Assegnazione provvisoria: si può chiedere in una sola provincia, quella in cui è ubicato il comune di ricongiungimento

L.R. – L’assegnazione provvisoria si può chiedere (oltre che nel comune di residenza e dei paesi vicini al comune di residenza) anche su una scuola di un paese vicino, ma appartenente ad altra provincia ed altra regione?

Giovanna Onnis – Gentilissima L.R.,

l’assegnazione provvisoria è un movimento annuale che si può chiedere se si hanno i requisiti per il ricongiungimento familiare.

Le regole per la mobilità annuale vengono disposte annualmente in seguito a contrattazione che determina la predisposizione di specifico CCNI. Per il prossimo anno è necessario aspettare, ma in base alle disposizioni in vigore fino al corrente anno scolastico, ipotizzando che rimangano invariate, posso fornirti la seguente risposta.

Le preferenze esprimibili nella domanda di AP sono condizionate dal comune di residenza del familiare verso il quale si chiede ricongiungimento (coniuge, figli o genitori) e la prima preferenza deve riguardare scuole ubicate in tale comune.

Chiaramente oltre che il comune di residenza, un altro elemento importante che condiziona le preferenze esprimibili nella domanda  è la provincia di residenza del familiare in quanto è su questa provincia che deve essere presentata la domanda.

L’assegnazione provvisoria, infatti, può essere chiesta per una sola provincia che corrisponde a quella di ricongiungimento

Tale regola, che riteniamo possa essere confermata anche per il prossimo anno scolastico, non ti consentirà, quindi, di presentare domanda in un comune anche se vicino a quello di ricongiungimento, ma appartenente ad altra provincia

 

Posted on by nella categoria Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads