Vincolo sul sostegno: il computo del quinquennio comprende anche l’anno di decorrenza giuridica della nomina in ruolo?

Carlo – Sono un docente di scuola secondaria di secondo grado, immesso in ruolo sul sostegno nel mese di marzo 2014 con decorrenza giuridica della nomina retroattiva al 1/09/2013. In tale anno scolastico avevo nomina a tempo determinato sulla materia.  Avrei bisogno si sapere come deve essere considerato l’anno di immissione in ruolo su sostegno, insegnando la materia, ai fini del superamento del vincolo quinquennale. Più semplicemente, il 2013 mi verrà calcolato come anno su sostegno e quindi nel 2018 potrò chiedere il trasferimento sulla materia? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissimo Carlo,

nel computo del quinquennio puoi valutare anche l’anno scolastico 2013/14.

Come stabilisce, infatti, l’art.23 comma 8 del CCNI sulla mobilità 2017/18, nella valutazione del quinquennio, oltre all’anno in corso, deve essere incluso anche “l’eventuale anno di decorrenza giuridica derivante dalla applicazione del  decreto legge n. 255, del 3 luglio 2001, convertito in legge n. 333 del 20 agosto 2001, art. 1, comma 4-bis”

In tale valutazione, quindi, non ha nessuna influenza la tipologia di servizio prestata nell’anno di decorrenza giuridica, in quanto non vi sono limitazioni espresse in tal senso dalle disposizione normativa citata

In virtù di ciò completi il quinquennio di permanenza sul sostegno nel corrente anno scolastico 2017/18 e potrai, quindi, presentare domanda di trasferimento su materia quest’anno per il prossimo a.s 2018/19

Posted on by nella categoria Mobilità, Sostegno
Versione stampabile
ads ads