La regola dei 7 giorni prima e dei 7 giorni dopo vale anche per il personale ATA

Assistente Amministrativo  – nella mia scuola si è assentata una collaboratrice scolastica per infortunio dal 28 novembre 2017 al 9 gennaio 2018. Abbiamo conferito la supplenza fino al 22 dicembre 2017 ultimo giorno di lezione prima della sospensione per le vacanze di Natale, ma abbiamo qualche dubbio in quanto per il personale ATA non vale la regola dei 7 giorni prima e 7 giorni dopo di assenza senza soluzione di continuità del titolare. Vorremmo sapere la Sua opinione in proposito, cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentile Assistente,

la regola vale anche per il personale ATA.

L’art 40 comma 3 dispone: In tali casi, qualora il docente titolare si assenti in un’unica soluzione a decorrere da una data anteriore di almeno sette giorni all’inizio di un periodo predeterminato di sospensione delle lezioni e fino a una data non inferiore a sette giorni successivi a quello di ripresa delle lezioni, il rapporto di lavoro a tempo determinato è costituito per l’intera durata dell’assenza. Rileva esclusivamente a tal fine l’oggettiva e continuativa assenza del titolare, indipendentemente dalle sottostanti procedure giustificative dell’assenza del titolare medesimo.

Nel capitolo dedicato agli ATA l’art 60 comma 1 precisa:

Al personale di cui al presente articolo, si applicano le disposizioni di cui ai commi 2, 3 e 4 dell’art. 40.

Pertanto, nel caso di cui al quesito tratterete la supplenza come si fa per i docenti: se la collaboratrice titolare si assenterà almeno per 7 giorni dopo la ripresa delle lezioni al supplente farete una proroga dal 23 con conseguente pagamento del periodo delle sospensione delle lezioni.

È comunque vero che per il personale ATA non esistono norme che regolino la proroga o la conferma della supplenza (nulla dice il DM 430/2000) perché non c’è da garantire la continuità didattica, ma è anche vero che dal 2010 il MIUR, nell’annuale circolare delle supplenze (punto 3 disposizioni comuni), ha sempre precisato che la proroga della supplenza, nel momento in cui non vi è soluzione di continuità dell’assenza del titolare, vale anche per il personale ATA.

Detto questo, e fermo restando il discorso dei 7 giorni prima e 7 giorni dopo che vale anche per il personale ATA, si consiglia comunque di nominare lo stesso collaboratore per l’8 e il 9 in attesa che il titolare comunichi poi la durata della nuova assenza.

ads ads