5 giorni per attività di formatore anche per il personale a tempo determinato

Docente – Se un supplente annuale chiede di assentarsi in quanto relatore a un convegno organizzato dall’università esistono altri congedi a cui ha diritto? Vi ringrazio.

Paolo Pizzo – Gentilissima docente,

i commi 5 e 7 dell’art 64 del CCNL/2007 dispongono:

Gli insegnanti hanno diritto alla fruizione di cinque giorni nel corso dell’anno scolastico per la partecipazione a iniziative di formazione con l’esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi vigente nei diversi gradi scolastici. Con le medesime modalità, e nel medesimo limite di 5 giorni, hanno diritto a partecipare ad attività musicali ed artistiche, a titolo di formazione, gli insegnanti di strumento musicale e di materie artistiche.

Le stesse opportunità, fruizione dei cinque giorni e/o adattamento dell’orario di lavoro, devono essere offerte al personale docente che partecipa in qualità di formatore, esperto e animatore ad iniziative di formazione. Le predette opportunità di fruizione di cinque giorni per la partecipazione ad iniziative di formazione come docente o come discente non sono cumulabili. Il completamento della laurea e l’iscrizione a corsi di laurea per gli insegnanti diplomati in servizio hanno un carattere di priorità.

Pertanto, spettano 5 giorni complessivi sia per la partecipazione che come formatori ad attività di formazione, tali giorni sono interamente retribuiti ance per il personale a tempo determinato.

A mio avviso il relatore ad un convegno rientra nei 5 giorni di cui sopra.

Posted on by nella categoria Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads