Posto resosi disponibile dopo il 31/12: la supplenza non può essere assegnata ad un docente “interno”

Sonia – Sono una docente di scuola superiore, inserita in terza fascia nelle graduatorie di Circolo e di Istituto. A seguito delle dimissioni di una collega nell’istituto dove lavoro sono rimaste “libere” 4 ore non costituenti cattedra e fino al 30/06. Attualmente io ho un contratto sulla stessa classe di concorso, sulla quale lavoro senza abilitazione. Posso accettare tale spezzone se mi viene proposto o è necessario che venga scorsa la graduatoria?

Paolo Pizzo – Gentilissima Sonia,

la risposta è negativa in quanto si tratta di una supplenza temporanea per posto resosi disponibile dopo il 31/12.

L’art. 7 comma  1 del DM 131/07 tratta dei “posti resisi disponibili, per qualsiasi causa, dopo il 31 dicembre di ciascun anno”, per i quali si dà luogo a una “supplenza temporanea” fino al termine delle lezioni (cioè fino alle “esigenze di servizio”), di competenza del dirigente scolastico.

La disponibilità che si è venuta a creare nella tua scuola non può quindi essere “coperta” da un supplente interno né tanto meno potrà essere assegnata direttamente al 30/6: la scuola dovrà scorrere le GI e solo se tu rientrerai tra i convocati potrai accettare tale supplenza per un eventuale completamento orario (fino alle 18 ore).

La supplenza sarà assegnata fino al termine delle lezioni.

ads ads