Malattia per causa di servizio: si computano nel periodo di malattia ma la retribuzione è sempre al 100%

Gabriella – Buonasera, sono un’insegnante di  scuola primaria ,inidonea permanentemente, vorrei sapere qual è la normativa attuale circa il periodo massimo di malattia  da causa di servizio. Faccio presente  che negli ultimi due anni ho usufruito di 311 giorni di malattia comune ( di cui 180 giorni di malattia d’ufficio data dalla CMV e di questi 41giorni con stipendio al 90%)e nel triennio di 244 giorni di malattia da causa di servizio. In attesa di una cortese e possibilmente rapida risposta, ringrazio.

Paolo Pizzo – Gentilissima Gabriella,

l’art. 20 del CCNL del 29.11.2007 stabilisce che

  1. In caso di assenza dovuta ad infortunio sul lavoro, non si computa ai fini del limite massimo del diritto alla conservazione del posto il periodo di malattia necessario affinché il dipendente giunga a completa guarigione clinica. In tale periodo al dipendente spetta l’intera retribuzione di cui all’art. 17, comma 8, let. a).
  2. Fuori dei casi previsti nel comma 1, se l’assenza è dovuta a malattia riconosciuta dipendente da causa di servizio, al lavoratore spetta l’intera retribuzione per tutto il periodo di conservazione del posto di cui all’art. 17, commi 1, 2 e 3.
  3. Le disposizioni di cui al presente articolo sono dirette alla generalità del personale della scuola e pertanto si applicano anche ai dipendenti con contratto a tempo determinato, nei limiti di durata della nomina, e anche a valere su eventuale ulteriore nomina conferita in costanza delle patologie di cui sopra.

Pertanto, le assenze dovute a malattia per causa di servizio si cumulano ai fini del calcolo del comporto con le assenze per malattia di cui al su citato art. 17.

Sostanzialmente mentre le assenze per infortunio sul lavoro sono conteggiate a parte e quindi non si computano ai fini del limite massimo del diritto alla conservazione del posto, quelle per causa di servizio si sommano alle “comuni malattie” e quindi sono comunque da considerare nel computo del periodo massimo di assenza consentita ma sono però sempre retribuite al 100%.

 

ads ads