Graduatoria interna e valutazione titoli: punteggio per concorso ordinario, ma non per concorso riservato

Salve, gentilmente, per la graduatoria interna, potrei sapere se vengono attribuiti i 12 punti per il superamento del concorso riservato  O.M.n. 33 del 2000 o altro punteggio anche inferiore? Per favore, attendo una vostra cortese risposta, perché è importante. Grazie infinite per la vostra disponibilità.

Graduatoria interna e punteggio ricongiungimento: spetta se il comune di titolarità coincide con quello di residenza del coniuge o è comune viciniore

Francesca  –  Sono una docente a t.i. della scuola secondaria di II grado. Nel compilare la domanda per la graduatoria interna di istituto, trovo che sono attribuiti 6 punti per il ricongiungimento al coniuge. Io e mio marito siamo entrambi residenti nel comune X, nel quale non vi sono scuole secondarie di II grado. Lavoro in un comune limitrofo a X, ma non il più vicino in termini di km, bensì in termini di percorrenza del tragitto. In segreteria mi dicono che tale punteggio non mi spetta, perché io e mio marito risiediamo in un comune ed io lavoro in un altro! Ma se in X la scuola non c’è… Potreste aiutarmi? Grazie

Punteggio per superamento di concorso anche se si è entrati in ruolo dalla GAE

Daniela –  sono una docente immessa in ruolo nel 2008 da graduatoria permanente classe di concorso A346, a seguito di O.M. n.153 del 15 giugno 1999 (concorso per solo titoli) ed ho superato il concorso a cattedra  per  titoli ed esami ambito disciplinare K05B,  D.M. .354 del 10 agosto 1998. Mi spettano i 12 punti nella graduatoria d’istituto previsti per il superamento di un pubblico concorso, punto A – Titoli generali? Cordialmente

Diploma di specializzazione per il sostegno e lettera D esigenze di famiglia

Laura  – ho una serie di dubbi che le volevo sottoporre: 1-  se sono titolare su posto comune il diploma di specializzazione polivalente può essere valutato come diploma di specializzazione con l’attribuzione dei 5 punti. 2- diversi dubbi sull’attribuzione del punteggio titolo II punto D: cura e assistenza del figlio con minorazione… Si tratta di un punteggio aggiuntivo per coloro che  debbono essere esclusi dalla graduatoria d’istituto secondo le indicazioni del CCNL o si tratta di un punteggio da attribuire a tutti coloro che usufruiscono della 104 per l’assistenza dei figlio, coniuge o equiparati (es: usufruisco della 104 per l’invalidità permanente di mia suocera (parenti o affini) in questo caso non vengo esclusa dalla graduatoria ma mi verranno attribuiti i 6 Punti.

Calcolo degli anni svolti sul sostegno, pre ruolo e altro ruolo

Docente – vorrei un chiarimento sull’attribuzione del punteggio per il servizio prestato su sostegno. Ho letto da più parti che il punteggio va raddoppiato se il servizio su sostegno è stato effettuato in possesso del necessario titolo e se attualmente si lavora su sostegno, ma non riesco a trovare note sull’attribuzione del doppio punteggio nel caso di servizio su sostegno prestato in altro ruolo rispetto a quello di appartenenza. Cerco di spiegarmi meglio: sono di ruolo dall’a. s. 2014/15 su sostegno infanzia, ho due anni di pre-ruolo su sostegno primaria e quattro di altro ruolo sempre sostegno primaria. La segreteria della mia scuola mi ha assegnato 28 punti di servizio, ma ho l’impressione che ci sia un errore. Mi puoi aiutare a capire se anche nel mio caso si doveva applicare il doppio punteggio e, se sì, puoi indicarmi qualche riferimento normativo in merito? Certa di un tuo cortese riscontro, ti porgo i miei saluti.

Assistenza alla figlia ed esclusione dalla graduatoria. Chiarimenti per il DSGA

DSGA – Buon giorno, durante la redazione della graduatoria interna dei docenti della scuola primaria può un docente, che assiste la figlia portatrice di handicap ai sensi dell’art. 3 comma 3 della Legge 104/92, essere escluso dalla suddetta graduatoria. Eventualmente se può essere indicato il punto del CCNI con il quale si riconosce questo beneficio. Grazie

Esclusione dalla graduatoria interna. Chiarimenti per il Dirigente

Dirigente – Spettabile Orizzonte scuola, sono un D. S. alle prese con le graduatorie interne con l’esclusione dalle stesse per la legge 104/92. Ho una docente, in particolare, che ha una certificazione (vecchia) dell’ASL  L. 104/92 datata gennaio 2010 dove è barrata la terza casella che dice testualmente : “ Persona con minorazione prevista dalla definizione di handicap di cui al comma 1, art. 3 della L. 104/92 ( superiore ai 2/3) o iscritta alle cat. I-II- III – Tab. A 10/8/50 n°648.” Si precisa che, sulla certificazione, non c’è scritto se è rivedibile oppure non rivedibile. Successivamente la docente è sottoposta, nel novembre 2013, dalla commissione medica per l’accertamento dell’invalidità civile (ai sensi dell’art. 20 della Legge 3 /08/2009 n°. 102). La commissione medica riconosce all’interessato: INVALIDO con riduzione permanente della capacità lavorativa con una percentuale al 50%. Il sottoscritto, considerato che non vuole danneggiare nessuno, vorrebbe un parere motivato per sapere se la docente, la cui documentazione è descritta sopra, deve essere esclusa o no dalla graduatoria visto che dall’ultima certificazione l’invalidità è inferiore ai 2/3. In attesa di un celere riscontro, si ringrazia per la disponibilità e si porgono DISTINTI SALUTI

Continuità nel comune e istruzione degli adulti

Marinella – Buongiorno, sono un’insegnante di scuola media e nella compilazione della graduatoria interna d’istituto non è stato tenuto conto del punteggio acquisito nella sede di titolarità Co, 2 anni di servizio come titolare nel ctp dello stesso comune in quanto a loro dire non valido, ai fini della continuità, il servizio in un centro territoriale. Nel ringraziarvi per la cortese attenzione resto in attesa di una vostra risposta.

Punteggio bonus 10 pp. Chiarimenti

Neva  – Gentilissimi,  Sono trascorsi diversi anni , ma i dubbi, le incertezze e i conseguenti errori in merito all’attribuzione del famoso bonus aggiuntivo di 10 punti permangono. Questa la mia domanda: è legittimo attribuire il bonus, ai fini della compilazione della graduatoria di Istituto, anche a coloro che sono stati immessi in ruolo prima dell’anno scolastico 2000/2001?Ricordo di aver letto a suo tempo che avevano diritto all’attribuzione del punteggio aggiuntivo i neoimmessi in ruolo a partire da quell’anno, e che costoro avrebbero avuto il tempo di maturarlo entro l’anno 2007/2008.Chi , però, è stato immesso in ruolo -ad esempio- tramite concorso del 1990 o del 1986, e ovviamente non ha partecipato ad alcun movimento negli anni 2000/2007, rimanendo quindi sempre nella stessa sede, ha diritto anch’egli al punteggio aggiuntivo? Sperando in un vostro cortese riscontro, vi invio i miei saluti.

Valutazione punteggio laurea in Scienze della Formazione Primaria

Cinzia  – mi ha contattata la segreteria della scuola primaria nella quale presto servizio a tempo indeterminato. L’ufficio ha dei dubbi relativamente all’attribuzione del mio punteggio. Io ho conseguito la laurea quadriennale in Scienze della Formazione Primaria (vecchio ordinamento) nel 2012. Mi sono poi iscritta all’anno integrativo per conseguire anche il secondo indirizzo (laurea in Scienze della Formazione Primaria – indirizzo Infanzia) sostenendo altri esami, frequentando altri laboratori e discutendo una seconda tesi nel 2013. La segreteria é in dubbio se attribuire punteggio  per una o due lauree. Gradirei avere il vostro parere. Ringrazio e saluto cordialmente.

Anni di ruolo e di altro ruolo scuola infanzia e primaria. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buon giorno, Con la presente sottoponiamo alla Vs. spettabile redazione i seguenti quesiti: 1) Ai fini della graduatoria interna d’istituto come viene considerata nel presente anno scolastico una Docente di ruolo scuola materna Collocata fuori ruolo e/o utilizzazione temporanea in altri compiti per accertati motivi di salute? 2) Docente di scuola primaria: Immissione in ruolo scuola dell’infanzia dall’anno 1992/93 all’anno 1996/1997. Dall’anno 1997 all’anno 2000/2001 passaggio alla scuola primaria. Dall’anno 2001/2002 all’anno 2007/2008 passaggio alla scuola dell’infanzia. Dall’anno 2008/2009 passaggio alla scuola primaria a tutt’oggi come si valuta il servizio nel ruolo di appartenenza? E’ giusto valutare i 7 anni della primaria e precisamente dal 2008/2009 fino al 31/08/2015 7 anni x6 punti. I restanti anni sommando gli anni dell’infanzia – primaria – infanzia x 3 punti? Confidando in una vs. celere risposta, ringraziamo per la cortese attenzione prestata. La segreteria Ufficio Personale.

Graduatoria interna docenti e ATA. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Gent. redazione, la nostra scuola ha individuato come soprannumerario un docente di sostegno il quale ci ha fatto ricorso in quanto secondo lui andava individuata la collega beneficiaria della L104 che per l’a.s. 2016/2017 ha prodotto domanda di mobilità volontaria per il comune di residenza dell’assistito, in quanto pur beneficiando dell’esclusione ai sensi del comma 2 lett. a) art. 13 CCNI mobilità per l’a.s. 2016/2017 è arrivata nel nostro istituto per trasferimento in questo anno scolastico e quindi va comunque considerata ultima in graduatoria. Si chiede inoltre se nella formulazione della graduatoria interna ATA il servizio militare viene considerato. Ringraziando per la preziosa consulenza porgiamo cordiali saluti.

Passaggio di ruolo e ultima arrivata nella scuola

Scuola – Gent.mi, un quesito: docente infanzia titolare presso questo Istituto dal 01/09/2015 ha ottenuto passaggio di ruolo sempre su questo Istituto sulla scuola elementare. Domanda: nella graduatoria interna risulta ultima indipendentemente dal punteggio (perché il passaggio di ruolo è a domanda volontaria) oppure viene graduata come gli altri in base al suo punteggio dato che è rimasta nell’organico dello stesso Istituto (anche se il ruolo è diverso)? Si ringrazia per la collaborazione.

Punteggio continuità : per scuola titolarità e comune titolarità, non sono cumulabili per lo stesso anno scolastico

Maria – Dall’anno scolastico 1996/97  insegno come Docente a tempo indeterminato nella stessa Scuola  Primaria. Dovendo completare la domanda per la graduatoria  d’istituto,ho qualche perplessità su come valutare il punteggio di continuità . Mi è stato consigliato di procedere in questo modo: 2 punti per i primi 5 anni (2 x 5 =10)  e 3 punti per i restanti 14 anni (3×14=42), per un totale di 52 punti. Ho diritto anche al punteggio previsto nella lettera C0,ossia 1 punto per ogni anno di servizio? Grazie mille.

Graduatoria interna di istituto e punteggio di continuità: si valuta per la scuola e anche per il comune di titolarità

A.A. – Sono un’insegnante della scuola primaria e devo compilare la domanda per la graduatoria d’istituto. Nel punto C0) dove c’è scritto: per ogni anno di servizio di ruolo prestato nella sede di attuale titolarità prestato senza soluzione di continuità in aggiunta a quello previsto dalle lettere A) A)1 B) B1) B2)  B3)  (punti 1), chiedo se è corretto un punto per ogni anno perché a me risulta che il punteggio per la continuità è un altro. Grazie

La continuità del servizio è legata alla titolarità nella scuola di attuale servizio

Enza – Gentilmente vorrei delle delucidazioni riguardo al calcolo punteggio scheda valutazione graduatoria d’istituto personale docente. Sono un’insegnante elementare di ruolo dal 2004.Per tre anni consecutivi ho prestato servizio presso la scuola di attuale titolarità in assegnazione provvisoria.(a.s.2005-6,.2006-7, 2007-8). ho ottenuto il trasferimento nella scuola attuale dal 2009-10.(fino a oggi) Saranno valutati i tre anni di assegnazione provvisoria? Quanti punti saranno attribuiti ai miei anni di servizio dal 2009 nella mia attuale sede? Grazie per l’aiuto

Assistenza al figlio per entrambi i genitori

Paolo  – Mia moglie docente con scuola di titolarità nello stesso Comune di nostro figlio minorenne (art 3 comma 3 della 104), usando tale precedenza nelle graduatorie d’istituto. Posso usufruire della medesima precedenza nella domanda di mobilità che scade oggi 23 aprile per avvicinarmi da un Comune più lontano al Comune in cui domiciliamo e risediamo? Cordiali saluti.

Assistenza al familiare e requisiti per poter essere esclusi dalla graduatoria interna. Chiarimeti per la scuola

Scuola – Si chiede cortesemente se, ai fini della graduatoria interna per i  perdenti posto,  una docente di scuola primaria che usufruisce dei  permessi art.3 c. 3  della l. 104  per la sorella non convivente che  risiede a circa 100 chilometri di distanza dalla scuola di servizio,   debba  essere esclusa dalla graduatoria sopraindicata  e non soggetta a  valutazione . escludere dalla valutazione  chi usufruisce della l. 104 art. 3 c. 3 per  familiari residenti nel comune della scuola di servizio e’ corretto? si ringrazia per la collaborazione la segreteria amministrativa.

Graduatoria interna e punteggio di continuità nel comune : il servizio deve essere prestato nella classe di concorso di titolarità

Luigi  – Ringrazio in anticipo per la risposta. Sono un docente di ruolo della classe di concorso A051 in un liceo scientifico dal 2001, ho insegnato dal 1999 al 2001 in un istituto tecnico dello stesso comune in cui ha sede il liceo dove attualmente insegno e dal 92 al 99 in una scuola media sempre dello stesso comune, preciso che il servizio di cui parlo è servizio di ruolo, mi chiedo se ho diritto al punteggio aggiuntivo di un punto per ogni anno di servizio prestato nello stesso comune: sommando i 7 anni alle medie e i 2 all’istituto tecnico sarebbero 9. Grazie

4 anni di servizio nella stessa scuola per il bonus di 10 pp.

Scuola – Gentilissimi, vorrei porvi il seguente quesito: 1) Una docente ha ottenuto, dal 1/9/2005, il passaggio di ruolo dalla scuola primaria alla scuola secondaria di II grado presso l’ITIS Tassinari. Nel 2013/14 diventa soprannumeraria ed è costretta a presentare domanda di trasferimento condizionata e, da allora, ha presentato ogni anno domanda di rientro. La docente ha maturato il diritto al punteggio aggiuntivo dal momento che per il triennio 2005/06 – 2006/07 – 2007/08 (ultimo anno scolastico utile alla maturazione) ha prestato servizio presso l’ITIS Tassinari senza presentare alcuna domanda di mobilità? Oppure, come recita la nota 5 Ter del CCNI 2016, c’è bisogno di 4 anni continuativi tra il 2000/01 e il 2007/08, quello di arrivo + i 3 successivi, per maturare il diritto al punteggio aggiuntivo, che nel caso di cui sopra non si concretizzano?