Posto disponibile prima del 31/12. Chiarimenti

Docente – Salve, vorrei una delucidazione che riguarda il caso mio.  – Sto sostituendo il collega per malattia dal 2 ottobre ad oggi. Il giorno immediatamente successivo al primo periodo di supplenza ne segue un altro, causa aspettative. Dovrebbe valere la continuità didattica a mio parere. Ma secondo la segretaria, bisogna riscorrere la graduatoria . Ma a questo punto non dovrebbe tutelarmi la continuità didattica? Secondo i sindacati è giusto riscorrere la graduatoria perché si mette in aspettativa  è una supplenza fino alla fine della scuola/esami ; fosse stata una seconda supplenza breve avrei avuto il diritto di continuare.  Voglio solo capire se ho interpretato male la legge. A me sembra di aver capito bene, ma probabilmente c’è qualche particolare che mi sfugge. La segretaria da un lato dice di riscorrere, dall’altro ha nominato la continuità didattica e io non ho ben capito cosa succederà quando sarà il momento.

Paolo Pizzo – Gentilissimo docente,

se l’aspettativa in questione è stata richiesta per tutto l’anno il posto deve ritornare all’ATP di competenza ed essere assegnato alle GAE; solo esaurite queste scorrendo le graduatorie di istituto con termine supplenza direttamente 30/6.

Il discrimine è infatti il 31/12 di ogni anno.

A mente dell’art 1 del DM 131/07 si assegnano alle GAE tutte le supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche per la copertura di cattedre e posti d’insegnamento non vacanti, di fatto disponibili entro la data del 31 dicembre e fino al termine dell’anno scolastico…

Per il caso in questione, quindi, bisogna riscorrere la GI solo se tale posto non è stato possibile assegnarlo alle GAE perché esaurite.

La continuità di cui parli, più esattamente di cui all’art 7/4 del DM 131/07, si applica a tutte le supplenze brevi oppure ai posti che si rendono disponibili (es. aspettative) ma solo dopo il 31/12 di ogni anno.

Posted on by nella categoria Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads