Docente in maternità e ferie. Chiarimenti

Angela – Buongiorno, avrei bisogno di un chiarimento. Sono una docente di ruolo in maternità obbligatoria dal 2 giugno, di conseguenza non ho usufruito delle ferie nell’ anno scolastico 2016/2017. Vorrei sapere se posso chiedere le ferie arretrate durante le vacanze di natale e pasqua e se in questo modo: – si interrompe la continuità dei 150 giorni – la scuola deve riconvocare con il rischio di cambiare supplente. Grazie. Cordiali saluti.

Paolo Pizzo  – Gentilissima Angela,

L’art. 22, comma 6 del d. lgs. n. 151 del 2001 stabilisce che “le ferie e le assenze eventualmente spettanti … ad altro titolo non vanno godute contemporaneamente ai periodi di congedo …”.

L’art. 13, comma 10, del CCNL del 29.11.2007 del comparto scuola, prevede espressamente che: in caso di particolari esigenze di servizio ovvero in caso di motivate esigenze di carattere personale e di malattia, che abbiano impedito il godimento in tutto o in parte delle ferie nel corso dell’anno scolastico di riferimento, le ferie stesse saranno fruite dal personale docente, a tempo indeterminato, entro l’anno scolastico successivo nei periodi di sospensione dell’attività didattica [modificato in “periodo di sospensione delle lezioni” dalla Legge di stabilità].

Pertanto potrai fruire delle ferie non godute nell’anno successivo a quello in cui le ferie non state fruite ed esclusivamente durante i periodi di sospensione delle lezioni come detto nel quesito.

Se per i “150 giorni” intendi quelli per il calcolo del rientro del docente dopo il 30 aprile, si segnala che l’art 37 del CCNL include tali periodi come utili ai fini del conteggio dei 90/150 gg di assenza dalla classe del titolare indipendentemente se lo stesso sia o no in ferie e quindi assente formalmente.

Di conseguenza il supplente rimane in servizio per continuità didattica.

 

Posted on by nella categoria Supplenze, Maternità e Paternità, Ferie
Versione stampabile
ads ads