Normativa di riferimento in materia di presentazione della richiesta di ricostruzione di carriera

Docente  –  Essendo un docente a tempo indeterminato da 24 anni posso richiedere la ricostruzione carriera ora? Se gli altri possono recuperare, dopo 16 anni, gli anni di servizio da precari non calcolati perché io non potrei recuperali tutti? Cordiali saluti e grazie

FP – Gentile docente,

in riferimento alla sua richiesta le segnalo brevemente la normativa di riferimento in materia di presentazione della richiesta di ricostruzione di carriera.

Fondamentale chiarire quanto segue: il diritto alla ricostruzione di carriera (presentazione dell’istanza) decorre dal primo giorno successivo al superamento del periodo di prova.

Per quanto concerne la presentazione dell’istanza da parte dell’interessato – è opportuno non trascurare i termini di prescrizione previsti dall’attuale normativa: infatti, il diritto alla ricostruzione di carriera è un diritto prescrivibile ovvero dalla conferma in ruolo decorrono i termini di prescrizione. La prescrizione del diritto alla ricostruzione di carriera è di 10 anni (dalla conferma in ruolo), mentre il diritto a percepire gli arretrati si prescrive dopo 5 anni.

Detto ciò: lei può presentare fin da ora (dando per scontato che abbia superato il periodo di prova) l’istanza di riconoscimento ai fini della ricostruzione di carriera , indipendentemente dal servizio pre-ruolo.

Per quanto concerne la valutazione del servizio pre-ruolo, la normativa vigente dispone che venga così valutato: 1) i primi 4 anni sono utili ai fini giuridici ed economici; 2) 2/3 della parte restante sono utili ai fini giuridici ed economici; 3) 1/3 è utile ai soli fini economici. Il recupero dell’1/3 avviene al raggiungimento di una determinata anzianità: 16 anni per il personale docente della secondaria di 2 grado e 18 anni per i restanti docenti.

Per opportuna conoscenza le segnalo il D.P.R. 399/1988 – art. 4 comma 3: “Al compimento del sedicesimo anno per i docenti laureati della scuola secondaria superiore, del diciottesimo anno per i coordinatori amministrativi, per i docenti della scuola materna ed elementare, della scuola media e per i docenti diplomati della scuola secondaria superiore, del ventesimo anno per il personale ausiliario e collaboratore, del ventiquattresimo anno per i docenti dei conservatori di musica e delle accademie, l’anzianità utile ai soli fini economici è interamente valida ai fini dell’attribuzione delle successive posizioni stipendiali”

 

Posted on by nella categoria Ricostruzione di carriera
Versione stampabile
ads ads