Prolungamento del congedo parentale e 3 giorni al mese per assistenza al figlio disabile: possibile il cumulo nello stesso mese?

Mario – E’ possibile fruire nello stesso mese, da parte della stessa persona, del prolungamento del congedo parentale e dei tre giorni di permesso per legge 104? Se sì, quale norma lo prevede? Grazie.

Paolo Pizzo – gentilissimo Mario,

La lavoratrice madre o il lavoratore padre di un minore portatore di handicap grave non può fruire, nello stesso mese, del prolungamento del congedo parentale e dei permessi di cui all’art. 33, legge n. 104 del 1992.

In sostanza, così come prescrive l’art 42 commi 1 e 2 del Testo Unico, la fruizione dei benefici dei tre giorni di permesso mensili, del prolungamento del congedo parentale e delle ore di riposo deve intendersi alternativa e non cumulativa nell’arco del mese.

Tale disposizione è stata ribadita anche dal tribunale di Genova con sentenza del 14 ottobre 2013 che ha respinto il ricorso di una lavoratrice che aveva richiesto la fruizione del  prolungamento del congedo e dei permessi nello stesso mese e ha precisato che

…tali benefici  introdotti per assistere il figlio disabile  poiché sono tutti finalizzati all’assistenza del disabile,  se il lavoratore decide di fruire di un prolungamento del congedo ordinario, per quel mese non avrà diritto ai tre giorni di permesso retribuiti, perché l’assistenza può essere garantita attraverso il primo istituto e così, se il lavoratore decide di usufruire dei tre giorni al mese di permessi, per quello stesso mese non potrà godere delle due ore di riposo giornaliero previste sino al compimento del terzo anno di vita del bambino.

Ricordo invece che il cumulo nello stesso mese è previsto tra il congedo biennale e i 3 giorni al mese (questi ultimi non andranno riproporzionati).

ads ads