Trasferimento e punteggio ricongiungimento al coniuge: si valuta solo per scuole del comune o per l’ambito di residenza del coniuge

Francesca – Ho appena letto l’esito della domanda di trasferimento, sono stata trasferita nell’ultimo ambito richiesto, ma mi sono accorta che il punteggio corrisponde a 137 punti, mentre dovrei averne 143 (137 + 6 di ricongiungimento coniugale). Come posso segnalare l’errore?

Docente dichiarato soprannumerario : quali domande cartacee può presentare?

Vito – In questi giorni ho scoperto di essere soprannumerario nelle mia scuola di primo grado e chiedevo se oltre alla domanda di trasferimento appunto come docente perdente cattedra, posso fare domanda  anche per scuole di secondo grado essendo abilitato anche per le scuole superiori, dando proprio priorità a queste ultime. In attesa di una sua risposta,la ringrazio anticipatamente

Mobilità e graduatoria interna di istituto per docente titolare su ambito: quali saranno le regole per i prossimi anni scolastici?

G.L. – Sono docente in ambito  per aver ottenuto nel corrente anno scolastico  il trasferimento ( dopo 10 anni)  nella provincia di seconda scelta.
Il prossimo anno nel mio istituto si libera una cattedra per pensionamento.   Questa cattedra sarà  in organico disponibile.
Posso chiedere di passare in organico su titolarità di scuola del mio istituto ?
O devo vedere un altro collega il prossimo anno  coprire il posto di titolarità su scuola ed io rimanere sempre su ambito?
Essere su ambito  ha degli  svantaggi   rispetto  un docente su titolarità di scuola? Mi riferisco alla graduatoria interna in caso di esubero.

Trasferimento da sostegno a posto comune scuola Primaria: rientra nel punto 14 e non nel punto 1 della sequenza operativa dei movimenti

Letizia – Innanzitutto grazie per la professionalità e puntualità nelle risposte. Volevo chiedere se nei trasferimenti si ha un canale preferenziale se si è titolari nello stesso istituto? Voglio intendere che nella prima fase del CCNI di quest’anno si legge che il primo movimento è all’interno del proprio circolo o istituto di appartenenza. Nel mio caso che ho fatto trasferimento da sostegno a comune/inglese scuola primaria e che ho chiesto come prima scuola quella dove insegno attualmente, viene considerata prima la mia domanda di altri colleghi che vengono da altrove?

Valutazione titolo aggiuntivo. Chiarimenti

Marco – sono un insegnante di scienze motorie e sportive, diplomato  ISEF; nell’anno 2015 ho conseguito la specialistica (magistrale) in “management dello sport” (LM 47). Ho dichiarato tale titolo per ottenere i 5 punti aggiuntivi in base alla seguente dicitura: ” per ogni diploma di laurea di durata almeno quadriennale (ivi compreso il diploma di laurea in scienze motorie), per ogni diploma accademico di secondo livello, conseguito oltre al titolo di studio attualmente necessario per l’accesso al ruolo di appartenenza”. Tale punteggio non mi è stato riconosciuto ne’ dalla scuola di titolarità per la graduatoria interna d’istituto e ne’ dall’ufficio scolastico provinciale per quanto riguarda la domanda di trasferimento/ mobilità. È corretta l’interpretazione della scuola e dell’ufficio scolastico provinciale? Dal momento che per insegnare è sufficiente disporre del diploma ISEF, equiparato con la legge 136 del 2002 a laurea triennale di primo livello, è corretto ritenere che una laurea specialistica/ magistrale di secondo livello non sia titolo superiore e aggiuntivo per l’insegnamento? Ringraziando per vostra consulenza, resto in attesa di una risposta esaustiva. Cordialità.

Passaggio di ruolo e anno di prova: se non si supera, quante volte si può ripetere?

Lara – Sono di ruolo  in una secondaria di primo grado da 6 anni. Quest’anno ho chiesto il passaggio alle superiori, dato che a breve (l’anno prossimo presumibilmente) sarò perdente posto, sembra sia l’ultimo anno in cui ci si può spostare chiedendo una sede e non ci sono  sedi libere per la mia materia nella mia città. La domanda quindi è un po’ forzata, richiede un impegno maggiore  e un ulteriore anno di prova e  trovandomi io in una situazione personale pesante da sola con un bambino piccolo e  nessun aiuto familiare  vi chiedo: è possibile  chiedere di rinviare l’anno di prova all’anno successivo? Nel caso cosa succederebbe? Resterei nella sede assegnata? Potrei poi chiedere comunque trasferimento su altra scuola di secondo grado? Grazie

Revoca domanda trasferimento: entro quale data si deve presentare la richiesta?

Rosa – Ho presentato domanda di mobilità alla secondaria di primo grado e non mi è chiaro (sui siti sindacali ho trovato delle discordanze) entro quando posso revocare  (5 giugno o 10). Il mio sarebbe un trasferimento interprovinciale per cui vorrei anche chiedere a quale ufficio scolastico mandare la revoca: a quello di titolarità attuale o al ricevente? Grazie infinite.

Preferenze nella domanda di trasferimento: vengono valutate nell’ordine con il quale sono state inserite

G.M. – Per passare da sostegno a posto comune ho fatto domanda di trasferimento indicando cinque scuole. Potrò rifiutare l’eventuale trasferimento in una scuola che viene prima nell’ordine delle mie scelte (per esempio la numero 1), a favore di una che viene successivamente (per esempio la 3)? Grazie infinite della vostra gentilezza e professionalità

Valutazione concorso nel passaggio di ruolo. Chiarimenti

Valeria – docente di scuola primaria , in ruolo da 6 anni.ho prodotto domanda di passaggio di ruolo per la scuola dell’infanzia in un’ altra provincia. sono in possesso di entrambe le abilitazioni (infanzia e primaria conseguite mediante concorso 1999). nella lettera di notifica  punteggio mi e’ stato attribuito solo il punteggio dell’abilitazione dell’infanzia e non  della primaria perche’,  mi e’ stato detto dall’usp, che e’ il ruolo al quale attualmente appartengo, pertanto non ho diritto al punteggio . e’ proprio cosi’? grazie per l’attenzione.

Trasferimento da sostegno a posto comune nella stessa scuola: cambia tipologia di posto di titolarità e si perde la continuità

Francesca  – Sono docente di scuola dell’infanzia. Scrivo per chiedere una delucidazione sul punteggio della graduatoria interna d’istituto. Dopo 5 anni di servizio di ruolo su posto di sostegno sono passata su posto comune sempre nello stesso istituto comprensivo. In questo caso perdo la continuità dei 5 anni del sostegno? La ringrazio per la risposta. Cordiali saluti

Mobilità da diurno a serale dello stesso Istituto di Istruzione Superiore (IIS): chiarimenti

F.C. – Sono una docente di ruolo con titolarità in un istituto di Bologna. Quest’anno, anche con l’accordo della preside, ho fatto domanda per gli altri due Istituti del serale, facenti parte della stessa struttura del primo.  Mi potrebbero accettare la domanda? E se dovessero rifiutarla potrei chiedere l’assegnazione provvisoria negli Istituti serali cui ho accennato prima? Sembra che per il prossimo anno debbano avere un unico codice meccanografico. La domanda che mi preme fare è la seguente: se passo in uno di questi istituti serali, chiedendo l’assegnazione provvisoria, la titolarità che avevo in quello diurno, rimane o potrei perderla? La prego di rispondermi a questa domanda che ha cominciato a mettermi in ansia. Grazie in anticipo.

Perdente posto che ha già presentato domanda interprovinciale. Cosa conviene fare?

Marcella – ti scrivo perché ho bisogno di qualche chiarimento sulla domanda condizionata per soprannumerari. Io sono perdente posto, lavoro in una scuola in provincia di Como, ma sono siciliana e ho fatto domanda di mobilità. Mio desiderio è tornare in Sicilia, anche se con il mio punteggio sarà difficile. Però se resto qui vorrei mantenere il diritto di tornare nella scuola dove sto insegnando.  Dai link letti non mi è chiaro come comportarmi. All’AT di Como mi hanno consigliato di barrare la casella no alla domanda ” il docente soprannumerario intende comunque partecipare al movimento a domanda?”Ma così non mi brucio anche quell’unica possibilità che ho di rientrare in Sicilia? Io ovviamente sono titolare di ambito e dopo 10 preferenze siciliane ho indicato l’istituto dove lavoro e altri quattro vicini. Quale scelta prevale?

Trasferimento da sostegno a posto comune: il punteggio per il servizio svolto sul sostegno non si può più raddoppiare

Rosaria – Nell’anno scolastico 2015/2016 sono stata trasferita (su domanda) da un posto di sostegno scuola secondaria II grado a un posto su cattedra di Scienze Naturali, sempre scuola secondaria di II grado. Per l’anno 2016/17 ho chiesto ed ottenuto l’utilizzazione su posto di sostegno di II grado. Nell’anno 2017/18 ritornerò sulla cattedra di Scienze Naturali, ecc. Visto che in precedenza ho lavorato per 18 anni sul sostegno di II grado e adesso lavorerò su cattedra di II grado (Scienze Naturali) , volevo sapere se nella graduatoria d’istituto interno il mio punteggio relativo agli anni di sostegno effettuati mi viene o no raddoppiato. Certa di un celere e chiarificante parere porgo i mie più cari saluti.

Passaggio di ruolo da Infanzia a Primaria nello stesso IC: il movimento da perdere il punteggio di continuità maturato

Simona – Sono un’insegnante che nell’ a.s. 2016/2017 ha ottenuto il passaggio di ruolo dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria, rimanendo nello stesso Circolo Didattico. Risulto, pertanto, titolare nel suddetto Circolo e ritengo quindi di non aver perso il diritto a vedermi attribuito il punteggio sulla continuità previsto al punto C della “Scheda per l’individuazione dei docenti soprannumerari per l’ a.s. 2017/18”.

Domanda condizionata per docente soprannumerario: garantisce l’assorbimento automatico nella scuola se si libera cattedra in fase di mobilità

Rossella – La docente arrivata questo a.s. 2016/17 con passaggio di ruolo nella mia scuola, usufruisce del beneficio della 104 ed ha fatto domanda di mobilità volontaria, conseguentemente io risulto essere soprannumeraria. Ora mi chiedo, se entrambe otteniamo il trasferimento, che succede?

Domanda condizionata e trasferimento d’ufficio per docente soprannumerario: chiarimenti

Michele – Probabilmente sarò dichiarato soprannumerario su posto di sostegno scuola media.  Nella compilazione della domanda nella casella della scelta delle preferenze, mi chiedo se bisogna mettere come prima preferenza la scuola di titolarità volendo condizionare la domanda. Nelle altre scelte vorrei inserire scuole di due province diverse, tra le quali una scuola appartenente all’ambito di titolarità. Se non vengo soddisfatto nelle mie scelte, perdo la titolarità su scuola e mi viene assegnato un ambito della provincia di titolarità, con conseguente chiamata da parte dei dirigenti?
Grazie per la vostra disponibilità.

Mobilità per docente in part-time: sarà su cattedra vacante nell’organico dell’autonomia e non su spezzone

S.A. – Sono una docente di scuola secondaria di II grado entrata di ruolo in fase C nel 2015/2016. Quest’anno devo fare domanda di mobilità per avvicinarmi a casa. La mia domanda è: l’eventuale trasferimento si ottiene solo su cattedre di 18 ore o potrebbe anche ottenersi su spezzoni di 12/9 ore? Quindi potrebbe convenirmi chiedere il part-time per avere maggiori possibilità nell’ottenere il trasferimento? Grazie in anticipo per la risposta.

Domanda mobilità cartacea per docente soprannumerario: può essere di trasferimento e anche di passaggio

Maurizio – Sono un docente titolare su A-19 (Filosofia e Storia), ho superato l’anno di prova e sono in possesso di abilitazione A-18 (Filosofia e Scienze umane). Ho presentato online, entro il termine, solo la domanda di passaggio di cattedra sulla cdc A-18 indicando solo due scuole. Nella mia scuola di titolarità adesso sarò dichiarato sicuramente soprannumerario. Il mio quesito è questo: posso presentare, oltre alla domanda di trasferimento condizionata, anche ex novo la domanda di passaggio di cattedra in forma cartacea? La ringrazio anticipatamente.

Domanda condizionata: per presentarla oltre i termini il docente deve essere dichiarato soprannumerario

Giuliana – Sono un insegnante di ruolo da diversi anni. Quest’anno sbuca all’orizzonte la possibilità di perdere delle ore nella mia scuola. La domanda è: si viene dichiarati perdente posto anche se si perdono parte delle 18 ore? ( forse 6 ore nella migliore delle ipotesi solo 3). Ossia potrei avere  la possibilità di fare domanda di mobilità condizionata ? Grazie in anticipo

Trasferimento e ricongiungimento familiare : non è previsto punteggio per il convivente

Chiara – Gentilissimi consulenti,  sono una docente che ha presentato domanda di trasferimento su scuole nel mio comune di residenza, chiedendo il ricongiungimento al mio convivente ivi residente  all’atto della presentazione della domanda, da 10 anni . Vorrei porvi un quesito: nel caso il mio convivente, dopo la data di scadenza di  presentazione della domanda, chiedesse un cambio di residenza in un comune limitrofo,  tale cambiamento pregiudicherebbe in qualche modo la possibilità di ottenere il punteggio per ricongiungimento? Risulterebbe come un’attestazione del falso?  Grazie anticipatamente.