Un supplente temporaneo può svolgere l’anno di prova?

Vincenzo – gentile e preparatissima Lalla, sono entrato in ruolo con nomina giuridica dal 1 settembre 2011. prenderò servizio dal 2012. Ora sostituisco una collega in malattia, per la stessa classe di concorso, che rinnova la sua assenza ogni 30 giorni e sicuramente arriverà a 180. anche se è una supplenza spezzata da questi contratti a termine, ma che durerà tutto l’anno, posso fare l’anno di prova?

Lalla – sì, l’anno di prova sarà considerato "superato" se nel complesso raggiungerai i 180 giorni, anche non continuativi. Non hai alcun problema dato che la nomina per la supplenza è sulla stessa classe di concorso. Lo precisa la nota del 29 febbraio 2008: "Si precisa che per il personale docente, educativo ed ATA neo-nominato in ruolo dopo il 31 agosto 2007, e in servizio nell’a.s. 2007/2008 come supplente annuale, sino al termine delle attività didattiche, o come supplente temporaneo con prestazione di servizio non inferiore a 180 giorni, e che, pertanto, assumerà servizio dal successivo anno scolastico beneficiando della retrodatazione giuridica della nomina, tale periodo di servizio prestato come supplente, è valido ai fini della prova, purché svolto, nello stesso insegnamento o classe di concorso o nell’insegnamento di materie affini, ovvero, per il personale ATA, nello stesso profilo professionale"

Vincenzo – che domanda devo presentare al dirigente in questo caso? dai riferimenti normativi si capisce che possono essere non continuativi, ma per altre ragioni. grazie

Lalla – non c’è alcuna domanda da presentare, conteranno i tuoi giorni di servizio alla fine dell’anno. Potrai svolgere anche il corso di formazione, l’iscrizione alla piattaforma è a cura della segreteria della scuola in cui lavori, quando sarà emanata la relativa circolare ministeriale.

ads ads