Graduatorie III fascia ATA: la valutazione del servizio LSU e del diploma di “conservatorio vecchio ordinamento”

Giuseppe – Buonasera, Mi chiamo Giuseppe, sono di Torremaggiore, scrivo in quanto il prossimo 30 vorrei inoltrare domanda di inserimento nelle graduatorie di 3^ fascia ATA.

Il profilo che mi interessa è quello di Collaboratore Scolastico. Posso accedervi avendo conseguito la Licenza Media e due diplomi di Conservatorio vecchio ordinamento?

Inoltre, nel 1997 ho partecipato ad un progetto di lavori socialmente utili (delibera Provincia di Foggia n. 2084 del 18 10 1996) per 6 mesi di utilizzo, 67 ore mensili e con qualifica livello II – operatore addetto alla pulizia ambienti, ecc.). Può essere questo un requisito di accesso valido?

Grazie

di Giovanni Calandrino – Gentile Giuseppe, in riferimento al D.M. 640 del 30.08.2017 i titoli di studio d’accesso al profilo professionale di CS nelle graduatorie di circolo e di istituto di III fascia, sono:

diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, qualsiasi diploma di maturità, attestati e/ o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

I due diplomi di conservatorio vecchio ordinamento in suo possesso non possono essere equiparati ai titoli sopra riportati e pertanto non sono titoli d’accesso.

Giuseppe – Inoltre, nel 1997 ho partecipato ad un progetto di lavori socialmente utili (delibera Provincia di Foggia n. 2084 del 18 10 1996) per 6 mesi di utilizzo, 67 ore mensili e con qualifica livello II – operatore addetto alla pulizia ambienti, ecc.). Può essere questo un requisito di accesso valido?

Giovanni CalandrinoServizi prestati in qualità di LSU e LPU:

Il servizio deve essere prestato con rapporto d’impiego direttamente con lo Stato o con gli EE.LL. in cui è stato svolto il servizio e deve concernere personale della scuola statale già a carico degli EE.LL. e, eventualmente, oggi a carico dello Stato (legge 124/99).

In tale ultimo caso, deve, inoltre, esservi corrispondenza tra i profili professionali degli EE.LL. e i profili professionali del personale ATA della scuola statale.

Nessuna delle succitate condizioni sussiste nel caso degli addetti ai Lavori Socialmente Utili e dei Lavori di Pubblica Utilità le cui prestazioni non determinano l’instaurazione di un rapporto di lavoro (art. 4, comma 1 del D.Lvo 28.02.2000, n. 81) .

Le prestazioni, pertanto, degli addetti ai Lavori Socialmente Utili e dei Lavori di Pubblica Utilità non costituiscono titolo di valutazione nelle procedure di reclutamento del personale ATA.

Graduatorie III fascia ATA. Al via aggiornamento, tempo fino a fine ottobre. Le guide e i modelli di domanda

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads