Requisito richiesto: 66 anni e 7 mesi entro il 31/12/2018

Giulio  – Sono un professore immesso in ruolo il 1 settembre di quest’anno, avendo superato l’ultimo concorso per l’insegnamento e che sta svolgendo l’anno di prova per ottenere il ruolo definitivo. Sono nato il 14/05/1952; Ho insegnato nelle scuole statali dal 1981 fino al 1989; Dal 1989 fino al 1999 sono stato dipendente di una impresa di costruzioni edili, con contributi previdenziali versati all’INPS; Dal 2000 al 2007 ho svolto l’attività di libero professionista (ingegnere) versando i contributi previdenziali alla Cassa Ingegneri ed Architetti; Dal 2007 ad oggi insegno nelle scuole statali. Vorrei sapere quando dovrò andare in pensione e se mi conviene ricongiungere il periodo 2000 ÷ 2007 presso l’INPS.

FP – Gentile Giulio,

in merito alla sua richiesta, le segnalo che la prima possibilità di pensionamento, tenuto conto della sua età anagrafica e della complessiva anzianità contributiva è data dal soddisfacimento del requisito di vecchiaia nel 2018.

Requisito richiesto: 66 anni e 7 mesi entro il 31/12/2018, così come richiamato dalla circolare MIUR prot. 50436 del 23/11/2017.

Per la questione “unificazione” dei contributi le segnalo la possibilità di ricongiunzione onerosa ai sensi della L. 29/1979 o in alternativa l’istituto gratuito del “cumulo”.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads