Graduatoria interna di istituto: il punteggio di continuità nella scuola e quello nel comune non si possono cumulare per lo stesso anno scolastico

Lorena – Vorrei chiedere una cosa di dubbia interpretazione circa il punteggio di continuità sull’istituto e continuità nel comune. Analizzando nel dettaglio la vostra guida, a scuola non riusciamo a capire quando spetta il punteggio sul comune,  dato che c’è scritto che non si può richiedere per gli stessi anni già calcolati per la continuità sull’istituto. Esempio: io ho 3 anni di continuità nella stessa scuola senza contare anno in corso…3×2= 6 punti continuità scuola. Posso dichiarare anche 3×1= 3 punti di continuità sul comune? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Lorena,

la risposta al tuo quesito è negativa.

Come giustamente hai sottolineato, non è possibile valutare per lo stesso anno scolastico la continuità nella scuola e quella nel comune.

Il punteggio di continuità nel comune si valuta nella graduatoria interna di istituto nel caso in cui nei precedenti anni scolastici il docente titolare nella scuola X del comune Z risultava titolare nella scuola Y dello stesso comune Z.  In questo caso potrà valutare sia la continuità nel comune che la continuità nella scuola di titolarità, ma  per anni scolastici differenti .

Nel tuo esempio con 3 anni di continuità nella scuola hai diritto a 2×3=6 punti nella graduatoria interna di istituto.

Se questi  3 anni sono preceduti da 2 anni di titolarità nello stesso comune, ma in altra scuola, hai diritto ad ulteriori 2 punti  di continuità per il comune (1 punto per ogni anno).

Il punteggio di continuità nel comune, però, in sintonia con la normativa (nota 5bis della tabella di valutazione) non potrai valutarlo per gli ultimi 3 anni per i quali stai valutando la continuità nella scuola in quanto, come sottolinea al succitata nota  “Il punteggio di cui alla lettera C 0) (continuità nel comune) non è cumulabile per lo stesso anno scolastico con quello previsto dalla lettera C) (continuità nella scuola)”

ads ads