Assegnazione provvisoria interprovinciale sul sostegno senza titolo: può essere disposta soltanto in subordine rispetto ai docenti specializzati

Brunella – In riferimento al CCNI 2018/2019 sulle assegnazioni provvisorie, che ha permesso di far domanda anche a docenti senza titolo sul sostegno, purché con anni di servizio specifico, mi chiedo se sia corretto che io specializzata sul sostegno  non abbia ottenuto assegnazione e quindi rientrata in sede di titolarità lontana km dalla mia residenza e chi è senza titolo lavora al posto mio nella provincia di assegnazione. Ho scoperto da poco questa cosa, cosa posso fare? Grazie

Supplenza ATA ai sensi dell’art. 59: è possibile il completamento orario nel medesimo profilo

Lucia – Gentile redazione , vi seguo sempre con molto interesse . Ho da porvi un quesito . Sono una collaboratrice scolastica di ruolo, inserita nelle graduatorie di III fascia nel profilo di assistente amministrativo, in caso si verificasse una convocazione per una supplenza di 18 ore, cosa fare? Si possono accettare le 18 ore e fare richiesta nella scuola dove si lavora come collaboratore scolastico di completare con le rimanenti 18 ore? Come mi chiedo e nessuno ne parla ,Che fine abbiano fatto i passaggi d’area

Piano annuale delle attività: non può essere imposto dal Dirigente scolastico, ma presentato al Collegio Docenti per l’approvazione

Michela – Vorrei chiedere un’informazione riguardante il piano annuale delle attività: è compito del dirigente scolastico redigerlo e può farlo nel modo che più gli aggrada?
Mi spiego meglio: il dirigente della scuola devo lavoro ha concentrato quasi tutte le riunioni in un unico giorno della settimana, nonostante gli fosse stato chiesto di distribuirle uniformemente sui cinque pomeriggi settimanali (l’ho chiesto io, gli altri colleghi non si sono espressi). Può farlo?  Grazie mille

Assegnazione provvisoria per ricongiungimento al coniuge: non è obbligatorio risiedere nello stesso comune

Lucia – Due genitori ex conviventi si separano , il padre va a Milano e la madre resta a Roma con il figlio di 5 anni.
La madre (insegnante di scuola secondaria) può chiedere l’assegnazione provvisoria su Milano per avvicinare il bambino al padre avendo però sia lei che il bambino un domicilio diverso da quello del papà a Milano?
È comunque un ricongiungimento al padre a Milano ma i due genitori non vivrebbero sotto lo stesso tetto (poiché separati )ed il bambino vivrebbe a casa della mamma (ovviamente non distante da quella del padre). La normativa non sembra considerare questa eventualità.  Spero che almeno voi possiate aiutarmi!
Grazie di cuore

Cattedra orario esterna diurno+serale: esistono precisi criteri per formulare l’orario?

Francesco – Sono un docente di scuola secondaria II grado con COE per quest’anno scolastico 2018/2019. La mia cattedra oraria è formata da 9 ore presso la scuola di titolarità (diurno) e 9 ore presso altra scuola di completamento (serale).

La mia scuola di titolarità ha stabilito la distribuzione delle 9 ore su tre giorni (tre mattine) ed avrei gradito che la mia scuola di completamento mi potesse organizzare le altre 9 ore su due pomeriggi .

Invece la mia scuola di completamento (serale) mi ha comunicato che procederà all’articolazione delle 9 ore su tre pomeriggi e dunque avrò un giorno in cui presterò servizio la mattina presso la scuola di titolarità ed il pomeriggio presso quella di completamento.

Assegnazione provvisoria: non può essere disposta su scuola non richiesta nella domanda

Alessandro –  Sono un docente di ruolo scuola secondaria di II grado che ha inoltrato per l’ A.S. 2018/2019 domanda di Assegnazione Provvisoria per altra provincia diversa da quella di titolarità.
In quest’ultima provincia di destinazione sono state inoltrate per la specifica medesima classe di concorso due domande di AP provinciale ed una (la mia) di AP interprovinciale.
A nessuna delle tre ha fatto seguito l’ assegnazione provvisoria sulle due uniche cattedre disponibili perchè nelle domande non sono state indicate le sedi in cui queste ultime cattedre si sono rese disponibili.
A questo punto queste due cattedre sono ancora libere.
E’ possibile per me riuscire ancora ad avere una di queste cattedre?

Scuola secondaria I grado e cattedra A022: non si possono attribuire le due ore di Geografia in una classe a due insegnanti diversi

Chiara – Sono docente di lettere in un Istituto secondario di primo grado, con contratto di 17 ore a tempo determinato. Mi è stato spiegato che l’incarico di 17 ore è sempre stato legato all’unica classe con tempo prolungato al pomeriggio: quest’anno è stato invece affidato ad una collega di ruolo, con 18 ore di contratto. L’ora a lei mancante è stata “recuperata” da una delle ore di mia competenza in quella classe: in sostanza ora la collega ed io ci troviamo a dividere letteralmente una stessa materia, programma e valutazioni (1h+1h di geografia). È legalmente fattibile? Mi sembra impossibile accettare questa spartizione. Grazie per la consulenza

Trasferimento con precedenza. Se non si ottiene si rimane nell’attuale scuole di titolarità

Irene – Salve,  Sono una docente di scuola superiore di II grado e vorrei chiedere trasferimento ad altro istituto nella stessa città. Godo dei benefici della legge 104/92 avendo uno stato di handicap con connotazione di gravità e una grave invalidità. Vorrei sapere se chiedendo trasferimento in altro istituto, devo prima accertarmi se vi è posto e se la domanda potrebbe  non essere accettata in caso non vi fosse disponibilità di posti. Inoltre, essendo passata di ruolo nel 2012 nella vecchia classe di concorso A050, vorrei sapere se potrei chiedere trasferimento in un liceo per insegnamento del latino, ex classe di concorso A051, in cui sono abilitata e in cui ho insegnato per cinque anni fino al passaggio di ruolo. Ringrazio e saluto cordialmente.

Ore funzionali quando si è in servizio in più scuole. Il riferimento è ancora il CCNL 2007

Docente – Spettabile redazione, con l’avvio dell’anno scolastico siamo alle prese con le varie attività funzionali all’insegnamento, ancora privi di un piano delle attività. Le stesse sono particolarmente gravose per chi ha 2 o 3 sedi, la soluzione è quella di decidere a quali riunioni partecipare….ma esiste una priorità? Inoltre, approvato i piani della attività, generalmente invio ai rispettivi DS una PEC con indicate le attività alle quali parteciperò fino al raggiungimento delle 40 ore. Quali sono i riferimenti normativi da utilizzare in base al nuovo contratto 2018? Grazie.

ATA: supplente al 30.06 può accettare altro profilo professionale, caratteristiche

Sup

Luigi – Buongiorno redattori di orizzonte scuola,

Vi scrivo per chiedere: “Si può accettare una supplenza da assistente amministrativo da più di 6 ore al 30 giugno lasciando un part-time da collaboratore scolastico da 6 ore sempre al 30 giugno?”. Grazie anticipatamente.

di Giovanni Calandrino – Gentile Luigi, la risposta è positiva. Lo prevede la circolare “Istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenze al personale docente, educativo ed A.T.A.” prot. n. 37856 del 28-08-2018.

L’accettazione di una proposta di supplenza annuale o fino al termine dell’attività didattica non preclude all’aspirante di accettare altra proposta di supplenza per diverso profilo professionale, sempre di durata annuale o fino al termine delle attività didattiche.

Cattedra Orario Esterna: è possibile completare su altra classe di concorso o diversa tipologia di posto?

Ornella – Sono una docente con 20 anni di servizio presso un Liceo di Scienze umane che improvvisamente si vede mandare una mail dalla scuola in cui si vede assegnato uno spezzone di 6 ore in un comune a 50 km dalla propria città. Ho chiesto se potevo completare la cattedra nella mia scuola sotto forma di disposizione, potenziamento o sostegno, visto che possiedo anche il diploma di specializzazione, ma niente. Io a 60 anni non me la sento di viaggiare. Vorrei sapere se si può fare qualcosa

Punteggio anno di servizio sul sostegno per docente titolare su posto comune: si valuta 6 punti o 12 punti?

Carla – Sono una docente di ruolo su posto comune nella scuola secondaria di secondo grado, non abilitata al sostegno.
Mi è stato chiesto di seguire, per le nove ore a disposizione settimanali, un alunno con sostegno, per l’intero anno scolastico.
Mi chiedo e Vi chiedo se il punteggio da inserire a fine anno sarà di 6 punti o di 12.
Vi ringrazio e Vi porgo cordiali saluti.