Anno di prova e part time

Angela – Buongiorno,  avrei bisogno delle vostre utili informazioni. Vorrei sapere se e’ confermato anche per questo anno scolastico è confermato che si possa svolgere l’anno di prova in  part-time  e se mi potete indicare dei riferimenti normativi da esporre in segreteria scolastica. Inoltre poichè sono stata convocata da graduatorie di istituto , mi chiedo se avendo già un contratto part-time verticale (di 9 ore) presso la mia scuola , possa accettare altre ore ( uno spezzone) in altra scuola.? Grazie per il vostro validissimo aiuto.

Paolo Pizzo – Gentilissima Angela,

L’art. 39 del CCNL/2007 dispone che L’Amministrazione scolastica costituisce rapporti di lavoro a tempo parziale sia all’atto dell’assunzione sia mediante trasformazione di rapporti a tempo pieno su richiesta dei dipendenti interessati.

Ai sensi della nota MIUR 3616 del 05-11-2015 il superamento del periodo di formazione e prova è subordinato allo svolgimento del servizio effettivamente prestato per almeno centottanta giorni nel corso dell’anno scolastico, di cui almeno centoventi per le attività didattiche. Fermo restando l’obbligo delle 50 ore di formazione previste, i centottanta giorni di servizio e i centoventi giorni di attività didattica sono proporzionalmente ridotti per i docenti neoassunti in servizio con prestazione o orario inferiore su cattedra o posto.

Pertanto chi è assunto in ruolo in regime di part time dovrà comunque svolgere per intero e senza nessun riproporzionamento le 50 ore di formazione, mentre i 180 gg e i 120 di attività didattica vanno riproporzionati in ragione all’orario.

Per quanto riguarda la possibilità della supplenza ciò è possibile fruendo dell’art 36 stesso contratto, il quale prevede che il personale docente può accettare, nell’ambito del comparto scuola, rapporti di lavoro a tempo determinato in un diverso ordine o grado d’istruzione, o per altra classe di concorso, purchè di durata non inferiore ad un anno, mantenendo senza assegni, complessivamente per tre anni, la titolarità della sede.

Durante tale periodo non è però possibile svolgere l’anno di prova.

Non è permesso, infine, l’ipotesi del part time di ruolo con completamento della supplenza.

Posted on by nella categoria Anno di prova neo immessi in ruolo, Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads