Supplenza ATA su completamento orario (part-time), deve essere assegnata al 30.06

Rita – buongiorno, in questi giorni più volte si è parlato di proroghe supplenze al 30.06 o 31.08. Io ho un contratto attualmente fad per 12 ore collaboratore scolastico su un posto vacante poiché la titolare ha scelto un part-time di 24 ore e dunque io le “completo l’orario”. Secondo mia interpretazione del decreto visto che trattasi di supplenza annuale per la copertura di un posto vacante, disponibile già da settembre , e che rimarrá tale tutto l’anno scolastico; il contratto dovrebbe essere trasformato sino al 31.08, ma in segreteria mi han detto che sarà sino al 30.06 poiché la Regione Lombardia per i part-time ha espressamente detto che il contratto sarà solo fino a giugno. Chi ha ragione? a me non sembra giusto discriminare solo perché si fa un part-time di 12 ore.

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Rita, ha ragione l’USR infatti, le 12 ore di supplenza che le sono state assegnate sono definite su una tipologia di posto non vacante (perche esiste un titolare) ma di fatto disponibile entro la data del 31 dicembre. I suddetti posti (non vacanti, di fatto disponibili entro la data del 31 dicembre) come prevede il D.M. 430/2000, sono da considerarsi supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche.

Tuttavia i posti derivanti da part-time possono essere soggetti a proroga da parte del Dirigente scolastico per il periodo strettamente necessario allo svolgimento delle relative attività e di effettiva permanenza delle esigenze di servizio, come definisce il comma 4 art. 6 del summenzionato decreto: Qualora l’assenza del personale appartenente ai profili professionali di assistente amministrativo, assistente tecnico e collaboratore scolastico, nel periodo intercorrente tra il termine delle lezioni e la conclusione delle attività didattiche, compresi gli esami, determini nella scuola la impossibilità di assicurare lo svolgimento delle ulteriori attività indispensabili, il dirigente scolastico può, con determinazione motivata, prorogare la data di scadenza delle supplenze per il periodo di effettiva permanenza delle esigenze di servizio e nel numero strettamente necessario per evitare l’interruzione del pubblico servizio.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads