Valutazione titoli e punteggio spettante: chiarimenti

Federica – Sono insegnante a tempo indeterminato nella scuola primaria, volevo chiedere quanti punti vengono assegnati per Corso di perfezionamento biennale 3000 ore 120 crediti formativi?

Giovanna Onnis – Gentilissima Federica,

la risposta al tuo quesito si può trovare nella tabella di valutazione dei titoli allegata al CCNI sulla mobilità 2017/18.

I corsi di perfezionamento biennali post-laurea di 3000 ore e 120 CFU, rientrano, infatti, tra i titoli previsti nella lettera B della tabella A3 “Titoli generali”:

B) per ogni diploma di specializzazione conseguito in corsi post-laurea previsti dagli statuti ovvero dal D.P.R. n. 162/82, ovvero dalla legge n. 341/90 (artt. 4, 6, 8) ovvero dal decreto n. 509/99 e successive modifiche ed integrazioni attivati dalle università statali o libere ovvero da istituti universitari statali o pareggiati, ovvero in corsi attivati da amministrazioni e/o istituti pubblici purché i titoli siano riconosciuti equipollenti dai competenti organismi universitari (11) e (11 bis), ivi compresi gli istituti di educazione fisica  statali o pareggiati, nell’ambito delle scienze dell’educazione e/o nell’ambito delle discipline attualmente insegnate dal docente

Per la tipologia di corsi valutabili risulta esplicativa la nota 11 della stessa tabella, dove si chiarisce quanto segue:

(11) Il punteggio va attribuito al personale in possesso di laurea. Vanno riconosciuti oltre ai corsi previsti dagli statuti delle università (art. 6 legge n. 341/90), ovvero attivati con provvedimento rettorale presso le scuole di specializzazione di cui al D.P.R. 162/82 (art. 4 – 1° comma, legge n. 341/90) anche i corsi previsti dalla legge n. 341/90, art. 8 e realizzati dalle università attraverso i propri consorzi anche di diritto privato nonché i corsi attivati dalle università avvalendosi della collaborazione di soggetti pubblici e privati con facoltà di prevedere la costituzione di apposite convenzioni (art. 8 legge n. 341/90) nonché i corsi previsti dal decreto 3.11.1999, n. 509 e successive modifiche ed integrazioni. Sono assimilati ai diplomi di specializzazione i diplomi di perfezionamento post-laurea, previsti dal precedente ordinamento universitario, qualora siano conseguiti a conclusione di corsi che presentino le stesse caratteristiche dei corsi di specializzazione (durata minima biennale, esami specifici per ogni materia nel corso dei singoli anni e un esame finale).

E’ valutabile un solo corso, per lo stesso anno accademico e si valuta con 5 punti sia per la mobilità che per la graduatoria interna di istituto.

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads