Maternità e supplenza. Chiarimenti

Angela –  e sono un’insegnante di scuola primaria a tempo determinato, con incarico fino al temine delle lezioni. Sono incinta (non sono in interdizione dal lavoro) e la data presunta del parto è il 28 agosto. Vorrei chiedere se al termine del contratto mi spettano il periodo di interdizione (dal termine delle lezioni fino al 27 giugno) e il congedo per maternità (dal 28 giugno fino ai tre mesi dopo il parto) fuori nomina. Se sì, quando devo presentare le rispettive domande? Grazie. Cordiali saluti.

Congedo parentale e primi 30 giorni. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, abbiamo in servizio una docente che ha lavorato nel privato fino al settembre 2015. Nel periodo in cui è stata dipendente privata ha usufruito di 40 giorni di congedo parentale, retribuito fin dal primo giorno al 30 per cento. Il figlio è nato nell’anno 2012. Dall’ottobre 2015 la signora è docente. Vorrei sapere, come saranno retribuiti i sette giorni di congedo parentale, per lo stesso figlio, che la medesima ha richiesto per il mese di aprile. Saranno retribuiti per intero, poiché non ha mai usufruito di giorni di congedo parentale retribuiti al cento per cento,  o al 30 per cento , perché non sono i suoi primi 30 giorni? La legge parla di primi 30 giorni retribuiti al cento per cento, per quanto riguarda la scuola, ma se i primi 30  giorni sono stati usufruiti nel privato, che cosa dobbiamo fare? Grazie.

Maternità e retribuzione. Chiarimenti

Lorenza  – Buongiorno, sono un insegnante di scuola dell’infanzia e ho scoperto da poco di essere incinta. La ginecologa mi ha informato che per il mio lavoro è possibile il congedo anticipato per lavoro a rischio. Volevo sapere se per noi insegnanti è prevista la retribuzione al 100% per il periodo di astensione anticipata, o è solo al 80%. Non riesco a chiarirmi bene le idee.  Vi ringrazio anticipatamente per la risposta. Cordiali saluti.

Prolungamento congedo parentale figli con handicap. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Si chiede il seguente quesito Docente di scuola primaria con figlio disabile con gravità (art. 3 comma 3 LEGGE 104/92) NATO IL O4/7/2012, ha chiesto di usufruire del congedo parentale frazionato ,  ha già superato i sei mesi, e continua a chiedere altro congedo parentale asserendo di avere diritto  fino al compimento del 12° anno di vita del figlio  ad un massimo 36  con il 30% di retribuzione per tutto il periodo . Il coniuge ha rilasciato dichiarazione di non aver mai fruito di congedo parentale per il figlio. Si chiede se effettivamente dovrà essere concesso il congedo parentale richiesto come richiesto e se la docente ha diritto fino a mesi 36 per il figlio disabile in gravità.

Interruzione di gravidanza dopo il 180° giorno

Silvia –  Buongiorno, Mi chiamo Silvia e vi scrivo per conto di una mia amica e collega che ora per complicanze di salute non vi può contattare. Vi spiego la situazione. La mia collega/amica si trovava a casa in maternità, fino al 30/12/2016 è stata in aspettativa senza assegni, poi dal 31/12/2016 ha trasformato la sua aspettativa in in maternità a rischio. Dopo però 28 settimane e 4 giorni, cioè a 200 giorni in totale ha dovuto partorire per assenza di battito cardiaco del bambino. Quindi il feto era ormai di fatto già bambino e i 180 giorni erano già stati superati, ora ciò che rimane da chiarire e a cui non sanno dare risposta ne’ il sindacato, ne’ la segreteria della scuola d’appartenenza, è se il diritto della maternità obbligatoria che le spetta è pari a 3 o a 5 mesi. Inoltre altra cosa che non si riesce a capire, è se le spettano o meno i giorni di lutto familiare. Grazie  saluti cordiali.

Graduatoria interna ed anno in maternità

Assistente amministrativo  – alle prima esperienza in ufficio personale e non riesco ad avere informazioni in merito, nemmeno dall’ USP  che non mi passano, mi rivolgo a Lei per il seguente quesito oggetto graduatorie e soprannumerari. La docente M. è  titolare presso IIS Raffaello di X. Con la presente si vuole chiedere un chiarimento per quanto riguarda la procedura per stilare la graduatorie interna  dei docenti per l’individuazione di eventuali soprannumerari; Sappiamo che  i docenti in anno di prova non devono compilare gli allegati per l’aggiornamento della graduatoria ma abbiamo un caso particolare : La docente M.  nata a X il 21.02.1975,  classe di concorso A052 (lettere, latino, greco liceo classico),  è stata assunta  con incarico triennale secondo il Piano Straordinario di Assunzioni – Fase C -potenziamento   dal 1^.9.2016 al 31.08.2019. 18 ore. presso IIS Raffaello di X.Non ha realizzato l’anno di prova nel a.s 2015/2016 in altro istituto (Liceo classico Mamiani di X) in quanto in congedo per maternità. Quest’anno 2016/17 la docente M. svolge il suo anno di prova presso IIS Raffaello. Chiediamo come comportarci in questo caso per quanto riguarda il suo punteggio in graduatoria interna. La docente chiede se ha diritto a sei punti? Vorrebbe che sia considerato il punteggio del as 2015/16. In attesa Suo gentile riscontro porgo,

Congedi di maternità e ricostruzione carriera

Scuola – Buongiorno, siccome troviamo molti commenti contrastanti sulla questione, vorremmo un aiuto nel valutare il seguente servizio ai fini della RICOSTRUZIONE DI CARRIERA. DOCENTE nell’a.s.03/04 che ha 2 mesi di nomina solo giuridica, per astensione obbligatoria DOCENTE nell’a.s.03/04 che ha 9 giorni di nomina solo giuridica ATA conciliazione con USP che ha riconosciuto 10 mesi ai solo fini giuridici Tutti i servizi sopraelencati, essendo solo giuridici, non hanno avuto retribuzione ma sono stati valutati ai fini del punteggio nelle diverse graduatorie. Ci potrebbe chiarire se sono utili ai fini della ricostruzione di carriera e fornire eventuali riferimenti normativi. Grazie Buon Lavoro  La segreteria.

Maternità obbligatoria e rinvio delle ferie. Chiarimenti

Federica – Buongiorno , chiedo chiarimenti in merito alla mia situazione : lo scorso anno sono entrata in maternità obbligatoria (ottavo mese di gravidanza) a partire dal 2 luglio 2016, quindi non ho potuto fruire dei 34 gg di ferie in quanto nei mesi luglio e agosto mi trovavo già in maternità obbligatoria … La mia domanda è questa : “ho perso” quei 34 gg oppure posso ancora farli quest’anno ? Grazie

Orario di allattamento. Chiarimenti

Docente – Buongiorno, sono un insegnante di scuola primaria. Volevo Chiarimenti per quanto riguarda le ore di allattamento. Per fare l’orario ho tenuto conto delle ore giornaliere. Dove ho 6 o più ore, ho messo due ore di allattamento e nei giorni in cui ne ho meno, ne abbiamo tolta una. Il venerdì, peró, ho solo un’ora di scuola e quindi sono rimasta a casa. La dirigente mi ha contattato dicendomi che non posso stare a casa perché non posso avere due giorni di riposo. Premetto che l’orario l’ho fatto con la coordinatrice cercando di salvaguardare le ore frontali con gli alunni. Grazie.

Parto prematuro e decorrenza congedo obbligatorio

Docente – Buongiorno, sono un insegnate di Scuola Primaria con contratto a tempo indeterminato. Entro in maternità obbligatoria il 22 agosto 2016 con data presunta parto il 22 settembre 2016. Partorisco il 18 settembre 2016 ma per gravi problemi di salute mia figlia viene da subito ricoverata in terapia intensiva. Viene dimessa il 9 dicembre 2016.  Mi chiedo se i giorni di ospedalizzazione siano da considerarsi normale maternità o se invece la mia maternità debba partire dal giorno delle dimissioni.

Interruzione di gravidanza. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Docente assente per gravidanza dal 23/08/2016 al 22/12/2016 (Interdizione per gravidanza a rischio) poi dal 23/12/2016 al 22/02/2017 (astensione obbligatoria) data presunta del parto 22/02/2017, purtroppo in data 08/02/2017 è avvenuto il decesso del bambino, si chiede come procedere per l’assenza del docente. Grazie. Cordiali Saluti

Maternità e ferie. Chiarimenti

Claudia  – docente a tempo indeterminato (scuola secondaria di II grado). Vi scrivo per avere un chiarimento in merito alla seguente questione: dal giorno 12 Ottobre 2016 sono a casa in “gravidanza a rischio” (data presunta del parto 18 Aprile 2017). Facendo qualche calcolo la mia astensione obbligatoria dovrebbe concludersi intorno al 18 Luglio. La domanda che vi pongo è la seguente: posso rientrare a scuola e poi chiedere la fruizione delle ferie maturate nei mesi precedenti? E in caso affermativo, al termine della fruizione delle ferie (che ipotizzo coincidere con fine Agosto), posso richiedere l’ulteriore mese (30gg) di astensione retribuita al 100%? Vi ringrazio in anticipo.

Proroga/conferma supplenza per le docenti collocate in maternità

Scuola – Gentilissimo Dott. Pizzo, Le pongo il seguente quesito: Una docente supplente temporanea (n. 1), nominata in sostituzione di una docente titolare in maternità dal 02/12 al 23/12, deve assentarsi per congedo obbligatorio per maternità dal 10/12 al 23/12 e viene sostituita da un’altra docente supplente temporanea (n. 2). Dal 24/12 al 06/01/2017 alla docente n. 1 viene pagata l’indennità di maternità fuori nomina. Dal 07/01/2017 la docente titolare è di nuovo assente: la proroga della supplenza spetta solo alla docente n. 2 che vanta la continuità didattica o ad entrambe? Nel caso la proroga del contratto spetti solo alla supplente n. 2, alla supplente n. 1 spetterà solo l’indennità di maternità? In attesa di una cortese risposta, si ringrazia per la preziosa e competente collaborazione e si porgono distinti saluti La segreteria amministrativa.

Congedo parentale e periodo retribuito per entrambi i genitori

Annarita  – vorrei una info. Sono docente immessa in ruolo , ho due bimbe 4 anni e 9 mesi. Da settembre sono in congedo per la prima bimba ( 4 mesi fino a febbraio). Vorrei continuare poi con il congedo fino a giugno. Mio marito lavora in ambito ospedaliero, non ha mai usufruito del congedo. Nel caso volesse da settembre chiedere il congedo puo farlo? ho letto che i due genitori non possono superare 11 mesi di congedo in totale, è vero? quando si hanno più figli minori di 8 anni come si procede? terminato il periodo di congedo per la prima figlia posso chiedere altri mesi per la seconda? e mio marito poi da settembre puo chiedere congedo per seguirci? Sono stata immessa in ruolo in Piemonte ma vivo in Campania e vorrei trasferirmi da settembre, quindi vorrei sapere come procedere. Grazie in anticipo e buon anno.

La conferma della supplenza dal 9/1 spetta anche alla docente in interdizione per gravi complicanze della gestazione

Scuola – Una docente titolare assente fino al 22.12.2016 (ultimo giorno di attività didattica) per congedo parentale, ci fa pervenire la messa a disposizione dal giorno 23.12.2016 (quindi interrompe il congedo parentale). Per la sostituzione della docente titolare viene nominata la docente supplente A che dal 17.11.2016 è collocata in interdizione per complicanze della gestazione e di conseguenza in sostituzione della docente A viene nominata un’altra docente supplente B che resta in servizio fino al 22.12.2016. Se la docente titolare dovesse continuare con il congedo parentale alla ripresa delle attività didattiche (09.01.2016) dovremmo prorogare, a tutela della continuità didattica nelle classi, la supplenza alla docente supplente B che è stata effettivamente in servizio sino al 22.12.2016 e/o anche alla docente supplente A che è in interdizione per complicanze della gestazione? Altresì, alla docente supplente A è stata riconosciuta l’indennità di maternità fuori nomina per il periodo 23.12.2016-08.01.2016. Certi di un vs. riscontro, porgiamo cordiali saluti.

Altro lavoro e congedo parentale. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Con la presente si richiede un chiarimento circa la seguente situazione: Una docente di scuola secondaria di primo grado ha accettato un incarico fino al 30 giugno (termine attività didattiche) per n. 4 ore su 18. Nel frattempo ha chiesto un mese di congedo parentale per il figlio e tre giorni di malattia per se stessa. Contestualmente all’inizio della supplenza la docente ha chiesto l’autorizzazione per l’esercizio di altri servizi: di ricercatore/architetto (tipo co.co.co ). Si può autorizzare la docente ad esercitare considerato che ha richiesto per lo stesso periodo congedo parentale? Inoltre la docente potrebbe continuare ad assentarsi per ulteriori periodi. La segreteria.

Maternità post-partum con parto anticipato. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buon giorno abbiamo convocato a novembre, una supplente, la quale ha accettato dichiarando di essere in puerperio, quando ha inviato i certificati di nascita, due gemelli, ha anche chiesto di essere collocata in congedo per puerperio fino al 29 dicembre; dall’esame del certificato di nascita risulta che i bambini sono nati il 29 agosto 2016, pertanto le abbiamo scritto dicendo che ha diritto a tre mesi e non a quattro. La signora ci allora inviato il certificato con la data presunta del parto dalla quale si evince che i bambini dovevano nascere il 29/09, pertanto lei chiede che il mese di anticipo, come avviene di solito,  sia conteggiato nel puerperio. Essendo una supplenza breve ed avendo accettato l’incarico in un periodo in cui tecnicamente era già in puerperio la scuola deve posticipare di un mese il periodo in esame? Grazie.

Flessibilità del congedo di maternità. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Si chiede se una docente che ha chiesto di posticipare all’ottavo mese di gravidanza l’inizio dell’astensione obbligatoria, puo’ nel corso di questo mese chiedere dei giorni di congedo parentale 1-12 anni  per il  primo figlio oppure congedo malattia del bambino (primo figlio maggiore di tre anni ) senza perdere il diritto al posticipo dell’intero mese.

Visita fiscale e retribuzione del congedo parentale

Scuola – Avrei da sottoporre due quesiti: 1)Ho ricevuto un certificato medico per un dipendente con la seguente dicitura barrata: “stato patologico sotteso o connesso alla situazione di invalidità riconosciuta”. Questi giorni di assenza vanno trattati come grave patologia (al dipendente è stata riconosciuta la grave patologia) o come assenza di malattia? 2) i primi trenta giorni di congedo parentale retribuiti al 100% fino  quale età del bambino possono essere fruiti? ci sono vincoli di reddito? Ringrazio in anticipo e porgo cordiali saluti.

Riposi per il padre e astensione obbligatoria della madre – supplenza breve graduatorie di terza fascia. Chiarimenti

Giuseppe – Salve,  sono un dipendente privato con due figli di 5 anni e 2 mesi (compiuti il 15 novembre). Per il piccolino sto usufruendo di 2 ore di allattamento in quanto mia moglie è disoccupata. Il 16 novembre mia moglie è stata contattata per una supplenza di due settimane (graduatorie d’istituto terza fascia) presso un Istituto di Scuola Secondaria di primo grado. Si è presentata presso la scuola per accettare l’incarico ed ha comunicato di essere in astensione obbligatoria presentando opportuno modulo di richiesta e certificato di nascita del bambino. Vorrei sapere se il contratto a tempo determinato stipulato scadrà a fine supplenza a fine novembre o l’indennità di maternità sarà automaticamente prorogata fino al compimento del terzo mese del bambino. Inoltre, ho letto sul sito INPS che l’allattamento del padre lavoratore non è compatibile con l’astensione obbligatoria della madre, è necessario fare qualche comunicazione particolare al mio datore di lavoro, all’INPS e/o alla scuola? Un sentito ringraziamento per la gentile collaborazione.

Malattia bambino dopo i 3 anni. Chiarimenti

Francesco – Spett.le OrizzonteScuola, “Chiedilo a Lalla”, buongiorno. Sono un’insegnante precario di III fascia con un incarico al 30 giugno 2017 ed avrei da porvi una domanda sulla malattia del bambino dai 3 agli 8 anni. In base alla legge attuale se il bambino ha una età compresa fra i tre e gli otto anni spettano cinque giorni di congedo all’anno per ciascun genitore, da fruire sempre alternativamente.  I suddetti cinque giorni di congedo devono intendersi per ciascun figlio e per anno di vita (non per anno scolastico o solare) e non sono trasferibili all’altro genitore; anche il genitore solo ha diritto semplicemente a cinque giorni annui. Ebbene questi cinque giorni all’anno, nel caso di un contratto pubblico, sono retribuiti ed in che misura? I trenta giorni all’anno per i primi tre anni di vita del bambino nel pubblico sono retribuiti al 100%, dopo i tre anni di vita come funziona? Ho due gemelle di tre anni, già compiuti a giugno 2016, e vorrei capire come procedere. Grazie. Cordiali saluti.

Il congedo di maternità fa maturare il diritto alle ferie (queste verranno rimandate nei giorni di sospensione delle lezioni)

Marzia – Buonasera, sono un’insegnante di ruolo delle Superiori, ho partorito due gemelli il 10 Luglio (data presunta parto 22 Agosto), pertanto l’astensione obbligatoria è coincisa con il canonico periodo di fruizione delle ferie insegnanti. Questi giorni di ferie non goduti possono essere in qualche modo utilizzati nel periodo di congedo facoltativo? Posso rientrare al lavoro a fine lezioni a Giugno per poi riprendere il congedo facoltativo a Settembre? Grazie mille.

Il congedo parentale può essere fruito contemporaneamente dai genitori

Agata   – Salve, leggo spesso quando voi scrivete e siete una risorsa preziosa. Adesso però mi trovo in difficoltà. Io e mio marito siamo dipendenti a tempo determinato personale ata e abbiamo un bimbo di 8 mesi. Lavoriamo in provincia di milano, ma siamo residenti in provincia di catania. Prossima settimana dovremmo fare il richiamo di un vaccino al piccolo e abbiamo entrambi richiesto congedo parentale per gli stessi giorni. La scuola di mio marito si oppone dicendo che non possiamo fruirne contemporaneamente e ha perfino contattato la mia scuola dando questa informazione a mio avviso errata. Come posso fare a dimostrare che ci spetta e non possono negarlo? C’è una specifica normativa per il comparto scuola? Attendo una risposta tempestiva. Grazie mille.