Graduatoria interna di istituto: il docente eletto RSU non ha diritto ad essere escluso

Lucia –  Desideravo sapere se un collega che è ultimo in graduatoria interna d’istituto e perdente posto di alcune ore o cattedra intera, per riduzione di organico, è escluso se eletto rappresentante RSU.

Giovanna Onnis – Gentilissima Lucia,

la risposta al tuo quesito è negativa.

L’esclusione dalla graduatoria interna di istituto è prevista, in base all’art.13 comma 2 del CCNI sulla mobilità 2017/18, per i docenti beneficiari delle precedenze previste ai punti I), III), IV) e VII).

Quindi hanno diritto all’esclusione dalla graduatoria al fine di salvaguardare la loro titolarità nella scuola  i docenti che rientrano nelle seguenti categorie:

I) Disabilità e gravi motivi di salute

III) Personale con disabilità e personale che ha bisogno di particolari cure continuative

IV) Assistenza al coniuge, ed al figlio con disabilità; assistenza da parte del figlio referente unico al genitore con disabilità; assistenza da parte di chi esercita la tutela legale

VII) Personale che ricopre cariche pubbliche nelle amministrazioni degli enti locali

Non rientra, quindi,  il docente  eletto in qualità di rappresentante della RSU che non ha il diritto di essere escluso dalla graduatoria interna di istituto e dovrà essere inserito in base al punteggio a prescindere dalla sua funzione nella scuola.

Se ad essere posizionato in coda nella graduatoria interna di istituto sarà il docente RSU, sarà lui, quindi,  in presenza di contrazione in organico, ad essere dichiarato soprannumerario

 

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads