Bonus 2017/18: sono disponibili i 500 €, ma non risultano ancora accreditate le somme residue 2016/17

Ezio – Sono un docente il quale non ha speso il bonus docenti di 500€ per l’anno scolastico 2016-2017. Poco fa nel portale della Carta del Docente ho controllato il bonus attivo per l’anno scolastico 2017-2018 e vi sono solo i 500€ relativi a quest’anno scolastico. Avrei dovuto avere 1000€ nel portafoglio in base a quanto riferito da voi in merito alla cumulabilità del bonus. Cosa posso fare per avere diritto alla somma intera e corretta del bonus? Grazie anticipatamente per la consulenza.

Giovanna Onnis  – Gentilissimo Ezio, quanto lamenti  è un problema che coinvolge tutti i docenti che si trovano nella tua stessa situazione.

Come abbiamo chiarito nel nostro articolo, in data odierna, come precedentemente comunicato dal MIUR, è stata ripristinata la piattaforma Carta del docente, con il nuovo bonus utilizzabile dai docenti per l’a.s. 2017/18.

La somma accreditata, come giustamente segnali, è quella relativa al corrente anno scolastico 2017/18 e non risulta comprendere la  somma residua del bonus 2016/17 per i docenti che, come te, non l’hanno spesa lo scorso anno.

In considerazione dell’avviso pubblicato  nella piattaforma, con il quale si comunicava che “Gli importi delle somme non spese e dei buoni prenotati e non validati verranno attribuiti al residuo dell’anno scolastico 2016/2017”, si può ipotizzare che la procedura di accreditamento non sia stata ancora completata e alla prima fase, uguale per tutti i docenti, nella quale vengono accreditati i 500€ per il corrente anno scolastico 2017/18, seguirà una seconda fase, che interesserà i docenti che non hanno speso il bonus 2016/17 o lo hanno speso solo parzialmente, con l’accreditamento delle somme residue non spese che si sommeranno ai 500€ già disponibili.

Riteniamo quindi che sia necessario, per i docenti interessati,  avere pazienza e aspettare il completamento della procedura, anche se non abbiamo informazioni sulla relativa tempistica, sulla quale il MIUR non ha fornito indicazioni

ads ads