Graduatorie di istituto: chi passa da II a I fascia per effetto del ricorso diploma magistrale può ritrovarsi con un punteggio inferiore, ma i vantaggi sono superiori

Claudia – La settimana scorsa sono passata dalla seconda fascia delle graduatorie di istituto con 16 punti alla prima fascia con un punteggio minore .vorrei sapere come mai anche perché per questo diverso punteggio ho perso una supplenza grazie

risposta

gent.ma claudia,  la spiegazione è data dal fatto che la tabella di valutazione dei titoli tra I e II fascia delle graduatorie di istituto è diversa. La I fascia utilizza la tabella delle graduatorie ad esaurimento (nelle cui fila crediamo tu sia entrata grazie ad un ricorso, e che ti consentirà l’accesso al ruolo), la II fascia la tabella specifica dell’aggiornamento 2014/17.

In ogni caso per le supplenze, da questo momento, sarai chiamata prima di tutti coloro che sono in seconda fascia, indipendentemente dal loro punteggio.

Quindi dire "ho perso una supplenza" non è corretto, puoi aver perso una supplenza perchè questa è andata ad un docente di I fascia con un maggiore punteggio del tuo, ma non ad un docente di II fascia. Nè tantomeno avresti potuto avere la supplenza se fossi rimasta in II fascia, anche quel punteggio maggiore rispetto a quello del collega che l’ha presa (che comunque ti avrebbe sempre preceduta perchè in  I fascia). 

Ciò che conta infatti è il punteggio all’interno della fascia di appartenenza, confrontare i punteggi tra le fasce non ha senso.

Cattedre Orario Esterne: potranno essere costitute solo con scuole dello stesso ambito

Silvia – Sono titolare alla secondaria con solo dieci ore di francese in una scuola in ambito Nord. Completo le restanti 8 ore in ambito Sud in un paese limitrofo al comune X dove ho la sede di titolarità. Visto che con la 107 i due ambiti Nord e Sud non possono più coesistere, ti chiedo dove e come potrei completare le restanti ore? Considera che in ambito Nord ho verificato non esserci altre ore della mia materia. Potrebbero cambiarmi la sede di titolarità o addirittura la cattedra? Grazie.

Trasferimento da sostegno a posto comune: il punteggio per il servizio svolto sul sostegno non si può più raddoppiare

Rosaria – Nell’anno scolastico 2015/2016 sono stata trasferita (su domanda) da un posto di sostegno scuola secondaria II grado a un posto su cattedra di Scienze Naturali, sempre scuola secondaria di II grado. Per l’anno 2016/17 ho chiesto ed ottenuto l’utilizzazione su posto di sostegno di II grado. Nell’anno 2017/18 ritornerò sulla cattedra di Scienze Naturali, ecc. Visto che in precedenza ho lavorato per 18 anni sul sostegno di II grado e adesso lavorerò su cattedra di II grado (Scienze Naturali) , volevo sapere se nella graduatoria d’istituto interno il mio punteggio relativo agli anni di sostegno effettuati mi viene o no raddoppiato. Certa di un celere e chiarificante parere porgo i mie più cari saluti.

Passaggio di ruolo da Infanzia a Primaria nello stesso IC: il movimento da perdere il punteggio di continuità maturato

Simona – Sono un’insegnante che nell’ a.s. 2016/2017 ha ottenuto il passaggio di ruolo dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria, rimanendo nello stesso Circolo Didattico. Risulto, pertanto, titolare nel suddetto Circolo e ritengo quindi di non aver perso il diritto a vedermi attribuito il punteggio sulla continuità previsto al punto C della “Scheda per l’individuazione dei docenti soprannumerari per l’ a.s. 2017/18”.

Domanda condizionata per docente soprannumerario: garantisce l’assorbimento automatico nella scuola se si libera cattedra in fase di mobilità

Rossella – La docente arrivata questo a.s. 2016/17 con passaggio di ruolo nella mia scuola, usufruisce del beneficio della 104 ed ha fatto domanda di mobilità volontaria, conseguentemente io risulto essere soprannumeraria. Ora mi chiedo, se entrambe otteniamo il trasferimento, che succede?

Certificazione CLIL nelle graduatorie di istituto di II fascia

Sono un docente abilitato di seconda fascia in attesa dell’aggiornamento delle graduatorie. Vi scrivo per avere un chiarimento sul punteggio conferito alla certificazione CLIL. Io ho svolto quest’anno un corso di 30 ore e l’esame Cambridge CLIL ( sono già in possesso del C1 lingua Inglese), ora vorrei sapere se questo mi permette di ottenere i 3 punti nella graduatoria di seconda fascia oppure no. Nelle linee guida viene indicato come CLIL solo i corsi universitari di 1500 ore senza cenni a certificazioni . Potreste darmi qualche chiarimento , grazie mille in anticipo

Graduatoria interna e valutazione concorso. Chiarimenti

Francesca  – ho bisogno di sapere che punteggio va attribuito (nella scheda per graduatoria interna di istituto, per l’abilitazione riservata (se ne viene riconosciuto uno!) perché nella domanda parla solo di concorso (e in tal caso sarebbero 12 punti) ma per l’abilitazione riservata invece? Io mi sono abilitata con la riservata del 28.3.91. Può, per caso chiarirmi questo dubbio?

Graduatoria interna e punteggio continuità: la continuità nella scuola non si può cumulare, per lo stesso a.s., con la continuità nel comune

P.P. – Sono un docente a tempo indeterminato presso un Istituto Tecnico Statale. Avrei bisogno di un chiarimento (anche per esporre un eventuale reclamo da  effettuarsi entro 5 giorni) che riguarda la domanda di aggiornamento delle graduatorie interne (scheda per l’individuazione dei docenti soprannumerari), giacché la mia scuola ha pubblicato la graduatoria interna ed è sorto un dubbio circa l’attribuzione del punteggio relativo alla continuità nel Comune.

Graduatoria interna di istituto: in quali casi si può valutare il punteggio di ricongiungimento?

Rosa – Avrei bisogno di un chiarimento relativamente all’attribuzione del punteggio spettante per il ricongiungimento nelle graduatorie interne d’istituto.
Sono titolare in un istituto secondario di secondo grado; nel comune dove risiedo non esistono scuole superiori. Ora se considero la tabella di viciniorietà anche nel primo comune (quello più vicino al mio) non esistono scuole superiori.
Sempre secondo la tabella di viciniorietà il comune “A” dove è situata la scuola in cui sono titolare è alla VI posizione, mentre alla V posizione vi è un altro comune, comune “B”,  dove esistono delle scuole superiori.

ATA: recupero prefestivo del personale part-time

Buon giorno! Sono assistente amministrativo, part.time 18 ore presso un Liceo di Milano. Chiedo cortesemente un chiarimento sui recuperi dei prefestivi e dell’ora del Sabato. Dato che lavoro solo 3 giorni a settimana, Lunedì, Giovedì, e Sabato, e considerando che la scuola di Sabato chiude alle 13.00, in pratica negli altri due giorni devo recuperare l’ora del sabato e le ore dei prefestivi come tutti gli altri dipendenti che non hanno il part time. Mi trovo chiaramente in difficoltà perché devo sempre, quasi ogni giorno, recuperare ore. Ne ho calcolate all’incirca 84. Mi sembra una situazione anomala. Potete chiarirmi le idee?  Grazie per L’attenzione. Cordiali saluti.

Ferie Personale ATA che usufruisce dell’art. 59 su supplenza come docente

Maria Vittoria – Egregia Redazione scrivo per un chiarimento in merito alla questione ferie di mio marito che, assistente tecnico di ruolo, ha accettato, per la prima volta, una supplenza come docente fino al 30 giugno. In pratica l’attuale scuola di servizio come docente gli ha detto che tutti i periodi di sospensione delle attività didattiche (Natale, Pasqua, ponti e dall’9 giugno al 30 giugno) ammontano a gg.30 superando i giorni di ferie spettanti (gg. 20) e di conseguenza usufruendo, anche se non richieste, nei fatti di 30 gg. di ferie(!??) sarà soggetto a 10 giorni di decurtazione stipendiale (30-20=10).

ATA: Aspettativa per incarico docente e periodo di prova

 

Maria – Sono entrata in ruolo come assistente amministrativa il 1 settembre 2016, a novembre, a seguito di proposta di assunzione come docente per una supplenza fino al 31 agosto ho chiesto aspettativa art 59 ma il dirigente me l’ha rifiutata perchè non avente sede di titolarità. Mi è stato invece chiesto di fare la richiesta secondo l’art. 18.

Organico unico e trasferimento all’interno dei plessi. Chiarimenti

Scuola – Se un docente dal 1/9/2016 ha ottenuto il trasferimento, in seguito a domanda volontaria, da una scuola secondaria di I grado  ad altra scuola secondaria di I grado appartenente allo stesso Istituto comprensivo deve essere messo in coda alla graduatoria interna di istituto  o considerato che dall’A.S. 2017/18 la titolarità sarà unica di organico deve essere inserito in base al punteggio senza essere messo in coda? Si ringrazia anticipatamente e si saluta.

Esclusione dalla graduatoria interna. Chiarimenti per il Dirigente

 Dirigente scolastico – una docente assegnata al nostro ambito (21) con incarico triennale, risulta ultima nella ns. G. I. sia per punteggio e sia  perché ultima arrivata. Essendo beneficiaria di L.104/92 per suo figlio (art. 3 comma 3) ed è residente in un comune di ambito diverso dal ns. istituto , ma sempre della stessa provincia, viene esclusa dalla graduatoria o deve produrre la domanda per soprannumeraria? Se deve produrre tale istanza (domanda per soprannumeraria, saprebbe indicarmi le date?

Domanda condizionata e trasferimento d’ufficio per docente soprannumerario: chiarimenti

Michele – Probabilmente sarò dichiarato soprannumerario su posto di sostegno scuola media.  Nella compilazione della domanda nella casella della scelta delle preferenze, mi chiedo se bisogna mettere come prima preferenza la scuola di titolarità volendo condizionare la domanda. Nelle altre scelte vorrei inserire scuole di due province diverse, tra le quali una scuola appartenente all’ambito di titolarità. Se non vengo soddisfatto nelle mie scelte, perdo la titolarità su scuola e mi viene assegnato un ambito della provincia di titolarità, con conseguente chiamata da parte dei dirigenti?
Grazie per la vostra disponibilità.

Graduatoria interna di istituto: posso essere esclusa se il genitore con legge104, al quale presto assistenza, risiede in altra provincia?

Maria Teresa – Sono stata immessa in ruolo da GaE nel 2015/16. La scuola dove sono titolare su ambito quest’anno avrà una contrazione di organico per mancata iscrizione di alunni. Sono obbligata a fare domanda per la graduatoria interna ? Io sono beneficiaria di permessi ex art. 33 legge 104/92 ma la persona da assistere (genitore) è in una provincia (regione diversa)  da quella in cui è ubicata la scuola, posso beneficiare della esclusione dalla graduatoria interna oppure devo rientrarvi per forza? Anche gli assunti 2015/2016 vi rientrano? Grazie per me è importante la vostra risposta.

Continuità del servizio per chi non condiziona più la domanda di trasferiemento

Valeria – Buongiorno, sono una docente di scuola superiore, ho insegnato 4 anni prezzo un istituto di Vercelli e poi, come perdente posto, sono stata trasferita ad altro istituto in provincia  in cui insegno da 5 anni. Per mantenere la continuità tutti gli anni faccio domanda di trasferimento condizionato presso la scuola di Vercelli, in questo modo ad oggi ho 9 anni di continuità. Essendomi ormai integrata nella nuova scuola, se non faccio più la domanda di trasferimento, perdo tutta la continuità o mi valgono comunque i 5 ultimi anni che ho insegnato nello stesso istituto? Grazie

Aspettativa per motivi personali e durata

Elena – Buon giorno, insegno nella scuola secondaria superiore con contratto a tempo indeterminato. Per motivi personali dovrei chiedere un’aspettativa non retribuita di un anno. Vorrei sapere se, dopo la conclusione di tale periodo, potrei fruire di ulteriori proroghe o sia necessario rientrare in servizio e se per “servizio attivo” si debba intendere quello prestato fino al termine dell’attività didattica o siano in tale senso conteggiabili anche i mesi di luglio ed agosto. Ringraziando fin d’ora per le indicazioni che mi potrete fornire, saluti cordiali.

Mobilità per docente in part-time: sarà su cattedra vacante nell’organico dell’autonomia e non su spezzone

S.A. – Sono una docente di scuola secondaria di II grado entrata di ruolo in fase C nel 2015/2016. Quest’anno devo fare domanda di mobilità per avvicinarmi a casa. La mia domanda è: l’eventuale trasferimento si ottiene solo su cattedre di 18 ore o potrebbe anche ottenersi su spezzoni di 12/9 ore? Quindi potrebbe convenirmi chiedere il part-time per avere maggiori possibilità nell’ottenere il trasferimento? Grazie in anticipo per la risposta.

Valutazione superamento di concorso ordinario. Chiarimenti.

Scuola – Buongiorno. ai fini delle graduatorie interne di Istituto per l’individuazione dei soprannumerari , una docente titolare su posto comune di scuola primaria ha diritto ai 12 punti per aver superato a Palermo un pubblico concorso per esami e titoli indetto con D.M. del 1999 ma immessa in ruolo da GAE nella provincia di Ferrara  dal 1°/09/2008 ? A SIDI  dallo stato matricolare risulta  immessa in ruolo per “soli titoli”. In attesa si ringrazia. Cordiali saluti   LA SEGRETERIA.

Graduatoria interna ed esclusione per assistenza

Scuola – Buongiorno,  con la presente si pone il seguente quesito: Una docente di ruolo beneficiaria della L. 104 art.3 comma 3 (la disabile non risiede nel comune della Scuola) non ha presentato la domanda di TRASFERIMENTO rimanendo, quindi,INSERITA nella GRADUATORIA di ISTITUTO. Può continuare a beneficiare dei  permessi mensili  (3 gg.)per assistere l’ammalata?