Istituto di Istruzione Superiore e attribuzione plessi in comuni diversi: il DS deve tutelare i docenti con precedenza 104

Maria – Sono docente di ruolo presso un IISS di scuole superiore su due comuni distinti (A e B), inoltre tale IISS è nato il 01/09/2016. A luglio 2016 ho ricevuto trasferimento su domanda volontaria presso l’istituto B ( non ancora IISS ), a settembre 2016 con la nascita dell’IISS scopro che la cattedra completa per me non era presente nel comune B, pertanto il DS mi chiede di svolgere il mio servizio sulle due sedi, in particolare 11 ore presso il comune B e 7 ore presso il comune A ( comune di residenza mio e di mio padre). Pertanto per l’A.S. 2016/17 ho lavorato sui due comuni.

A maggio 2017 abbiamo aggiornato la graduatoria d’istituto unica per legge, in tale graduatoria sono l’unica esclusa per precedenza 104 per assistente unico al padre disabile ( sia mio padre che la sottoscritta viviamo nel comune A dell’IISS). Siamo 7 docenti in organico sui due plessi così suddivisi: 3 cattedre e 7  ore presso il plesso comune A e 3 cattedre e 11 ore presso il comune B.In graduatoria d’istituto nessun altro docente usufruisce di precedenza.

Anche per l’A.S. 2017/18 nell’assegnazione dei docenti ai plessi, la sottoscritta ha avuto la cattedra sui due comuni 7 ore nel comune A (ripeto di residenza mio e di mio padre che assisto ) e 11 ore presso il comune B.

Inoltre non si può parlare neppure di continuità didattica né per me né per i colleghi in quanto alcune classi sono state accorpate ed abbiamo avuto delle classi prime, nuove per tutti.

Ho espresso dubbi al DS che mi ha ribadito che nel mio caso non spetta avere la cattedra completa nel comune A di residenza di mio padre perché sono l’ultima arrivata, arrivata sul potenziato, il tutto sarebbe stato possibile qualora la 104 fosse stata personale.

Per piacere potete darmi una risposta corretta a questo mio quesito.

Vorrei capire la verità di questa storia, inoltre mi potete suggerire la normativa a riguardo e come devo procedere per vedere rispettati i miei diritti e soprattutto quelli di mio padre…..

Grazie infinite per il vostro supporto sempre chiaro e preciso

Giovanna Onnis – Gentilissima Maria,

quanto sostiene il Dirigente scolastico non è corretto.

E’ vero che l’attribuzione delle cattedre e dei plessi è sua competenza, ma in questa funzione oltre a dover  tener conto dei criteri stabiliti in sede di contrattazione integrativa di istituto, deve salvaguardare le precedenze previste nell’art.13 del CCNI.

La precedenza per assistenza a genitore disabile con art.3 comma 3 della legge 104 , inserita nel comma 1 punto IV del succitato art.13, ti consente di poter usufruire del diritto all’assegnazione di una cattedra nel plesso ubicato nel comune di residenza di tuo padre. Quindi hai diritto ad una cattedra completa nel plesso ubicato nel comune A.

Il riferimento normativo  è l’art.3 comma 7 del CCNI sulla mobilità 2017/18:

In applicazione dell’art 1 comma 5 della legge 107/15 che prevede: ’al fine di dare piena attuazione al processo di realizzazione dell’autonomia e di riorganizzazione dell’intero sistema di istruzione, è istituito per l’intera istituzione scolastica, o istituto comprensivo, e per tutti gli indirizzi degli istituti secondari di secondo grado afferenti alla medesima istituzione scolastica l’organico dell’autonomia, funzionale alle esigenze didattiche, organizzative e progettuali delle istituzioni scolastiche come emergenti dal piano triennale dell’offerta formativa’, per l’anno scolastico 2017/18, ferme restando le prerogative dei Dirigenti scolastici e degli organi collegiali relative all’assegnazione dei docenti alle classi e alle attività, i posti di un’autonomia scolastica situati in sedi ubicate in comuni diversi rispetto a quello sede di organico sono assegnati, nel limite delle disponibilità destinate ai movimenti, secondo le modalità e i criteri definiti dalla contrattazione di istituto. La contrattazione dovrà concludersi in tempi utili per il regolare avvio dell’anno scolastico all’1/9/2017. Sono comunque salvaguardate le precedenze di cui al successivo articolo 13”

 

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads