Cattedre di diritto e di potenziamento nell’organico dell’autonomia: l’attribuzione è competenza del Dirigente scolastico

Immacolata –  Sono  una docente di arte e immagine su   cattedra  di potenziamento. Vorrei sapere se nell’eventualità  che  nella  scuola dove sono titolare e dove presto servizio, per il prossimo  anno scolastico, si liberasse una cattedra di arte e immagine per un pensionamento, la stessa spetterebbe a me in automatico oppure devo fare domanda  di trasferimento  per la stessa scuola dove sono e sempre per arte immagine ? Ringrazio  anticipatamente  per la risposta

Giovanna Onnis – Gentilissima Immacolata,

non puoi chiedere trasferimento nella scuola in cui sei già titolare.

La tua titolarità, infatti, è nell’organico dell’autonomia della scuola, a prescindere dalla cattedra in cui sei in servizio, che fa parte dell’organico e come tale può essere sia dell’organico di diritto che dell’organico di potenziamento.

Con la legge 107/2015, infatti, è stato istituito per ogni istituzione scolastica autonoma l’organico dell’autonomia, comprensivo delle cattedre dell’organico di diritto e dei posti di potenziamento.

La titolarità dei docenti è, quindi, nell’organico dell’autonomia nella sua interezza e non vi è alcuna distinzione di titolarità tra i docenti che lavorano nel potenziamento e i docenti che lavorano su cattedra di diritto.

L’attribuzione delle cattedre è competenza del Dirigente scolastico che le assegna ai docenti titolari nella scuola o con incarico triennale in base a criteri discussi in sede di collegio docenti e deliberati dal consiglio di istituto.

Niente vieta, quindi, che il prossimo anno ti possa essere assegnata la cattedra liberata in seguito a pensionamento e, comunque, per ottenere ciò non devi presentare alcuna domanda di mobilità

ads