Congedo biennale, rientro in servizio e contratto del supplente. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Una nostra docente sta usufruendo del Congedo straordinario per assistenza di un proprio famigliare disabile rinnovando tale richiesta mese per mese. Ha espresso la sua intenzione di usufruire di un intero periodo da dopo le festività natalizie e fino al termine delle attività didattiche. Il chiarimento riguarda i punti sotto elencati: 1) Se il proprio familiare  dovesse venir meno  prima della fine delle attività didattiche, la docente dovrà rientrare in servizio, se non intende coprire il rimanente periodo con un’altra tipologia di assenza? 2) Al  supplente nominato su di lei con un contratto N01 (suppl. breve e saltuaria) si dovrà interrompere il contratto? Si ringrazia per la cortese collaborazione e si porgono distinti saluti.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

in merito ai due quesiti si precisa quanto segue:

1

Una volta venuta meno la ragione del congedo la docente dovrà rientrare immediatamente in servizio. Ciò non toglie che potrà fare richiesta di altra tipologia di assenza, come il congedo non retribuito per motivi personali e familiari, il quale però si ricorda che è altra tipologia di assenza da gestire al SIDI rispetto al congedo biennale (quest’ultimo dovrà infatti essere interrotto).

2

Al momento il supplente segue i periodi di assenza della titolare con proroghe contrattuali. Se la titolare, dopo il 31/12, dovesse fare richiesta del congedo biennale come esposto nel quesito, al supplente attualmente in servizio si farà un contratto per continuità didattica (art. 7/4 D.M. 131/07) direttamente fino al termine delle lezioni (non 30/6) con proroga poi per gli scrutini ed eventuali esami se si tratta di una 3^ classe I grado. Se in tale periodo viene meno l’aspettativa della titolare e la stessa dovesse rientrare in servizio, non sarà possibile rescindere il contratto al supplente in quanto tale clausola (“rientro anticipato del titolare”) non è stata più prevista dai CCNL a partire dal 2003. Pertanto, il supplente rimarrà in servizio e la docente rientrerà a disposizione (sempreché non intenda assentarsi ad altro titolo).

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads