Trasferimento e ricongiungimento familiare: in quale comune e con quali requisiti?

Chiara – Gentilissima, avrei bisogno di avere qualche informazione circa la mobilità della prossima primavera. Attualmente lavoro e risiedo a Genova ma ho appena comprato casa nel comune di Roma. Se cambio subito la residenza, questa mi può valere come punteggio ai fini del trasferimento? Anche mio marito si trova nella stessa situazione, lavora a Genova e la residenza non ce l’ha nel comune di Roma. La hanno però i suoi genitori, possono valere anche per me come vincolo parentale ai fini di un maggiore punteggio? La ringrazio, cordiali saluti

Giovanna Onnis – Gentilissima Chiara,

la tua residenza non influisce sul trasferimento e cambiare il tuo comune di residenza non determina per te alcun punteggio aggiuntivo.

Il punteggio aggiuntivo, infatti, spetta per ricongiungimento familiare nel comune di residenza del familiare, comune che può essere anche diverso da quello in cui hai tu la residenza.

Per usufruire dei 6 punti aggiuntivi, il familiare deve risultare residente nel comune da almeno tre mesi rispetto ai termini di presentazione della domanda.

Come docente coniugata puoi chiedere ricongiungimento solo verso tuo marito che, però, non risiede ancora nel comune di tuo interesse.

Sicuramente non  potrai  chiedere ricongiungimento verso i tuoi suoceri anche se hanno il requisito della residenza nel comune da oltre 3 mesi

ads