Trasferimento da ambito a scuola: il docente che ottiene il movimento non deve firmare un nuovo contratto con la scuola

Maria Grazia – Dopo tanto precariato, sono stata immessa in ruolo nel 2015 con la legge 107. Ho richiesto ed ottenuto il trasferimento da ambito a scuola.  E’ possibile che il mio contratto rimanga quello triennale, lo stesso che avevo nella scuola dove ero finita con la chiamata diretta? Nella mia nuova scuola ho firmato finora la sola presa di servizio, null’altro. In segreteria mi dicono che non c’è bisogno di nessun altro contratto, rimanendo valido quello precedente (triennale!). Fiduciosa nella vostra competenza in materia, attendo con ansia il vostro parere. Cordiali ringraziamenti e auguri di buon lavoro.

Giovanna Onnis – Gentilissima Maria Grazia,

fai confusione tra il contratto di assunzione in seguito all’immissione in ruolo e l’incarico triennale che hai firmato l’anno scorso, in seguito alla chiamata diretta, nella scuola dell’ambito in cui eri titolare.

Il trasferimento ottenuto per il corrente anno scolastico ha determinato la modifica della tua titolarità che da ambito e passata su scuola specifica.

La nuova titolarità, quindi, ha determinato la decadenza dell’incarico triennale, ma non del contratto di assunzione in ruolo che rimane sempre valido ed è a questo che fa riferimento la segreteria della tua scuola dove giustamente il 1° settembre hai firmato solo la presa di servizio e dove non sei tenuta a firmare un nuovo contratto

 

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads