativa indennità di maternità fuori nomina sino al 20/12/2014. Si chiede cortesemente una delucidazione, essendo tale caso piuttosto complicato. La ringraziamo per l’aiuto e La salutiamo cordialmente.

E’ possibile sospendere un periodo di aspettativa perché incinta?

Monia – innanzitutto ringrazio per il prezioso servizio che offrite. Sono una  docente di ruolo nella scuola superiore dal 2000.Quest’anno ho chiesto un anno di aspettativa dal 1settembre 2014 al 31 agosto 2015 per poter seguire le mie 3 figlie ancora piccole. Ora sono nuovamente incinta. E’ possibile sospende in qualche modo l’anno di aspettativa per poter godere dei diritti della gravidanza? Ringrazio di cuore .

Supplenza e congedo parentale: presa di servizio e retribuzione per figlio inferiore a 3 anni

Teresa – Urgenza.  Chissà se riuscite a rispondermi in tempo per domani mattina ho una convocazione per nomina fino al termine dell’anno con gdi nel caso mi toccasse vorrei accettare, ma subito fare domanda di astensione  facoltativa: ho due bimbi, uno sotto l’anno. posso farlo? devo comunque  prendere servizio un giorno?devo dare preavviso? grazie mille.

Anno di prova per la docente in maternità. Chiarimenti.

Paola – Sono entrata di ruolo dal 1 settembre di questo anno. Sono incinta (inizio terzo mese). salute permettendo, vorrei sostenere l’ anno di prova quest’ anno. la data presunta del parto è il nove maggio 2015. se tutto va bene andrei a scuola fino ad inizio febbraio, poi la ginecologa vorrebbe mettermi in astensione ( viaggio in pulmann e la sede non è vicina) e poi inizierei il congedo obbligatorio due mesi prima. 1) è valido quel mese di astensione nel conteggio dei 180 giorni? 2) se sono in astensione o congedo devo seguire i corsi di formazione o ho l’ esonero.  Li devo frequentare l’ anno prossimo? 3) posso discutere la relazione finale anche se sono in congedo obbligatorio? Grazie mille.

Congedo parentale al termine dell’obbligatoria: non è necessaria la presa di servzio

Francesca – Buongiorno , sono una docente a t.i. della secondaria di secondo grado, attualmente in astensione obbligatoria fino al 9/11. Dal 10/11 vorrei far partire i 30 giorni di  astensione facoltativa al 100%, che però vorrei frazionare togliendo le domeniche e il giorno libero in modo da guadagnare due settimane. Ho letto dal forum che nel passaggio dalla obbligatoria alla facoltativa non è necessario prendere servizio e che la facoltativa è frazionabile. La mia domanda è ,nel mio caso volendo frazionare la facoltativa, devo prendere servizio? Glielo chiedo perché mi è stato detto che se voglio frazionare devo prendere almeno un giorno di servizio, ovvero nel mio caso rientrare il 10 e poi richiedere la facoltativa. In attesa di risposta ringrazio e saluto.

Congedo parentale frazionato: quando il sabato e la domenica non devono essere considerati in conto congedo

Anna – Buongiorno volevo avere per favore chiarimenti sull’astensione facoltativa. ..io sono una collaboratrice scolastica di prima fascia. ..ho chiesto astensione facoltativa il giovedì e il venerdì fino alla fine del contratto. La mia segreteria insiste dicendo che devo coprire il sabato e a domenica con astensione facoltativa. …ma io dal lunedì al mercoledì lavoro…in più noi facciamo settimana corta perché facciamo 36h in cinque giorni. ..volevo sapere se ho ragione io o loro…c’è una legge che spiega questo? Così posso portarla a scuola?

Malattia del bambino anche per il supplente a tempo determinato

Valeria – ho ricevuto un incarico di supplenza breve (14 giorni) per una sostituzione malattia. Sono iscritta alla graduatorie di III fascia.  Vorrei sapere se anche per la nostra categoria è prevista la richiesta di giorni di assenza e/permessi di uscita in caso di malattia del bambino. Sono retribuiti? Se sì, al 50 o al 100%? Grazie.

Il primo mese di congedo obbligatorio è utile all’anno di prova

Gabriella – sono una docente che a partire dal 01/09/2014 ha avuto l’immissione in ruolo per la classe di concorso AD00. Essendo ancora in maternità obbligatoria sino al 04/10/2014 volevo domandarvi se nel computo dei 180 gg necessari per l’anno di prova possa essere conteggiato un mese per l’astensione obbligatoria indicatavi. Grata per la vostra disponibilità e competenza, porgo a voi tutti i più cordiali saluti. Buon lavoro.

Alla docente in maternità che accetta un completamento orario spetta la decorrenza economica del contratto?

Rossella – Salve, sono una docente a tempo determinato in stato di gravidanza con contratto dal 1 settembre al 30 giugno su uno spezzone di cattedra di 8 ore settimanali su 18. La data del parto è prevista per il 12 dicembre e quindi dovrei entrare in congedo obbligatorio in data 11/12 ottobre (o eventualmente  in data 11/12 dicembre). So che prestando servizio su uno spezzone, ho la possibilità di completare il mio orario anche qualora la proposta dovesse arrivarmi durante il periodo di congedo o durante il periodo di interdizione per gravi complicanze della gestazione. Mi è stato detto però (da un sindacalista) che se l’accettazione del completamento dovesse avvenire durante il congedo obbligatorio o durante il periodo di interdizione, il mio contratto avrebbe solo una valenza giuridica e non economica  (in quanto la mia presa di servizio non potrebbe avvenire in modo effettivo) e quindi l’indennità che mi verrebbe corrisposta sarebbe calcolata in rapporto al mio contratto di 8 ore settimanali riferite al contratto avvenuto prima del congedo. E’ realmente così ? Un po’ confusa, attendo un Vostra risposta.

Parto prematuro e mesi di congedo obbligatorio. Calcolo del periodo post parto

Filomena – Buona Sera sono un assistente amministrativo precario in Astensione Obbligatoria,  Essendo stata in interdizione dal lavoro per gravidanza a rischio per tutto il  periodo della gestazione, dal 29/10/2013 al 14/04/2014 con data presunta parto  15/06/2014, avendo partorito il 02/06/2014, il mio DSGA mi ha chiesto di  informarmi perchè ritiene improbabile che mi spetti il recupero dei giorni  dalla data effettiva del parto alla data presunta, in quanto sono stata assente  dal lavoro per tutto il periodo della mia gravidanza. Vi ringrazio e attendo una Vs. risposta.

Congedi per maternità e anno di pre ruolo

Docente – sono una docente neo immessa in ruolo (dal’1 settembre 2014) su posto comune infanzia. A scuola mi hanno chiesto di indicare gli eventuali anni di pre ruolo svolti. Io ho prestato servizio a tempo determinato dall` 1 febbraio 2013 al 30 giugno 2013,(secondaria primo grado) ma dal 28 febbraio in poi sono stata collocata prima in interdizione anticipata e poi in maternità. Mi vale questo periodo come preruolo? Inoltre dal 12 novembre 2013 al 4 maggio 2014 ho avuto un altro contratto a tempo determinato(secondaria primo grado), ma ho usufruito dell’ aspettativa per il primo anno di vita da gennaio fino a fine contratto. Posso inserire questo periodo come pre ruolo?

L’astensione del lavoro fino a sette mesi dopo il parto. Ulteriori chiarimenti

Vanessa – sono una docente di sostegno scuola primaria non immune da toxoplasmosi e rosolia, mi spetta l’allattamento a rischio nel caso in cui la preside non possa spostarmi ad altra mansione? e se mi spostasse ad altra mansione, non sarei comunque esposta a rischi essendo la segreteria all’interno della scuola stessa?

Interdizione per attività lavorativa pericolosa, faticosa, insalubre estesa a 7 mesi dopo il parto

Angela – sono una docente di scuola primaria con contratto a tempo indeterminato in astensione obbligatoria per maternità fino al 18 settembre. Vorrei prolungarel’astensione fino al settimo mese di vita del mio bambino, ma la scuola dice che non è possibile un prolungamento post partum, perchè dopo il parto non si parla più di astensione, ma di puerperio! Allora, mi chiedo: ma il puerperio non è parte della astensione obbligatoria? Ancora. Se dovessi riuscire a ottenere tale estensione, lo stipendio resta al 100% o viene decurtato all’80%? Spero mi rispondiate, perchè così potrei far leggere la risposta al personale ata della mia scuola. Vi ringrazio e vi saluto cordialmente.

Maternità e congedi: chiarimenti per la madre di due gemelle

Veronica – sono mamma di Beatrice e Marta, due gemelline nate il 14  maggio 2013. Insegno tecnologia nella scuola secondaria di primo grado e sono stata immessa  in ruolo nell’anno 2011. Il mio orario è di 18 ore settimanali, per cui ho 9 classi (solitamente 3  corsi). Ho tre quesiti da chiederti in merito alla mia maternità: 1. secondo a come ho interpretato io la legge, credo di aver diritto a 1 mese  al 100% e a 5 mesi al 30% per OGNI figlia, mentre la dirigenza della mia scuola  sostiene che il mese al 100% è comunque solo 1 per cui ne restano 11 al 30%. La  legge esattamente a chi da ragione?

Congedo parentale per il padre separato legalmente

Giovanni – sono un docente di scuola superiore nonché avvocato. Sono separato legalmente da mia moglie con affidamento congiunto dei due figli minori rispettivamente di 1 anno e di 4 anni ed hanno la residenza con mia moglie che è disoccupata. Vorrei gentilmente sapere se mi spetta e posso usufruire del congedo parentale in caso di nomina di docente a tempo determinato dall’ust o dal dirigente scolastico. In attesa di un suo cortese riscontro la saluto cordialmente.

Interdizione fino a 7 mesi dopo il parto e fruizione delle ferie non godute

Noemi – sono una docente di religione a TI in una scuola primaria, dovrei rientrare in servizio il 4 settembre a conclusione del periodo di astensione obbligatoria di maternità. Vorrei capire come muovermi per richiedere il periodo di astensione di ulteriori 7 mesi per rischio biologico dovuto alla possibilità di esposizione a malattie infettive e come poter usufruire delle ferie non godute visto che ero in astensione obbligatoria. Grazie.

Indennità di maternità fuori nomina. Chiarimenti per la docente che ha terminato il contratto.

Angela – ho lavorato dal 9/10/2013 al 30/06 con contratto di lavoro a tempo determinato in qualità di docente supplente per un posto di sostegno per 12 h settimanali. Nel precedente anno scolastico ho prestato servizio presso altre scuole con le medesime modalità. Ho scoperto di essere incinta solo oggi. Ho diritto a far richiesta all’indennità di maternità? Se si, qual è l’iter da seguire? In caso di nomina, a settembre, come mi dovrò comportare se dovessi accettare un incarico? Grazie per la vostra cortese risposta.