Docente e diritto di sciopero: è obbligato a comunicare la sua adesione?

Simona – Salve, sono una docente precaria di scuola primaria e chiedo gentilmente delucidazioni sulla questione sciopero. Il mio istituto prevede una raccolta firma dei docenti che aderiscono così come di quelli che non aderiscono. Mi chiedo: ma lo scopo dello sciopero no è proprio quello di creare disagio? Che senso ha aderire ma comunicarlo con giorni di anticipo? Eventualmente posso decidere di aderire senza comunicarlo in via preventiva senza ricorrere in richiami di alcun tipo? Ringrazio in anticipo. Saluti.

Diritto a #iononsciopero

Maria Grazia – Gentile Lalla, gradirei sapere cosa deve fare un docente che non aderisce allo sciopero quando trova la scuola chiusa perchè anche il personale ATA è in sciopero e non c’è nessuno ad aprirla? Insegno in un CTP e non ho aderito allo sciopero; oggi pomeriggio ho trovato i cancelli della scuola chiusi e mi è stato riferito che avrei dovuto fare lezione lo stesso, fuori, sui gradini di una piazza antistante l’edificio? Mi è sembrata una cosa pazzesca ma, non avendo elementi per argomentare il contrario, l’ho fatto . E’ legale tutto ciò? Il servizio non deve essere garantito in ogni caso? Ci sono disposizioni normative in tal senso? La ringrazio in anticipo

Docenti supplenti possono partecipare allo sciopero

Claudia – Ciao Lalla, avrei bisogno di una informazione relativamente allo sciopero di oggi. Sono iscritta nelle graduatorie di istituto di III fascia e presto servizio presso una scuola per 4 ore settimanali. Ho un contratto fino al 10 giugno. Posso aderire allo sciopero di oggi, considerando che non ho dato alcun preavviso ed ho un contratto a scadenza? Lo sciopero di oggi mi comporterebbe conseguenze da un punto di vista contrattuale? Grazie

Consigli di classe spostati per impossibilità apertura scuola

Nel Piano Annuale delle attività avevamo in programma i consigli di classe per le adozioni dei libri di testo (aperti quindi ai genitori) dal 5 al 8 maggio. Ieri è uscita la circolare in cui si comunica che i consigli programmati per il 5 maggio, giornata dello sciopero, sono stati spostati al 12 maggio dato che non c’è personale ATA dopo le 14. Risulta quindi impossibile mantenere la scuola aperta. E’ possibile o è un comportamento antisindacale che in tutti i casi lede i diritti sia di chi ha scioperato sia di chi non ha scioperato? Grazie

Pochi studenti a scuola, si possono sospendere le lezioni?

Scuola superiore. Alta adesione allo sciopero da parte di docenti, ATA ed alunni. I pochi alunni presenti chiedono di poter uscire anticipatamente. Per ora si può assicurare la sorveglianza con i docenti non in sciopero.

Si possono fare uscire gli studentiche lo chiedono (anche minorenni) se alle famiglie è stato fatto un generico avviso che nella giornata di oggi si sarebbe presentato il rischio di non poter assicurare il normale andamento delle lezioni? Grazie

Sciopero. Si può fare lezione/sorveglianza senza il personale Ata?

Sara – Gentile Staff di Orizzontescuola.it, sono un’insegnante di scuola primaria. In occasione dello sciopero del 5 maggio, tutto il personale ATA e parte dei docenti hanno deciso di scioperare. Non è stata prevista la sospensione delle attività didattiche, pertanto il resto dei docenti entrerà regolarmente in servizio.Vorrei cortesemente sapere a chi spetta il compito di aprire e chiudere l’edificio scolastico e qual è il riferimento normativo a riguardo. Ringrazio anticipatamente per la Vostra disponibilità.Cordiali saluti

Il genitore può pretendere che la scuola si occupi del figlio nel giorno dello sciopero?

Massimo – Gentile Lalla, in merito al quesito posto da Giulia sulla "partecipazione degli studenti dello sciopero del 5 maggio" il punto mi sembra di capire è questo: ci sono molte scuole, per la mia esperienza tutte (ovviamente parliamo soprattutto di scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado), che la mattina dello sciopero, verificata la presenza o meno degli insegnanti, non fanno entrare gli alunni i cui docenti (per la scuola sec di I grado i docenti della prima ora) hanno scioperato. E’ legittima questa pratica? Io come genitore posso pretendere che mio figlio entri, se non ho chi me lo possa tenere? Se sì, a chi spetterebbe la sorveglianza? (Ovviamente parlo nel caso la scuola sia aperta) Attendo cortesi chiarimenti

La partecipazione degli studenti allo sciopero del 5 maggio

Giulia – Gentile OrizzonteScuola, sono insegnante precaria abilitata nella CC A019 con incarico a td in provincia di Vercelli, aderirò allo sciopero generale del 5 maggio. Ho chiesto ai miei studenti di venire a scuola martedì. Loro erano perplessi perchè la scuola ha mandato un comunicato agli studenti nel quale si comunicava che martedì, a causa dello sciopero ci saranno probabili disservizi.

Sciopero scuola e giorno libero

Virginia – Sono una docente di scuola secondaria. Il giorno dello sciopero, martedì 5 maggio, è il mio giorno libero. Come mi devo comportare? Devo dare preavviso in segreteria (ricordando che martedì non sarò a scuola perchè è il mio giorno libero) per non rischiare di avere decurtata la giornata o altro? Grazie della vostra risposta.

5 maggio: come programmare organizzazione per chi non sciopera

DSGA – Il primo quesito riguarda la possibilità di cambiare la manifestazione di volontà di aderire o di non aderire allo sciopero una volta espressa (quindi non la facoltà di avvalersi di non rispondere o la sola firma per presa visione). Quanti giorni prima si può modificare la volontà espressa. Se l’ufficio ha dato un giorno e un ora per rispondere si può cambiare successivamente?

Sciopero 5 maggio: la trattenuta sarà per l’intera giornata di servizio

Francesca – Sono un’insegnante di ruolo di scuola primaria. In vista dello sciopero del 5 maggio, a cui intendo aderire, vorrei sapere: se quel giorno il mio orario di lavoro è di sole due ore mi verrà decurtato dallo stipendio una giornata o solo le due ore effettive di lavoro? C’è una normativa in riguardo? Non riesco a risolvere questo dubbio. Grazie anticipatamente per la vostra risposta.

E’ possibile spostare il consiglio di classe programmato per il 5 maggio, giorno dello sciopero?

Renata – Nel Piano Annuale delle attività avevamo in programma i consigli di classe dal 5 al 8 maggio. Ieri è uscita la circolare in cui si comunica che i consigli saranno dal 6 al 12 maggio. A parte il fatto che la DS ha voluto evitare la giornata del 5 maggio dello sciopero generale, può un dirigente cambiare le date delle convocazioni di incontri deliberati nel Piano delle attività? Grazie

No obbligo comunicazione adesione allo sciopero

Antonietta – Ho letto che il docente non è tenuto a comunicare la propria adesione allo sciopero ed il dirigente non può chiederlo. Prima di sottoporre al mio dirigente questa obiezione, mettendomi in posizione di contrasto, ho bisogno di sapere se questo vale anche per chi come me lavora nella scuola dell’infanzia e ha a che fare con bambini piccoli. Grazie

Il Dirigente Scolastico può chiudere la scuola solo se tutto il personale ha esplicitamente dichiarato di scioperare

Elisabetta – Sono un docente di sostegno della scuola primaria neo immessa in ruolo quest’anno. Il 5 maggio non farò sciopero. Se quella mattina mi presento a scuola e nessuno mi apre il cancello e il portone di ingresso (tutti potrebbero fare sciopero tranne me o in assenza dei bidelli la segreteria potrebbe decidere di non aprire), come mi devo comportare? Come dimostro che ho preso servizio in questo caso? Nel foglio di adesione si chiede se si sciopera oppure no e io ho già comunicato alla scuola che non sciopererò. Cordialità.

Il docente in sciopero può essere sostituito?

Francesca – Gentile Lalla, oggi ho scioperato e la vicepreside ha mandato a prima ora in una mia classe un collega libero dicendogli di fare sorveglianza. Mi potresti dire se è legittimo? E in base a quale norma? Il collega si sarebbe potuto rifiutare? In tal modo, con la scusa della sorveglianza, si può vanificare uno sciopero atto a creare disagio? Grazie mille.