Anche il neo immesso in ruolo con nomina giuridica può inoltrare domanda di trasferimento interprovinciale

Valentina   – Sono una docente vincitrice del concorso ordinario DDg 106/2016 alla quale è stato assegnato un ambito nella provincia di Roma con nomina giuridica dal 01/09/2017. Poiché prenderò servizio il 01/09/2018, continuo ad insegnare nella scuola paritaria dove sono assunta con contratto a tempo indeterminato e in cui presenterò la lettera di licenziamento alla fine dei questo anno scolastico. Vorrei trasferirmi in un’altra regione. Posso presentare domanda di trasferimento? Se sì, quando e a chi devo rivolgermi? Se no, quando potrò farlo? Nella regione in cui ho intenzione di trasferirmi, quale sarà la  procedura di inserimento?  Grazie mille.

Paolo Pizzo – Gentilissima Valentina,

anche il neo immesso in ruolo con nomina giuridica può inoltrare domanda di trasferimento interprovinciale.

Infatti, anche per quest’anno, con la proroga del CCNI 2017/18, non vi è il vincolo triennale per poter inoltrare domanda di trasferimento interprovinciale.

Potrai quindi provare a trasferirti nella regione di interesse scegliendo fino a 5 scuole e massimo 15 preferenze (dopo le 5 scuole solo preferenza di ambiti) sia della provincia di interesse che di eventuali altre province della regione scegliendo il tuo ordine di priorità.

ads