Domanda di trasferimento: è unica? quante e quali preferenze scegliere?

Samantha – Salve, un merito ai trasferimenti interprovinciale vorrei sapere se nella scelta delle scuole e degli ambiti c’è il limite di una solo provincia o se invece se ne può scegliere più di una, tipo graduatoria. Grazie x l’eventuale risposta.

Paolo Pizzo – gentilissima Samantha,

il modello di domanda e il meccanismo di inoltro è, dallo scorso anno, per tutti gli ordini di scuola, improntato su quello che è sempre stata la mobilità per la scuola di II grado.

Pertanto, la domanda è unica, non vi è quindi distinzione fra domanda provinciale e domanda interprovinciale, e le preferenze, complessivamente, sono 15.

Quindi ti troverai di fronte un unico modello di domanda con 15 spazi da riempire.

In tali spazi sceglierai tu cosa inserire tenendo presente che hai solo 3 tipologie di codici:

  • scuole
  • ambiti
  • province

Tutte e tre le tipologie di codici comprendono le scuole, gli ambiti e le province di tutta Italia, le caricherai tu indicando prima la Regione e poi la provincia, e successivamente sceglierai se inserire la scuola, l’ambito o il codice provincia di quella determinata provincia.

L’unica limitazione che hai è che nella scelta dei codici di scuola potrai optare solo fino a 5 scelte, non di più.

Pertanto, per farti un esempio pratico, supponiamo che sei titolare a Milano e vuoi trasferirti in Sicilia, a Messina.

Potrai inserire 5 scuole di Messina, poi tutti gli ambiti di Messina, oppure solo qualche ambito e poi il codice della provincia di Messina, dopodiché, sempre se vuoi, puoi inserire anche altri ambiti o altri codici di altre province magari le più vicine a Messina.

L’importante è che per le scuole non superi il numero di 5 e che poi complessivamente le preferenze (scuole+ambiti+province) non siano maggiori a 15.

E’ utile precisare che le preferenze possono anche comprendere quelle della provincia di attuale titolarità, cioè si possono scegliere alcune preferenze provinciali e poi interprovinciali.

In questi casi dovrai però tenere presente che il sistema andrà in “ordine” alle preferenze da te inserite, ovvero se indicherai prima le preferenze interprovinciali e solo successivamente quelle provinciali, il sistema valuterà queste ultime solo se non sarai soddisfatta in quelle interprovinciali, e ovviamente viceversa.

Quindi anche nell’ordine (tra provinciale e interprovinciale) bisognerà valutare bene le proprie scelte.

Se tu deciderai solo delle preferenze interprovinciali (come mi pare di aver capito) vale esclusivamente l’esempio che ti ho fatto per la Sicilia.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads