Requisiti (anagrafici e di servizio) al 31/12/2015, per accedere alla pensione cosiddetta “opzione donna”

Albertina –  sono docente di ruolo di matematica e scienze nella scuola media; sono nata l’11/07/1954 e alla fine del 2017 avro tra ruolo e preruolo una anzianita contributiva di: 38 anni 1 mese e 25 giorni;entro dicembre del 2015 avevo 35 anni di contributi, quindi ho i requisiti per richiedere l’opzione donna gia dallo scorso anno; secondo la legge fornero , secondo quanto mi hanno detto dovrei andare in pensione a settembre del 2021;io non ce la faccio veramente piu e vorrei sapere cortesemente da voi , visto che il lavoro delle maestre elementari e il nostro delle medie, chissa perche , non e stato considerato usurante, se si puo fare domanda per opzione donna , per andare in pensione a settembre del 2018, consapevole della decurtazione economica ( so che opzione donna e solo contributiva); non capisco come mai non si riconosca il doppio lavoro di noi donne… in attesa di una sua risposta le pongo cordiali saluti

FP – Gentile Albertina,

così come indicato dalla scheda tecnica predisposta dall’INPS:

“Per avere diritto alla pensione di anzianità con l’opzione donna le lavoratrici devono possedere, entro il 31 dicembre 2015:

– un’anzianità assicurativa e contributiva di almeno 35 anni (per le gestioni esclusive dell’AGO 34 anni, 11 mesi e 16 giorni);

– un’età anagrafica di 57 anni, se dipendenti, e di 58, se autonome. Dal 1.1.2013, con gli adeguamenti alla speranza di vita cui all’articolo 12 della legge n. 122 del 2010, il requisito di accesso è divenuto di 57 anni e 3 mesi per le lavoratrici dipendenti e 58 anni e 3 mesi per quelle autonome.

La facoltà è stata estesa retroattivamente anche alle lavoratrici che al 31 dicembre 2015 avevano compiuto 57 anni, se dipendenti.”

Pertanto le segnalo che possiede entrambi i requisiti (anagrafici e di servizio) al 31/12/2015, per accedere alla pensione cosiddetta “opzione donna”.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads