Concorso 2018: i 24 CFU non bastano, bisogna essere in regola anche con i CFU per accedere alla classe di concorso

Dott.ssa Angela – ho bisogno di un chiarimento in merito al prossimo concorso docenti. Io ho una laurea in Giurisprudenza e vorrei partecipare. Alcuni sostengono che sia sufficiente acquisire i 24 crediti nelle materie psico antropologiche, altri che invece è necessario prima integrare con le materie di economia e successivamente con i 24 cfu. Potreste dirmi quale dei due è l’iter corretto per l’insegnamento di diritto alle scuole superiori e la partecipazione al prossimo concorso? Grazie. Resto in attesa di un Vostro cortese riscontro.

risposta – gent.ma Angela,

i requisiti di accesso al concorso 2018 per non abilitati sono due:

1) titolo valido per l’accesso all’insegnamento

2) 24 CFU nelle discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche. I dettagli.

I 24 CFU infatti non colmano il debito cumulato dal singolo aspirante nel piano di studi. Il piano di studi deve essere considerato valido per l’accesso alla classe di concorso richiesta, come sempre per l’accesso all’insegnamento. I 24 CFU sono in aggiunta al titolo.

E’ vero invece che il Ministero ha chiarito che, qualora coincidano, è possibile utilizzare i 24 CFU (in tutto o in parte) per colmare il debito dei CFU per l’accesso alla classe di concorso.

24 CFU concorso 2018 per laureati: possono essere validi anche per integrare il piano di studi

Ma se tale coincidenza non si verifica, i crediti vanno acquisiti tutti per intero (quelli per la classe di concorso + i 24 CFU).

ads ads