Prove Invalsi Secondaria I grado: saranno un requisito per l’ammissione all’esame, ma non incideranno sulla valutazione

Francesca – Sono una docente di scuola secondaria II grado, ma mamma di un ragazzo che quest’ anno avrà l’esame di 3 media con le novità Invalsi.
Nella scuola di mio figlio asseriscono che l’esito della prova Invalsi costituirà la base del colloquio orale.
Domando a voi se corretto, in quanto nel decreto 62 si parla di “nessun impatto sul voto d’esame”.
Chiedo gentilmente delucidazioni in merito. Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Francesca,

le prove Invalsi dal corrente anno scolastico non saranno più prove d’esame nella secondaria I grado, ma si svolgeranno nel mese di aprile e rappresenteranno un requisito indispensabile per l’ammissione all’esame senza incidere però sulla valutazione.

I risultati delle prove Invalsi saranno parte integrante della certificazione delle competenze, ma non costituiranno obbligatoriamente la base del colloquio d’esame come erroneamente sostengono nella scuola di tuo figlio, in quanto ciò non è assolutamente previsto dalla normativa rappresentata dal Decreto Legislativo n.62/2017, dal successivo DM 741/2017 e dalla nota ministeriale n.1865/2017.

Per maggiori chiarimenti ti invito a leggere i nostri articoli sull’argomento, riguardanti le Prove Invalsi  (CBT) e la Certificazione delle competenze

Posted on by nella categoria Esami di stato
Versione stampabile
ads ads