Referente di plesso: l’incarico ha durata annuale

M.M. –  Sono una docente di scuola primaria. Quest’anno ho accettato l’incarico di referente di plesso e al riguardo vorrei sapere se alla fine dell’anno scolastico tale incarico decade automaticamente oppure occorre che scriva le dimissioni, visto che non vorrei più esercitare tale ruolo. Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima M.M,

la nomina del referente di plesso è prerogativa del Dirigente scolastico.

Il referente di plesso viene spesso definito anche “fiduciario” in quanto il suo è un incarico di fiducia , deciso dal Dirigente scolastico che ha il diritto di scegliere in piena autonomia i suoi collaboratori per attribuire loro mansioni organizzative, di vigilanza e di coordinamento che sono di sua competenza, ma che può delegare.

Il ruolo di referente di plesso non può essere imposto dal DS ed è un diritto del docente rifiutare l’incarico.

Se il docente accetta, l’incarico ha, in ogni caso, durata per un anno scolastico a conclusione del quale il docente non deve presentare alcuna richiesta di dimissione dall’incarico che decade in automatico alla data di conclusione dell’anno scolastico.

Per il successivo anno scolastico il Dirigente scolastico dovrà formulare, quindi, un nuovo incarico che potrà coinvolgere lo stesso docente o anche docente diverso.

Se il prossimo anno non sarai interessata a svolgere tale funzione, ma il Dirigente scolastico rinnoverà la sua proposta di incarico nei tuoi confronti, sarai, quindi,  libera di rifiutare

Per informazioni più dettagliate ti invito a leggere il nostro articolo sull’argomento

http://www.orizzontescuola.it/news/ll-referente-o-fiduciario-plesso-che-compiti-ha-chi-li-decide-come-viene-retribuito-figura-indi

ads ads