Mobilità: si conoscono solo le modalità per a.s. 2016/17 (ancora da approvare in via definitiva), non quelle per gli anni successivi

Sono una docente della primaria che vorrebbe trasferirsi all’interno della provincia per avvicinarsi a casa. Sono stata assunta nel 2008 e quest’anno posso scegliere ancora le scuole.La mia domanda è: se aspetto un altro anno ancora avrò poi la possibilità di scegliere scuole o finirò nell’ambito??? In quest’ultimo caso é previsto un ordine di preferenza delle scuole dell’ambito? Grazie

risposta – gent.ma Federica, una delle "conquiste" dei sindacati firmatari dell’ipotesi di contratto per la mobilità dei docenti nell’a.s. 2016/17 (quindi i sindacati rappresentativi, esclusa Gilda che non ha firmato) è stata quella di avere un contratto per la mobilità che conservi il suo carattere annuale.

Pertanto se l’ipotesi di contratto stipulata il 10 febbraio sarà approvata dalla Funzione Pubblica e diventerà quindi contratto, il miur emanerà presto l’ordinanza e le indicazioni per la presentazione della domanda. Le modalità stabilite in tale contratto saranno valide esclusivamente per l’a.s. 2016/17.

Per la mobilità 2017/18 bisognerà quindi avviare una nuova contrattazione, alla luce di quelle che saranno le esigenze che si matureranno, la legislazione del momento, la capacità dei sindacalisti e la collaborazione del Miur. Nulla di scontato, insomma.

Considera anche che l’ipotesi di contratto per l’a.s. 2016/17 deriva dall’esigenza di dare attuazione al comma 108 della legge 107/2015, che parla esplicitamente di "mobilità straordinaria". Non sappiamo se negli anni futuri si verranno a determinare tali cirostanze, o più favorevoli.

Di conseguenza non è possibile rispondere neanche al quesito sull’ambito territoriale, dal momento che ci chiedi di anticipare una normativa che ad oggi non può esistere.

ads ads