Docente soprannumerario: si individua nell’organico dell’autonomia senza distinzione tra docente in servizio sul potenziamento o sull’organico di diritto

Maria Rosaria  – Sono una docente  che ha ottenuto quest’anno il passaggio di ruolo su scuola, nella classe di concorso A054. Nella mia scuola attualmente c’è un’altra docente che copre 18 ore di Storia dell’Arte, le altre 2 ore disponibili sono state assegnate a me, per le restanti 16, sono a disposizione. In segreteria mi hanno detto che la mia cattedra è su potenziamento, pertanto, se fra due anni la scuola si dovesse dotare di un altro PTOF e dovesse ritenere non più necessarie le ore di potenziamento di Storia dell’Arte,  io dovrei perdere la cattedra. A me risulta che, facendo ormai parte dell’organico dell’autonomia di quella scuola, non corro questo pericolo. Chiedo pertanto: Corro il rischio tra due anni di perdere la cattedra? Faccio parte o no dell’organico di potenziamento?  In attesa di un vostro gentile riscontro, porgo cordiali saluti.

Giovanna Onnis – Gentilissima Maria Rosaria,

quanto sostiene la segreteria della tua scuola non è corretto.

Avendo ottenuto passaggio di ruolo su specifica scuola  risulti titolare in questa scuola in seguito al movimento che è stato nell’organico dell’autonomia.

Non esiste, quindi, per i docenti titolari nella scuola, una differenziazione di titolarità tra chi è in servizio su cattedra in organico di diritto e chi è in servizio su cattedra di potenziamento.

Nel tuo caso, infatti, sia la tua collega con 18 ore in classe che tu con 2 ore in classe e 16 ore di potenziamento, sarete inserite nella stessa graduatoria interna di istituto in base al punteggio e se il prossimo anno ci sarà contrazione dovuta al fatto che la cattedra di potenziamento potrebbe non essere confermata (cosa che ritengo personalmente difficile perché nella predisposizione dell’organico si cerca nei limiti del possibile di non creare esuberi), non sarai tu a diventare automaticamente soprannumeraria, come sostiene la segreteria della tua scuola, ma risulterà perdente posto il docente in coda nella graduatoria.

Potrebbe, quindi, essere interessata all’esubero anche la tua collega in servizio su cattedra dell’organico di diritto, se risulterà in coda nella graduatoria interna di istituto,  anche se la contrazione interesserà una cattedra di potenziamento. Il soprannumero si determina, infatti, nell’organico dell’autonomia nella sua interezza

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads