Trasferimento tra ambiti diversi: nessun anno di prova per il docente che lo ottiene

Fabio – Sono un docente di Lingua Inglese, immesso a ruolo l’anno scolastico scorso. Ho superato con successo l’anno di prova nel corso di tale a.s. (2016-17) presso un IC facente parte dell’ambito territoriale X. Ora mi accingo a cominciare il prossimo anno scolastico nello stesso istituto, ma vorrei trasferirmi in una scuola più vicina a casa. Ci sono un paio di scuole che sono più vicine a casa mia ma restano in un ambito territoriale diverso (ambito Y). Come posso procedere? Il procedimento richiede lo svolgimento di un altro anno di prova come per il passaggio di ruolo alle superiori? Grazie in anticipo!

Giovanna Onnis – Gentilissimo  Fabio,

non chiarisci se la tua titolarità è su scuola e quindi nell’IC dove sei in servizio o se in tale scuola hai un incarico triennale e la tua titolarità è, quindi,  nell’ambito X.

In ogni caso per modificare, il prossimo anno scolastico, titolarità e scuola di servizio dovrai presentare domanda di trasferimento le cui regole saranno stabilite in sede di contrattazione annuale.

Se la mobilità sarà solo su ambito dovrai, quindi, chiedere trasferimento nell’ambito Y dove sono ubicate le scuole che ti interessano e su queste presenterai la tua candidatura per il conferimento dell’incarico triennale.

Se, invece, anche per il prossimo anno sarà data la possibilità di esprimere preferenze anche su scuola, potrai chiedere le sedi che ti interessano con preferenza analitica.

Per avere certezza è chiaramente indispensabile aspettare la contrattazione e la conseguente pubblicazione del CCNI 2018/19

In ogni caso, il trasferimento anche se su ambito diverso non determina in alcun modo l’obbligo di svolgere l’anno di prova e formazione che riguarda solo i neo-immessi e coloro che hanno ottenuto il passaggio di ruolo (DM 850/2015)

 

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads