Malattia bambino. Numero giorni e retribuzione. Chiarimenti

Alfonso  – Quanti giorni di permesso per malattia del bambino sono interamente retribuiti, quanti parzialmente e fino a quale età del figlio? In che modo va certificata l’assenza?

Paolo Pizzo – Gentilissimo Alfonso,

Per il personale della scuola le possibilità di congedo retribuito dipendono dall’età del figlio:

Fino al terzo anno di età del figlio, compreso il giorno del compimento del terzo anno di età:

ai genitori sono riconosciuti, alternativamente, 30 giorni per ciascun anno di età del figlio, computati complessivamente per entrambi i genitori, di assenza retribuita (art. 12, comma 5 del CCNL/2007).

Ulteriori assenze allo stesso titolo (il congedo è esteso fino al compimento del terzo anno di età del figlio, senza alcun limite di giorni), eccedenti il limite suddetto dei 30 giorni, sono senza assegni ma computati nell’anzianità di servizio (resta comunque valido il diritto alla contribuzione figurativa piena fino al terzo anno di vita del figlio).

Ciò vuol dire per ogni anno del bambino e fino al terzo anno, terminati i 30 giorni retribuiti il personale ha comunque a disposizione un periodo di congedo illimitato che sarà comunque computato nell’anzianità di servizio, anche se non retribuito.

Il limite annuale dei 30 giorni retribuiti è espressamente collegato a ciascun anno di età del figlio e non all’anno scolastico o solare.

Dal giorno successivo al compimento del terzo anno di età e fino agli otto anni (compreso il giorno del compimento dell’ottavo anno di età)

a ciascun genitore sono riconosciuti, alternativamente, 5 giorni lavorativi l’anno (per ogni anno di età del figlio).

Tali giorni sono senza assegni ma computati nell’anzianità di servizio. Il genitore non può usufruire, oltre ai 5 giorni annui che gli spettano, anche di quelli dell’altro genitore, in presenza di rinuncia.

Il certificato di malattia del figlio

dev’essere rilasciato da un medico specialista del Servizio Sanitario Nazionale o con esso convenzionato.

Non ha dunque validità un certificato rilasciato da un medico che non sia specialista o che lo sia ma che non faccia parte del SSN o con esso convenzionato.

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads