Anno di prova su altra tipologia di posto. Chiarimenti

Scuola – Chiedo gentilmente la seguente consulenza: Nella scuola primaria ha ottenuto l`assegnazione provvisoria su sostegno una insegnante di ruolo su posto comune. L`insegnante ha rinviato l`anno di prova per due anni per assenze maternità. Può quest`anno fare l`anno di prova anche se in assegnazione su sostegno? Ringraziando si inviano distinti saluti.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

la risposta è positiva.

Si premette che il periodo di prova può essere prorogato, qualora non siano stati prestati almeno 180 giorni di servizio di cui 120 di attività didattica, anche per i successivi anni scolastici in relazione a periodi di congedo o aspettative a qualunque titolo concessi, ivi compresi i periodi di astensione obbligatoria dal lavoro a norma dell’art. 4 della Legge 30 dicembre 1971, n. 1204 sulle lavoratrici madri (congedo per maternità), salve restando, ovviamente, le disposizioni di Legge che considerano valutabili anche ai fini della prova determinati periodi diversi dall’insegnamento.

Si premette altresì che l’assegnazione provvisoria su altra tipologia  di posto è consentita, come il caso in questione, anche a chi non ha avuto la conferma in ruolo purché nello stesso grado di titolarità.

Fatta questa premessa, il DM-850 27ott. 2015 ha disposto per i docenti assunti a tempo indeterminato con differimento dell’assunzione economica in ruolo, che il servizio svolto su posto di sostegno è valido, a fini del periodo di prova, per chi è titolare di posto comune e viceversa, e che la formazione va comunque effettuata in relazione alla tipologia di posto di titolarità.

Pertanto, anche se la disposizione ministeriale riguardava il caso specifico di differimento di servizio, non c’è nessun ostacolo affinché (anzi a maggior ragione..) la si applichi alla docente in questione trattandosi infatti di altra tipologia di posto ma per lo stesso ruolo, e considerando che la docente è già immessa in ruolo anche economicamente.

Altrimenti non sarebbe giustificabile un altro rinvio dell’anno di prova (a meno che, ovviamente, la docente non si riassenti a vario titolo).

A mio avviso, così come dispone il DM, le attività di formazione andranno però svolte con riferimento alla tipologia di posto di immissione in ruolo.

Posted on by nella categoria Anno di prova neo immessi in ruolo
Versione stampabile
ads ads