Graduatorie d’istituto personale scolastico: è vietata la pubblicazione dei dati sensibili

Alessandra –  Un Istituto Comprensivo ha pubblicato le graduatorie d’istituto nel proprio sito inserendo anche i dati privati (numeri di telefono, e-mail, recapiti di domicilio) di ogni docente. È legale? Grazie.

Giovanna Onnis – Gentilissima Alessandra,

l’Istituto di cui parli ha sicuramente commesso un grave errore pubblicando i dati sensibili dei docenti, disattendendo in tal modo quanto previsto dal Garante della Privacy.

Le scuole, infatti, non possono pubblicare on line graduatorie con dati sensibili riguardanti il personale scolastico.

Come abbiamo segnalato nel nostro articolo, il Garante della Privacy ha pubblicato un vademecum, dove viene illustrato tutto quello che è possibile rendere pubblico, senza che sia leso il diritto alla riservatezza personale.

E’ possibile, quindi, pubblicare sul sito della scuola le graduatorie dei docenti, ma queste devono contenere solo i dati strettamente necessari all’individuazione del candidato, quali nome, cognome, punteggio e posizione in graduatoria.

È illecita, invece,  la pubblicazione nelle graduatorie dei numeri di telefono, codice fiscale e degli indirizzi privati del personale scolastico, poiché la conoscenza da parte di terzi di questi dati non è strettamente necessaria per raggiungere le finalità istituzionali legate alla pubblicazione della graduatoria e non esistono  specifiche norme che consentano la pubblicazione di dati comuni diversi da quelli necessari.

Le scuole che hanno operato in modo difforme rispetto alla normativa, dovranno, quindi, rimuovere dai loro siti le graduatorie pubblicate per “ripulirle”dai dati personali sensibili che non devono comparire

ads ads