Graduatoria interna di istituto e docenti “ultimi arrivati”: con quali criteri devono essere collocati in coda?

Marilena – Nella graduatoria interna d’istituto chi è l’ultimo in graduatoria tra neo-immesso e trasferito a domanda volontaria? Esiste una posizione per tipologia o vale solo il punteggio quale discriminante tra i due docenti? Spero possa rispondermi. Saluti

Congedo biennale per parenti e affini. Chiarimenti

Scuola – Una docente chiede alla nostra Direzione, in data 11/10/2017, un congedo biennale legge 104 per assistenza della nonna del marito. Dichiara che la signora è inserita nel proprio stato di famiglia. Chiediamo se ne ha diritto in quanto parente affine (di che tipo?) visto anche che la precedono il figlio della signora (suocero della docente) ed il nipote (marito della docente) e nessuno di essi ha preclusioni di sorta. Facciamo fede ai 60 giorni per fornire una risposta? Restiamo in attesa di un vostro riscontro. Cordiali saluti

Anno di prova: deve essere svolto in base a quanto prevede la legge 107 e il DM 850/2015

M.T. – Buongiorno gentile redazione, sono docente scuola secondaria di II grado immessa in ruolo grazie alla legge 107 ma che non ha ancora fatto l’annodi prova a causa di aspettative e congedi per assistenza disabile grave. L’anno scolastico prossimo 2018/2019 l’anno di prova sarà sempre in base alla normativa della legge 107 o in base a nuova normativa ? Grazie mille per il chiarimento.

Alternanza scuola-lavoro: gli studenti ripetenti devono svolgere di nuovo l’intero percorso, anche se svolto l’anno scorso

Anna Paola – Gentile redazione, sono tutor per la 3^ e 4^ classe per l’alternanza scuola lavoro dell’Istituto Professionale per il Commercio della mia città. Due delle mie alunne del terzo anno stanno ripetendo la stessa classe perché non promosse,  ma hanno già effettuato l’anno passato le 120 ore di alternanza scuola lavoro previste. Possono avvalersene per questo anno scolastico o devono necessariamente ripeterle? Grazie.

Mobilità professionale: per fare domanda di passaggio di cattedra e passaggio di ruolo è necessario aver superato l’anno di prova

Giorgio – Ho ottenuto il passaggio di ruolo quest’anno sulla classe di concorso A011 (provenendo dalla A022) e sto svolgendo nuovamente l’anno di prova. Posso fare domanda di passaggio di cattedra per la A013 già da quest’anno o devo prima concludere l’anno di prova e dunque potrò richiederlo solo nel 2019? Grazie

Graduatorie III fascia ATA: sez. C3 modello D2, per il profilo di AT occorre inserire il solo “codice titolo”

Matteo – Buonasera, in merito al l’aggiornamento delle graduatorie di III Fascia del personale ATA, io, essendo diplomato come Perito Agrario con specializzazione agroindustriale, nella sezione Assistente Tecnico-codice titolo, va bene se inserisco TA03? Oppure devo inserire anche codice area e/o codice laboratorio? Grazie Gentilmente

Graduatorie III fascia ATA: l’attestato di “Tecnico superiore per la ricerca e lo sviluppo di prodotti e processi a base biotecnologica” non è titolo di accesso

Tiziana – Salve, vorrei sapere se nelle domande del personale ATA, come titolo di accesso si può mettere il seguente titolo “Tecnico Superiore PER LA RICERCA E LO SViLUPPO DI PRODOTTI E PROCESSI A BASE Biotecnologica”. Comunque io possiedo il diploma di maturità Tecnico Gestione Aziendale. Quale dei due è bene mettere come titolo di studio? Cordiali saluti!

Graduatorie III fascia ATA: come si compila la “SEZIONE H – VALUTAZIONE TITOLI” del mod. D2

Carmine – Salve, mi ritrovo a compilare la domanda di conferma/aggiornamento del modello D2 per quanto riguarda la terza fascia del personale ata. Nel 2014 nell’inserirmi per la prima volta presentai il modello D1, ora invece devo confermare e cambiare solo la scuola e la provincia. Ho difficoltà nel compilare la tabella della sezione H, mi chiede punteggio precedente, punteggio di accesso ecc ecc. ho visto le spiegazioni ma non sono abbastanza esaurienti. Vi ringrazio anticipatamente

Non si può lasciare un incarico di 4 ore al 30/6 per altro di 18 ore. Si ha titolo al solo completamento orario

Alessandro – Buona Sera, vorrei sapere se accettando uno spezzone di 4 ore al 30 giugno al Serale, Continuerei a ricevere convocazioni da altre scuole?  Potrei accettare 18 ore da altra scuola diurno fino a l’8 giugno? o posso solo completare al 30 giugno? Il quesito nasce dal fatto che,sarei destinatario di 4 ore al 30 giugno in un serale, ma sarei in posizione utile su un’altra scuola su 18 ore al diurno fino a l’8 giugno sulla materia strutturata nel seguente modo(4 ore sulle classe e 14 di potenziamento), altre 18 fino al 30 giungo (8 sulle classe e 10 di potenziamento),e destinatario di convocazione sul sostegno poichè da incrocio sono arrivati al mio punteggio, tutto ciò sempre dalla stessa scuola. Spero di ricevere risposta prima possibile ringraziandovi anticipatamente della cortese attenzione.

Organico scuola Secondaria : le cattedre sono tutte di 18 ore e non è possibile la loro costituzione con ore a disposizione

M.T. – Sono una docente di ruolo assegnata in assegnazione provvisoria interprovinciale ad un’ora di macchina da casa mia, ho saputo che vicino il comune di mia residenza ci sono 6 ore più 12 in un comune  più lontano, possono diventare due cattedre distinte?  Cioè  6 ore più 12 a disposizione ( cattedra X) e  12 ore più 6 a disposizione  ( cattedra Y). Inoltre chi forma le cattedre il DS o il CSA? Distinti saluti

Incarico al 30/6 e aspettativa per motivi di studio

Renata – vorrei alcune delucidazioni in merito all’aspettativa per motivi di studio.ho una supplenza su sostegno al 30.6 in Regione diversa e lontana rispetto a quella dove sto frequentando il corso di abilitazione sul sostegno. Se il Dirigente scolastico dovesse concedermela, perché potrebbe negarmela, giusto? 1) il punteggio mi verrà riconosciuto? 2) avrò diritto alla retribuzione? 3) è possibile richiederla solo per un paio di mesi? E se rientro 90 giorni prima del termine del contratto avrò  diritto alla disoccupazione? Grazie. Cordiali saluti.

Gli incontri di carattere collegiale devono essere calendarizzati e la convocazione è effettuata in forma scritta

Marina– mi confermi che tutti gli impegni di carattere collegiali  (plessi, interplessi, ecc) ,devono essere calendarizzati dal dirigente in modo formale quindi, con comunicazione scritta nei termini dei 5 giorni di anticipo? Qualora ciò non accadesse, ma ci fosse solo il “passaparola” tra le colleghe è  un obbligo partecipare agli incontri oppure l’assenza è giustificata? Grazie per l’attenzione.

Utilizzazione in altra classe di concorso : è successiva ai movimenti riguardanti i titolari nella stessa classe di concorso

Mirella – Vorrei sapere se ai fini dell’utilizzazione in altra classe di concorso, (in quanto docente  dichiarata soprannumeraria nell’ottennio e appartenente a classe di concorso in esubero), prevale il  diritto di chi ha un punteggio maggiore o quello di chi ha la titolarità nella  classe di concorso per la  quale si chiede l’utilizzazione.  In altri termini se si debba far riferimento alla fase  25  ( utilizzazione in base al punteggio, del docente trasferito quale soprannumerario….) o alla fase 28 ( … utilizzazione a domanda del docente appartenente a classe di concorso in esubero nella provincia in classe di concorso  diversa da quella di titolarità)  dell’allegato 1 al CCNI per l’anno 2017-18.

Maternità. Allattamento e congedo in anno di prova

Anna – Gentile redazione di orizzonte scuola,  sono una docente a tempo indeterminato di scuola secondaria superiore. Il 1 settembre 2017 sono entrata in ruolo. Sono in gravidanza:  dall’11 settembre al 4 ottobre, sono stata in maternità anticipata per via di un distacco placentare. Dal 4 ottobre in poi sono in maternità obbligatoria. Considerando che la data presunta del parto è il 4 dicembre, quando dovrei rientrare a scuola? Ho diritto a qualche altro mese per l’allattamento? L’anno di prova è rimandato? Grazie per ogni eventuale chiarimento in merito.

Commissione orario: nessun esonero dall’attività curricolare e i docenti membri devono svolgere l’attività aggiuntiva in orario extracurricolare

Luigi – Sono un docente di una scuola secondaria superiore, volevo porre un semplice quesito: la commissione orario scolastico, con incarico della dirigenza, può essere composta da qualsiasi docente o vi è l’obbligatorietà di essere un collaboratore del DS? Inoltre, essendo retribuita tale commissione con un numero molto esiguo di ore, rispetto a quelle effettivamente svolte, possono i membri di tale commissione usufruire di esonero per delle ore su orario provvisorio (ore che quindi non risultano proprio in orario), evitando quindi le spesso inutili disposizioni ? Qualora esista una normativa che regoli ciò o che lo vieti espressamente, sarebbe gradito riceverne i relativi riferimenti.   Anticipatamente ringrazio

Congedo biennale. Punteggio di ruolo

Valerio – Gentilissimi, sono un insegnante di ruolo nella scuola secondaria e a Gennaio vorrei richiedere 2 mesi di congedo retribuito per assistere mia madre che dovrà operarsi. Mia madre è in situazione di gravità ed ha la 104 art.3 comma 3 ed io sono il suo unico figlio convivente (mia sorella risiede all’estero). Con quanto anticipo devo chiedere tale congedo retribuito? I due mesi incideranno sulla maturazione del punteggio di ruolo? Devo utilizzare un modulo particolare o basta la richiesta in carta semplice alla segreteria della mia scuola? Posso inviare una Pec?

Permesso per testimonianza

Elisa  – Come si esprime la normativa a proposito di permessi da chiedere per citazione testimoniale avanti Tribunale Penale se l’imputato è un privato cittadino e non l’Amministrazione? Devo prendere un permesso per motivi personali/familiari sottraendo il giorno ai 3+6? Ringrazio anticipatamente per la risposta e cordialmente saluto.

Congedo biennale per la suocera. Chiarimenti

Vincenzo  – Sono una collaboratrice scolastica con C.T.D. fino al 30/06/2018, vorrei chiederle se posso usufruire del congedo straordinario per mia suocera affetta da disabiltà grave (104 art. 3 com. 3) con la quale sono convivente. Voglio evidenziare che mio marito unico figlio convivente è affetto da patologie invalidanti a carico del rachide cervico-lombare per la presenza di discopatie multiple evidenziate da R.S.M e certificate da specialistici di strutture pubbliche e dunque impossibilitato ad un assistenza quotidiana della propria madre. Inoltre,  lo stesso, è in attesa di riconoscimento di invalidità civile. Grazie.

Trasferimento tra ambiti diversi: nessun anno di prova per il docente che lo ottiene

Fabio – Sono un docente di Lingua Inglese, immesso a ruolo l’anno scolastico scorso. Ho superato con successo l’anno di prova nel corso di tale a.s. (2016-17) presso un IC facente parte dell’ambito territoriale X. Ora mi accingo a cominciare il prossimo anno scolastico nello stesso istituto, ma vorrei trasferirmi in una scuola più vicina a casa. Ci sono un paio di scuole che sono più vicine a casa mia ma restano in un ambito territoriale diverso (ambito Y). Come posso procedere? Il procedimento richiede lo svolgimento di un altro anno di prova come per il passaggio di ruolo alle superiori? Grazie in anticipo!

Riduzione oraria per allattamento e docente di sostegno. Chiarimenti

Silvia – Buongiorno sono un’insegnante di sostegno nella scuola secondaria di I grado e ho un bimbo di 5 mesi. Sono rientrata a lavoro già da settembre e ho richiesto la riduzione di orario per allattamento. Premetto che ho 18 ore su un caso di autismo. È arrivata la supplente pretendendo di poter accorpare le 5 ore di allattamento in 2 giorni. So che non si può fare ma lei insiste perché viene da lontano e per un’ora al giorno sarebbe troppo economicamente. Cosa posso fare? Grazie mille.