Graduatoria interna di istituto in un IIS: si predispone per ogni indirizzo con specifico codice meccanografico

Maria  – L’IIS ove lavoro comprende 4 indirizzi liceali con un unico codice meccanografico, ma due codici meccanografici diversi nell’organico di diritto (un codice per liceo scientifico e linguistico ed un altro codice per liceo classico e liceo scienze umane), inoltre le graduatorie interne sono due (una per liceo scientifico e linguistico l’altra per liceo classico e scienze umane). Tutto ciò è normale? La graduatoria interna non dovrebbe essere unica?

Docente soprannumerario: è determinante la posizione occupata nella graduatoria interna, non la tipologia di cattedra occupata

Tiziana – Sono una docente di scienze motorie di ruolo ed assunta a tempo indeterminato in una scuola media di Roma. Quest’anno è arrivata sul potenziamento della mia stessa materia, una collega che è entrata di ruolo lo scorso anno ma che ha un punteggio più alto di me nella graduatoria di istituto. Volevo sapere, dato che il prossimo anno avremo un dimensionamento, nel caso di perdita di posto, sono io a dover lasciare la cattedra? Anche se sono su scienze motorie e non sul potenziamento? O la mia collega? Con l’organico dell’autonomia ho molta confusione e pochi sanno darmi risposte certe. Vi ringrazio, cordiali saluti

Graduatorie interne di istituto per IIS con 4 indirizzi e unico codice meccanografico: chiarimenti

Maria – E’ possibile che un IIS costituito da 4 indirizzi liceali (classico, scienze umane + scientifico e linguistico accorpate ai primi due 4 anni fa), con un unico codice meccanografico, unica presidenza ed unica segreteria, abbia due graduatorie interne una relativa al classico e scienze umane e l’altra relativa allo scientifico e linguistico?

Punteggio titoli per graduatoria interna di istituto: si valutano 12 punti solo per concorso ordinario e non per concorso riservato

Antonietta – Sono stata trasferita dalla scuola primaria alla scuola secondaria di secondo grado in seguito al  superamento concorso Lettere bandito con l’O.M. 170 del 20/06/1988. Vorrei sapere se è vero che questa abilitazione non vale  nulla ai fini della graduatoria interna d’istituto. Ringraziandovi porgo distinti saluti

La fruizione del congedo biennale è utile ai fini del punteggio di ruolo?

Rosa – Gentilissima, sono una docente assunta con fase C da Gae , trasferita , a seguito della mobilità nazionale, nell ‘ ambito 35 di Varese. Avendo madre disabile ai sensi dell’ art.3 comma 3 della legge 104/92, vorrei chiedere se il congedo biennale   da diritto  alla retribuzione ed alla maturazione del punteggio. Inoltre qualora lo chiedessi fino al termine delle attività didattiche avrei diritto alle ferie? Ringrazio anticipatamente per la risposta.

Graduatoria interna di istituto e docente in AP : deve essere regolarmente inserito nella graduatoria della scuola di titolarità

Antonio – Sono un docente di ed. tec. (A033) titolare su un CPIA, quest’anno in assegnazione provvisoria su un’altro CPIA di un’altra provincia. Il CPIA di titolarità ha pubblicato la graduatoria interna di istituto e mi sono accorto di non essere presente. La mia domanda è semplice: è normale che non sia presente a causa dell’assegnazione provvisoria? Distinti saluti

Graduatoria interna di istituto: il trasferimento all’interno di un IIS da un indirizzo ad un altro interrompe la continuità con conseguente perdita del punteggio

Antonio – Se possibile gradirei un chiarimento in ordine alla compilazione delle graduatorie interne di un Istituto di istruzione superiore che, da qualche anno, ha due codici meccanografici e due graduatorie interne del personale in quanto comprende un liceo scientifico scienze applicate ed in istituto tecnico. Nella fattispecie un docente che lo scorso anno, per la stessa classe di concorso, ha chiesto il trasferimento dall’istituto tecnico al liceo, (all’interno dello stesso istituto), è stato graduato in coda nella graduatoria della sua disciplina, (pur avendo un punteggio più alto dei colleghi che lo precedono), ma non ha subito l’azzeramento del punteggio di continuità cumulato precedentemente nell’istituto tecnico, (come normalmente avviene per i trasferimenti a domanda volontaria quando si arriva in una nuova scuola). E’ corretto l’operato della segreteria della scuola? Trattasi, di fatto, di un trasferimento volontario da una scuola ad un’altra o è diverso trattandosi di uno stesso istituto e pertanto si mantiene la continuità? Grazie della risposta.

Graduatoria interna di istituto: valutazione punteggio di servizio sul sostegno e in scuola di montagna

Maria – Salve sono un’insegnante di sostegno con titolo di specializzazione. Ho lavorato sempre sul sostegno. Ho 9 anni di sostegno pre-ruolo e di questi 9 anni 1 (il primo anno) l’ho svolto in una pluriclasse di montagna . Inoltre ho anche un anno di ruolo sul sostegno. La mia domanda è questa: come si calcola il punteggio nella graduatoria interna? Quanto mi vale il punteggio di montagna?  Grazie in anticipo per la cortese attenzione

Punteggio continuità per docente soprannumerario: non si perde se si presenta ogni anno (per un ottennio) domanda condizionata

Gianfranco – Sono un docente di scuola superiore dichiarato perdente posto e trasferito nell’ ambito della stessa istituzione scolastica dal corso AFM a quello TUR.  Non ho fatto domanda di trasferimento su AFM perché non vi sono ore anzi vi è stata ulteriore contrazione. Ai fini della graduatoria interna del corso TUR dove sono titolare va riconosciuto il punteggio di continuità nella scuola visto che il trasferimento è avvenuto perché dichiarato perdente posto? Cordiali saluti

Graduatoria interna di istituto e punteggio continuità nell’anno di prova. Chiarimenti

Paolo – Sono un docente tecnico pratico ( ITP ) ed insegno in una scuola secondaria di secondo grado. Ho necessità di informazioni sul punteggio di continuità legato all’anno di prova per le graduatorie interne d’istituto.  Leggo spesso nel blog di O.S. per la scuola secondaria di II grado che: “Graduatoria interna e punteggio continuità: non si valuta l’anno di prova anche se svolto nel Comune di attuale titolarità“. Non riesco a trovare, nel C.C.N.I. dell’8 aprile 2016, dove sia indicata tale dizione (anno di prova non valutabile). Leggo solamente nella nota 5 dell’allegato D : “Non va valutato l’anno scolastico in corso al momento della presentazione della domanda“; ed anche “con esclusione sia del periodo di servizio pre-ruolo sia del periodo coperto da decorrenza giuridica retroattiva della nomina“. Io sono stato immesso in ruolo con concorso per soli titoli nell’anno scolastico 1989/1990, concorso relativo a posti di insegnante tecnico pratico (ITP) -tabella “C”. Quindi l’a.s. 1989/90 (anno di prova) non viene valutato per la continuità, ma dove è scritto? Grazie. Cordiali saluti. Vi ringrazio tanto.

Graduatoria interna: il trasferimento da sostegno a posto comune fa perdere la continuità e il doppio punteggio per il servizio svolto sul sostegno

Scuola – Nella graduatoria interna un docente ha prestato servizio in qualità di docente su posto di sostegno per 5 anni. Dall’a.s. 2014/2015 ha avuto il trasferimento su posto comune. La continuità è interrotta ma il punteggio per gli anni sul sostegno è sempre doppio? La ringrazio anticipatamente

Graduatoria interna e punteggio di continuità nella scuola e nel comune di titolarità: i due punteggi non sono cumulabili per lo stesso anno scolastico

Rita – Sono docente di francese presso una scuola secondaria di secondo grado. Ho un problema per quanto riguarda i criteri di calcolo del punteggio di continuità relativo al punto C0)- Anzianità di servizio della scheda di individuazione dei docenti soprannumerari (Graduatoria Interna d’Istituto). Avendo prestato 10 anni (escluso quest’anno) di servizio di ruolo nel comune di attuale titolarità, di cui 8 anni come docente di sostegno sulla AD02 – Cl.Conc.A246 e 2 anni come docente di Francese Cl.Conc: A246, credo di aver diritto a 1 x 10 punti

Graduatoria interna di istituto e dottorato di ricerca

Dirigente Scolastica   – Buonasera. Pongo il seguente quesito: una docente, a seguito della pubblicazione delle graduatorie interne di istituto, essendo risultata ultima per un punto, ha presentato (solo dopo la pubblicazione, entro il termine dei 10 giorni previsto per il reclamo) una certificazione in data 13 maggio 2016 di un corso risalente al 1990 presso la Scuola superiore Sant’Anna di Pisa. La Scuola Universitaria ha certificato l’ammissione al corso, avvenuta per concorso, e la successiva frequentazione per tutta la sua durata (triennale). Sul certificato è riportata inoltre questa dicitura: “ Si precisa che il diploma di perfezionamento conseguito presso la Scuola è equipollente al Dottorato di ricerca…..”, ma sembrerebbe che questo diploma non sia stato conseguito, in quanto la certificazione attesta di fatto solo la regolare frequenza. Domanda 1: si può accettare una certificazione pervenuta successivamente alla pubblicazione, seppur provvisoria, delle graduatorie? Domanda 2: la semplice, se pur attestata frequenza, può dar luogo all’attribuzione di un punteggio? Se sì, quanti punti? Ringrazio

Graduatoria interna e punteggio continuità: non si valuta l’anno di prova anche se svolto nel Comune di attuale titolarità

Monica – Desidererei avere un chiarimento sul calcolo del punteggio per la continuità nel Comune (punto C0 della scheda per la valutazione dei titoli finalizzata alla compilazione della graduatoria interna d’istituto). In una delle vostre risposte si legge: “al docente potrà essere riconosciuto il punteggio di continuità nel  Comune solo se riferito ad anni prestati in una scuola diversa da quella di attuale titolarità ma sempre ubicata nello stesso Comune. 1 pp. per ogni anno.” Non mi è chiaro se  l’anno di prova, svolto nello stesso Comune dell’attuale sede di titolarità, rientra in questo ambito, dando diritto a 1 punto oppure no. Grazie. Cordiali saluti.

Invalidità ed esclusione dalla graduatoria interna. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Una collaboratrice scolastica trasferita presso il nostro Circolo Didattico dal 01/09/2015 è in possesso di un verbale di invalidità (ai sensi  dell’art.20 della legge 3 agosto 2009 n°102)- si allega copia verbale di accertamento. La suddetta Collaboratrice Scolastica è esclusa dalla graduatoria dei soprannumerari per il prossimo anno scolastico? Si ringrazia tantissimo per la collaborazione

Graduatoria interna e punteggio di ricongiungimento. Chiarimenti per il Dirigente

Dirigente Scolastico  – Si richiede parere in merito alla problematica seguente: nella graduatoria interna di Istituto il punteggio per il  ricongiungimento al coniuge spetta se il comune di titolarità coincide  con quello di residenza del coniuge o è comune viciniore. Le tabelle di viciniorietà sono provinciali. Quindi il ricongiungimento spetta solo in ambito provinciale? C’é una normativa di riferimento?

Bonus 10 punti e trasferimento a domanda condizionata: il punteggio non si perde e deve essere valutato nella graduatoria interna

Anna Maria – Sono una docente della Scuola di Istruzione Secondaria Superiore, vorrei sapere se, avendo presentato la domanda condizionata per poter rientrare nell’Istituto di precedente titolarità, ai fini della compilazione della graduatoria interna d’Istituto, si perde il bonus di 10 punti acquisito a decorrere dall’a.s. 2000/2001. Grazie

Punteggio per figlio nelle graduatorie interne ATA

Scuola – Buongiorno. Una Assistente amministrativa partorisce il 05 maggio quindi entro il termine di presentazione delle domande di trasferimento ATA ( 16 Maggio) e dopo aver presentato la scheda per la graduatoria interna. La graduatoria interna verrà pubblicata la prossima settimana Si puo attribuire il punteggio per il figlio minore di sei anni ? O c’è una tempistica tipo requisiti residenza Legge 104 etc.? Oppure va  considerato come i titoli da possedere entro il termine di scadenza della presentazione domande di trasferimento? La normativa cita il figlio che compie tra i sei e i diciotto anni dal 01 gennaio al 31 dicembre dell’anno in cui si presenta domanda di Trasferimento quindi per equivalenza anche graduatoria interna? Attendo Vostra gentile risposta. Ufficio Personale.

Trasferimento nella stessa scuola e punteggio continuità

Scuola – Gent.mi vorrei un chiarimento sulla continuità nella stessa scuola. all’interno di un Istituto Superiore (liceo classico – liceo scientifico – liceo artistico – liceo linguistico) un docente che passa da una scuola ad un’altra (da liceo classico al liceo scientifico sempre dello stesso istituto superiore) con domanda di trasferimento perde la continuità?

Punteggio di continuità: valutazione differente per graduatoria interna e per trasferimento

Maria Pia – Gentilissimi,  vorrei presentare domanda di trasferimento interprovinciale e pertanto chiedo un chiarimento relativo al punteggio per la continuità di servizio nella stessa scuola. Sono stata immessa in ruolo su sostegno primaria nel 2012/2013. Ho svolto l’anno di prova presso la scuola X. Ho ottenuto la titolarità in altra scuola della provincia, ma grazie all’assegnazione provvisoria (ricongiungimento familiare) per l’anno 2013/2014 ho continuato a prestare servizio nella scuola X. Dall’anno 2014/2015 ho ottenuto la titolarità. Non considerando l’a. s. in corso, ho diritto ai 3 punti per la continuità di servizio nella stessa scuola? Grazie e cordiali saluti

Diploma di specializzazione e assegnazione di 5 punti

Scuola –  una insegnante di sostegno della scuola primaria, ai fini dell’individuazione dei perdenti posto, chiede che vengano valutati i seguenti titoli come segue: 1: laurea triennale punti 3 2: Diploma di specializzazione biennale “ Metodologie didattiche sulla disabilità per alunni con handicap sociale e di apprendimento: indirizzo insegnanti della scuola Primaria” ai sensi della l. 341/90 art. 6 ed 8 , 1500 ore e 60 CFU: punti 5

Trasferimento da sostegno a posto comune. Punteggio per gli anni di ruolo.

Scuola – Gentilissimi, vorrei porvi il seguente quesito: Una docente ha ottenuto per l’a.s. 2015/16, superato il quinquennio, il trasferimento dal sostegno (AD04) alla materia (A029). Ora, nella graduatoria interna, gli anni di ruolo prestati sul sostegno vanno indicati nella casella A (valutabili quindi 6 punti per anno) oppure nella casella B (altro ruolo) valutabili 3 punti per anno?