L’utilizzazione su posto di sostegno non modifica la titolarità docente ai fini della valutazione del servizio

Eva – sono una docente di Scuola Primaria entrata di ruolo nell’anno 2014-15 e sempre in tale anno ho concluso la specializzazione sul sostegno. La sede definitiva assegnatami per l’anno 2015-16 risultava essere su posto di lingua in una scuola nel comune X ma ho chiesto ed ottenuto utilizzazione su posto di sostegno in una scuola del comune Y. Per l’attuale anno 2016-17 ho chiesto ed ottenuto trasferimento definitivo su posto di sostegno nella scuola Y (la stessa quindi dell’utilizzazione del precedente anno). Per quanto riguarda il calcolo del punteggio nella graduatoria interna di istituto, l’anno di utilizzazione potrà essere conteggiato 12 punti in questo caso? Grazie.

Graduatoria interna e punteggio di continuità: si valuta anche se il docente è in utilizzazione per altra tipologia di posto

Maria – Sono un’insegnante di scuola dell’infanzia e vorrei sottoporre alla vostra gentile attenzione una questione che mi interessa da vicino riguardante la graduatoria interna di istituto. La domanda è questa: una docente che ha ottenuto per diversi anni l’utilizzazione a domanda (volontaria) su sostegno, passando dalla scuola dell’infanzia (comune) a sostegno infanzia in altra scuola e Comune diverso da quello dell’istituto di appartenenza senza essere risultata perdente posto bensì per sua comodità (essere vicino a casa), ha diritto comunque alla continuità?

Graduatoria interna “unica” senza distinzione tra titolari di scuola e titolari di ambito

Scuola – Buongiorno, per quanto riguarda la graduatoria interna, abbiamo due docenti di potenziamento (1 su inglese e l’altro su pianoforte) con incarico triennale dal 01/09/2017; va fatta una graduatoria a parte per il potenziato o ognuno va in coda alla rispettiva classe di concorso. Grazie, buona giornata.

Esclusione dalla graduatoria interna di istituto. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, Una docente ha ottenuto la l. 104 per la zia. Mi sembra di capire che devo inserirla nella graduatoria interna d’istituto in quanto la zia non permette l’esclusione. Per quanto riguarda la presentazione della domanda per il commissario esterno la docente è obbligata o ha la facoltà di scegliere? un grazie per l’attenzione. Dalla segreteria dell’Istituto.

Continuità del servizio. Chiarimenti per la scuola

Scuola  – Buongiorno, Una docente ha ottenuto la titolarità sulla mia scuola, non su ambito, dal 01.09.2016. l’anno scorso la medesima era in assegnazione provvisoria presso la mia scuola. DOMANDA è possibile attribuire, per l’anno scorso, nella grad. interna di quest’anno un punto per servizio di ruolo prestato nella sede di attuale titolarità? Un docente con decorrenza giuridica di ruolo 01.09.2015 ed economica 13.07.2016 ha prestato servizio nella mia scuola nell’anno scolastico 2015/2016. Ha differito la presa di servizio al termine degli esami di maturità, da me commissario interno, e ottenuto ad agosto 2016 in fase C con chiamata diretta la mia scuola. DOMANDA è possibile attribuire, per l’anno scorso, nella grad. interna di quest’anno un punto per servizio di ruolo prestato nella sede di attuale titolarità? Un docente con decorrenza giuridica di ruolo 01.09.2015 ha svolto servizio fino ad agosto 2016 in una scuola del mio stesso comune ed è arrivato in fase C con chiamata diretta nella mia scuola l’ 01.09.2016. è possibile attribuire, per l’anno scorso, nella grad. interna di quest’anno un punto per servizio di ruolo prestato nella sede di attuale titolarità? un grazie per l’attenzione Dalla segreteria dell’Istituto.

Valutazione del concorso nelle graduatorie interne di istituto

Assistente amministrativa –  sto lavorando alle graduatorie interne ed ho un dubbio sull’ attribuzione dei 12 punti per il superamento del concorso. Il docente in questione è stato immesso in ruolo nell’ a.s. 2015/2016 FASE A attraverso lo scorrimento delle GAE e dichiara di aver superato il  concorso del 2012 che mi risulta essere stato un concorso a cattedre. Per il trasferimento per l’ anno 2016/2017 questo punteggio gli è stato attribuito, devo valutarlo o no? Grazie.

Graduatoria interna di istituto: andranno in coda i docenti arrivati quest’anno per trasferimento o con incarico triennale

Cristina – Vorrei sapere se quest’anno sarò messa in coda nella graduatoria interna avendo avuto da quest’anno il trasferimento, ma l’anno scorso ero in questa stessa scuola in assegnazione provvisoria, oppure se sarò inserita secondo il mio punteggio. Cordiali saluti

Graduatoria interna di istituto e legge 104: esclusione prevista per docente titolare nel comune assistenza familiare disabile

Giuseppe – A partire dal corrente anno scolastico, la mia sede di titolarità si trova nel mio comune di residenza. Mi è stata assegnata non in virtù del mio punteggio, che non è molto alto, ma grazie alla priorità conferita dalla legge 104/92 (per assistere un parente disabile che abita nello stesso comune). Purtroppo, per vari motivi, non mi sono trovato bene e vorrei cambiare scuola. Nel mio comune di residenza però vi è un unico istituto comprensivo. Cosa posso fare? Posso usufruire della 104 per chiedere trasferimento in una scuola in un comune limitrofo?  Se ciò non fosse possibile, posso presentare domanda di trasferimento senza esprimere la priorità conferita dalla 104? La 104 varrà ai fini della graduatoria interna? Grazie per il vostro prezioso aiuto.

Legge 104/92 ed esclusione dalla graduatoria interna

Maurizio –  Gentile Paolo Pizzo, ho letto ieri sul sito diverse risposte in merito alla fruizione della 104 per assistenza disabile e la normativa di riferimento per l’esclusione dalla graduatoria di istituto. In merito alla questione, desideravo chiedere: nelle grandi città si terrà conto ancora dei distretti sub comunali in relazione alla residenza dell’assistito, o ci si regolerà solo in base al Comune o ai nuovi ambiti territoriali? Grazie per la vostra disponibilità.

Docente con precedenza 104 per assistenza familiare disabile: condizioni per esclusione dalla graduatoria interna di istituto

Davide – Vorrei sapere se chi usufruisce della legge 104/92 non fa parte della graduatoria d’istituto perdenti posto, anche se lavoro in un comune di verso del proprio assistito. La residenza di chi usufruisce della 104/92 deve essere la stessa dell’ammalato, vero? Grazie

Graduatoria interna di istituto: quali conseguenze per il docente “ultimo arrivato” collocato in coda?

Anna – Appurato che “gli ultimi arrivati” a seguito del trasferimento saranno in coda sia  all’organico di diritto che a quello del potenziamento, vorrei sapere dal punto di vista pratico della vita quotidiana a scuola,  cosa questo implica esattamente. Grazie ancora

Graduatoria interna di istituto: i docenti “ultimi arrivati” saranno in coda a prescindere dal punteggio e dalla tipologia di cattedra di servizio

Anna – Sono una docente di scuola secondaria di II grado, con 10 anni di ruolo. Vorrei sapere: qualora venga accettata la domanda di trasferimento, quale sarà la mia posizione nella graduatoria di istituto nelle nuova sede? C’è qualche possibilità che io sia messa in coda ai potenziatori oppure è questa un’ipotesi priva di fondamento? Grazie per la vostra attenzione

Graduatoria interna di istituto: il punteggio di ricongiungimento coniuge spetta se scuola di titolarità è ubicata nel suo comune di residenza

A.G. – Nella compilazione del modulo, al punto “Esigenze di famiglia”, il solo fatto di essere coniugata e desiderosa di rimanere nello stesso comune di residenza di mio marito mi da diritto ai 6 punti? O solo in presenza di altre problematiche da certificare? Grazie

Docente soprannumerario per il prossimo anno scolastico : sarà chi è in servizio su COE o dipenderà dalla posizione occupata nella graduatoria interna?

Tiziana – Gentile redazione, sono docente a tempo indeterminato in una scuola secondaria di primo grado. Perdente posto nel 2015, sono stata trasferita d’ufficio e mi è stata assegnata una cattedra COE articolata su due plessi appartenenti allo stesso Istituto Comprensivo. Nel prossimo anno scolastico, secondo quanto letto nella vostra rubrica, si dovrà creare una graduatoria unica per l’intero Istituto Comprensivo.
Nel caso si debba individuare un soprannumerario nella graduatoria d’istituto della mia classe di concorso, si terrà conto solamente del punteggio o anche del tipo di cattedra, cioè COI e COE?

Docente ex-DOS e punteggio continuità: si valuta se la scuola di titolarità coincide con la scuola di servizio degli anni precedenti

Floriana – Gli insegnanti di sostegno ex DOS hanno acquisito la titolarità su scuola a partire dal corrente anno scolastico, pertanto ci si chiede come dovrà essere valutata la continuità di servizio nella scuola di titolarità: si dovrà calcolare a partire dal corrente anno scolastico 2016/17 o si dovranno considerare anche gli anni precedenti  per coloro che erano già in servizio nello stesso istituto in cui hanno ottenuto la titolarità? Grazie

Punteggio servizio scuole paritarie: si valuta solo in casi specifici. Chiarimenti

Michela – Sono stata immessa in ruolo concorso 2012 a settembre 2016 nella scuola dell’Infanzia. Ho lavorato dal 2000 in una scuola dell’infanzia paritaria con contratto a tempo indeterminato. Volevo avere una conferma: nella graduatoria interna, per la quale mi è richiesto di compilare un modulo, il mio servizio non ha alcun punteggio? Chiaramente amareggiata, vi ringrazio in anticipo

Domanda di trasferimento non soddisfatta: nessuna conseguenza su titolarità e punteggio nella graduatoria interna

Sara – Sono titolare su scuola, se chiedessi trasferimento esclusivamente presso una scuola e lo ottenessi, rimarrei titolare su scuola, giusto? In caso la domanda non venisse accolta resterei titolare su scuola nella mia attuale sede, perdendo i punti che ho in graduatoria, esatto? Scusate se le mie domande possono risultare banali, ma vorrei risolvere ogni mio dubbio è voi siete sempre puntuali, chiari e precisi. Grazie infinite!

Graduatoria interna di istituto: nessuna distinzione tra docenti in servizio su cattedra dell’organico di diritto o sul potenziamento

Anna – Se in un istituto comprensivo verrà soppresso il posto di potenziamento per l’anno prossimo, chi sarà perdente posto? Il docente su potenziamento o il docente (con cattedra su stessa classe di concorso) che all’interno dell’istituto ha minor punteggio? Grazie

Graduatoria interna di istituto: il punteggio di continuità si valuta dopo aver maturato un anno nella scuola di titolarità

Valerio – Sono titolare nella mia scuola di secondo grado per il secondo anno consecutivo. Chiedo se nella scheda per l’individuazione dei docenti soprannumerari devo indicare la continuità di servizio anche se essa è relativa ad un solo anno. Grazie.

Graduatoria interna di istituto: chiarimenti sul punteggio che si può e non si può valutare

Caterina – Sono una docente di sostegno che lo scorso anno scolastico , 2015/2016, ha chiesto trasferimento da una scuola secondaria (Istituto tecnico agrario) di un comune, dove ho insegnato dal 1999/2000 al 2015/2016, ad un Istituto professionale agrario di un altro comune. Le due scuole fanno parte dello stesso Istituto di istruzione superiore. Le chiedo: dovendo presentare istanza di inserimento nella graduatoria interna di istituto, è possibile, trattandosi di sedi che fanno parte dello stesso IIS, inserire il punteggio di continuità o no?

Graduatoria interna e valutazione servizio di ruolo. Chiarimenti

Scuola – Buongiorno, gentilissimo avrei le seguenti richieste: 1. Una docente passata di ruolo nel 2015/2016 ha superato l’anno di prova in una scuola di primo grado per la classe di concorso ex A025 (II GRADO) dove ha prestato servizio per l’intero anno. E’ arrivata nella mia scuola quest’anno con fase C, chiamata diretta e incarico triennale. DOMANDA l’anno di ruolo precedente vale 6 punti o 3 avendo prestato servizio alle medie? 2 DOMANDA: Se un docente titolare da diversi anni nella mia scuola è in assegnazione provvisoria interprovinciale per 2016/2017 come devo considerare nella graduatoria il punteggio della continuità?

Graduatoria interna di istituto: i docenti “ultimi arrivati” saranno collocati in coda

Carmelo – Sono un docente di sostegno entrato in ruolo nel 2003 e che, nell’anno scolastico 2015/2016, ho presentato domanda di trasferimento da un Istituto professionale ad un Istituto tecnico di secondo grado. Pertanto, dovendo in questo anno scolastico 2016/2017 presentare l’istanza per l’inserimento nella graduatoria interna del mio nuovo Istituto sarò messo pertanto in coda. Volevo tuttavia sapere: nel mio Istituto di attuale titolarità nel quale insegno, ci sono anche tre docenti di sostegno che sono entrati di ruolo lo scorso anno scolastico 2015/2016 in quello stesso Istituto.

Graduatoria interna ed anno in maternità

Assistente amministrativo  – alle prima esperienza in ufficio personale e non riesco ad avere informazioni in merito, nemmeno dall’ USP  che non mi passano, mi rivolgo a Lei per il seguente quesito oggetto graduatorie e soprannumerari. La docente M. è  titolare presso IIS Raffaello di X. Con la presente si vuole chiedere un chiarimento per quanto riguarda la procedura per stilare la graduatorie interna  dei docenti per l’individuazione di eventuali soprannumerari; Sappiamo che  i docenti in anno di prova non devono compilare gli allegati per l’aggiornamento della graduatoria ma abbiamo un caso particolare : La docente M.  nata a X il 21.02.1975,  classe di concorso A052 (lettere, latino, greco liceo classico),  è stata assunta  con incarico triennale secondo il Piano Straordinario di Assunzioni – Fase C -potenziamento   dal 1^.9.2016 al 31.08.2019. 18 ore. presso IIS Raffaello di X.Non ha realizzato l’anno di prova nel a.s 2015/2016 in altro istituto (Liceo classico Mamiani di X) in quanto in congedo per maternità. Quest’anno 2016/17 la docente M. svolge il suo anno di prova presso IIS Raffaello. Chiediamo come comportarci in questo caso per quanto riguarda il suo punteggio in graduatoria interna. La docente chiede se ha diritto a sei punti? Vorrebbe che sia considerato il punteggio del as 2015/16. In attesa Suo gentile riscontro porgo,

Graduatoria interna di istituto e 104: diritto all’esclusione in presenza di specifici requisiti

Grazia  –  Sono un insegnante tempo indeterminato, inserita in graduatoria di istituto in posizione 1 poiché possiedo legge 104 per assistenza familiare portatore di grave disabilità con art.3 comma 3, residente fuori dalla provincia in cui e’ la scuola. Per eventuale soppressione di una sezione, io divento perdente posto non essendo nel comune del genitore?Oppure rimane valida la priorità per possessore legge 104? Grazie in anticipo