Trasferimento su cattedra diventata vacante in seguito alla mobilità: chiarimenti

Maria Concetta – Vorrei sapere se, facendo domanda di trasferimento in una scuola dalla quale chiede e ottiene trasferimento la titolare, potrei essere accontentata nel movimento. Grazie.

Giovanna Onnis – Gentilissima Maria Concetta,

per ottenere il trasferimento che ti interessa le variabili in gioco sono diverse.

Innanzitutto ritengo doveroso premettere che il trasferimento può essere disposto solo in presenza di una cattedra vacante, cioè priva di titolare e, nel caso da te indicato, il trasferimento in altra sede della titolare nella scuola di tuo interesse determina in tale scuola la disponibilità di una cattedra vacante.

Tale cattedra potrà, quindi, essere utilizzata nella mobilità.

Ipotizzando che anche per la prossima mobilità sia possibile esprimere ancora preferenze analitiche su scuola (per avere conferma bisogna attendere, però, la contrattazione e la pubblicazione del CCNI), non hai garanzia di ottenere la scuola di tuo interesse chiesta nella domanda di trasferimento, anche in presenza della cattedra che si libera in fase di mobilità, per le seguenti possibili motivazioni:

1- nella fase dei trasferimenti provinciali, in presenza di più docenti che chiedono la medesima scuola, risulta determinante, in assenza di precedenze, il punteggio spettante a ciascun docente interessato. La scuola potrà essere assegnata a te in trasferimento soltanto se precederai per punteggio gli altri docenti

2- se la cattedra si libera in fase di trasferimento interprovinciale non potrà essere assegnata per i trasferimenti provinciali in quanto già disposti poiché la mobilità all’interno della provincia precede quella interprovinciale

 

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads