Docente con incarico triennale su una COE: può chiedere trasferimento nella scuola di completamento della cattedra

S.T. – Sono un docente neo-immesso  in ruolo (2017/18) su ambito dalla graduatoria dell’ultimo concorso. Ho, quindi, un contratto triennale nell’organico dell’autonomia nell’istituto comprensivo “A”, dove svolgo 10 ore, le restanti 8 le presto presso un altro istituto (“B”). Prima del termine dei tre anni, nella scuola “B” si libera, per pensionamento, un posto di 18 ore sulla mia classe di concorso. E’ possibile che io possa avere questo posto? Come posso fare? Grazie mille

Trasferimento su scuola per docente titolare su ambito: non potrà chiedere la scuola in cui ha l’incarico triennale

Anna – Sono al primo anno di ruolo sul sostegno con incarico triennale e titolarità su ambito. Nelle prossime operazioni di mobilità potrò indicare, rimanendo sempre sul sostegno, la stessa scuola in cui opero attualmente, in modo da diventare titolare su scuola e non più su ambito o lo potrò fare solo se indico un altro ambito o altra provincia? Grazie in anticipo per la risposta.

Trasferimento su materia per docente titolare su sostegno: è un movimento volontario e la sede non può essere assegnata d’ufficio

Agnese – Sono una docente di sostegno della scuola primaria. Vorrei effettuare trasferimento sempre per la scuola primaria su materia  restando nel mio istituto comprensivo.  Poiché sono passata di ruolo nel 2013 e quindi ho titolarità sulla scuola con il suddetto passaggio rischio di perdere la titolarità e di finire nell’ambito?

Trasferimento volontario su cattedra orario esterna: la sua assegnazione l’anno successivo è condizionata dalla graduatoria interna di istituto?

P.P. – Lo scorso anno sono stato trasferito a domanda su COE (anomala) con 9 ore Liceo Scientifico e 9+1 Liceo Scienze Umane. La scuola di titolarità è comunque il Liceo Scientifico. Nelle graduatorie d’istituto che verranno redatte fra qualche settimana nella scuola di titolarità, la posizione che mi verrà attribuita, sarà quella di ultimo arrivato o sarò comunque inserito in funzione del punteggio posseduto, indipendentemente dal fatto di essere titolare su COE.  La ringrazio per la  cortese risposta e la saluto cordialmente.

Trasferimento da materia a sostegno: il docente non deve svolgere anno di prova

Maria – Sono una docente a tempo indeterminato -discipline giuridiche ed economiche- entrata di ruolo a novembre 2015 (fase C) , avendo conseguito la specializzazione sul sostegno posso, secondo lei , chiedere trasferimento su sostegno, sempre nelle scuole secondarie di secondo grado,  senza ripetere l’anno di prova? Distinti saluti

Trasferimento da sostegno a materia: il docente che lo ottiene potrà partecipare alla mobilità annuale?

Manuela – Per  il 2018/19, avendo superato il quinquennio, ho intenzione di chiedere il passaggio a posto comune da sostegno ( Lettere  Scuola Media); ecco i miei dubbi:
1. Posso chiederlo contestualmente al trasferimento, specificando l’ordine di preferenza dei movimenti?
2. Qualora ottenessi il passaggio o il trasferimento, posso comunque partecipare alle fasi successive chiedendo utilizzo su sostegno ed assegnazione provvisoria. Se si, in che ordine?
Grazie

Cure per gli invalidi e trattamento economico. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno Una nostra dipendente ha chiesto un Congedo per cure per gli invalidi, asserendo che andrebbe retribuita per intero. Nel Decreto Legislativo n. 119 del 18/07/2011 di cui inviamo in allegato l’estratto, al comma 3 si legge che l’assenza non entra nel comporto, ma che il trattamento economico è calcolato secondo il regime economico delle assenze per malattia. Non è molto chiaro  cosa si intende mi puoi aiutare?: I trenta giorni nell’anno scolastico a cui hanno diritto non rientrano nel calcolo dei 18 mesi del triennio? (questo sembra chiaro) –  Il trattamento economico viene calcolato come la malattia, e quindi se la signora è al 90% il periodo sarà retribuito al 90% se poi nella somma del periodo si andrà al 50% sarà retribuita al 50% come fosse normale malattia? – Oppure come asserisce la signora il periodo viene retribuito per intero? Preciso che inserendo l’assenza in Sidi con il codice AA07-CONGEDO PER CURE PER INVALIDI, Viene calcolata come la malattia normale con le riduzioni, quindi tenendo presente il triennio.

Le precedenze sono valide anche per le scuole all’interno del proprio comune di residenza

Nicola – Buongiorno sono un docente di sostegno, titolare di scuola, ho la precedenza art 21 x via della legge 104/92 e dell’invalidità personale al 75%. La mia domanda è questa: posso chiedere il passaggio sulla materia solo per le scuole serali? Termino quest’anno il mio quinquennio sul sostegno. Altra domanda: posso richiedere il trasferimento provinciale all’interno del mio comune di residenza, facendo valere la precedenza sopra elencata?

Trasferimento da sostegno a materia: nella domanda si possono chiedere 5 scuole tra le quali anche quella di titolarità o incarico triennale

Tatiana – Sono un’insegnante di ruolo su sostegno nella scuola secondaria di primo grado. Vorrei chiedere il trasferimento sulla materia (francese) alle scuole serali della mia provincia. E’ sufficiente chiedere sia il passaggio sulla materia che il trasferimento in altra scuola nella stessa domanda oppure devo prima chiedere il passaggio sulla materia e poi il trasferimento? Grazie mille per la risposta che mi darai.

Mobilità e preferenze territoriali : sarà possibile chiedere scuole anche per l’a.s. 2019/2020?

Giovanni –  Ho letto gli articoli di Orizzonte sul nuovo contratto (2018-2019) che prevede la possibilità di chiedere domanda di trasferimento su scuola oltre che su ambito territoriale. Sarà così anche per la mobilità del prossimo anno (2019-2020)?  Se non ottenessi il trasferimento quest’anno (2018-2019) sulla scuola che indico nella domanda (provinciale o interprovinciale che sia) potrò liberamente muovermi il successivo? Per il 2019-2020, potrò chiedere il movimento su scuola oltre che su ambito territoriale ? Vi ringrazio in anticipo per la risposta e per il lavoro che svolgete quotidianamente.

Docente con Legge 104 per assistenza genitore disabile: ha diritto all’esclusione dalla graduatoria interna di istituto?

Barbara – Sono referente unica per l’assistenza a mia madre disabile (e convivente), vorrei sapere se, in virtù della L.104, sono esclusa dalla graduatoria interna d’istituto? Faccio presente che sono in una scuola in comune diverso da quello di residenza (pur se vicinissimo) dove intendo restare. Grazie

Concorso docenti abilitati. Si può scegliere anche una sola classe dell’ambito

Sono una docente abilitata in AD01 (A01 – A17). E’ un ambito verticale. Voglio ovviamente partecipare al transitorio. Vi chiedo se è possibile partecipare solo per una classe, ovvero la A17 , che è quella che preferisco, ed essere inserita quindi solo nella graduatoria della A17 . In tal caso, quanti bonifici da 5 euro devo fare? Corro il rischio di essere esclusa dalla procedura se non scelgo entrambe le CDC dell’ambito verticale? Grazie

Mobilità: Preferenze interprovinciali e provinciali. A quale dare priorità?

Ermanna – Sono una docente di scuola secondaria neoassunta in ruolo Ho una domanda sulla mobilità 2018/2019. Sono assunta in una provincia diversa da quella di residenza e vorrei quindi avvicinarmi a casa. Sto pensando di chiedere: Preferenza 1: provincia di residenza Preferenza 2, 3 e 4: mobilità su scuole che si trovano dentro il mio ambito territoriale di assunzione (e sono più vicine a casa mia). La prima quindi sarebbe una domanda di trasferimento interprovinciale e la seconda e le seguenti di trasferimento provinciale. Il mio dubbio riguarda il fatto che i movimenti di mobilità interprovinciale si svolgono dopo di quelli provinciali, se ho capito bene: io sono  quindi penalizzata se metto prima una preferenza interprovinciale? cioè, un collega che è assunto nel mio stesso ambito e chiede come prima preferenza la scuola che io ho messo come seconda, ha la priorità rispetto a me? Quindi se penso che nella mia provincia io abbia poche chances, conviene scegliere come prime preferenze i movimenti provinciali? Grazie mille del vostro lavoro e dell’aiuto.

Le ore non svolte nella sede carceraria non possono essere recuperate nella sede centrale

Antonio – sono un insegnante di scuola secondaria superiore in servizio su cattedra orario con titolarità sulla sede carceraria e con completamento presso la sede centrale. Capita ogni tanto che, per motivi legati all’organizzazione interna della struttura penitenziaria (mancanza di personale di guardia disponibile), non si possa svolgere la normale attività didattica e quindi noi insegnanti veniamo avvisati la mattina stessa della lezione che non ci sarà attività. La mia domanda è questa: “in tali circostanze, E’ GIUSTO CHE LA DIRIGENTE IMPONGA CHE NOI DOCENTI GARANTIAMO LA NS. PRESENZA PER QUELLE GIORNATE NELLA SEDE CENTRALE PER UTILIZZARCI NELLE SUPPLENZE IN SOSTITUZIONE DEI COLLEGHI ASSENTI?”Ribadisco che la mia titolarità e sulla sede carceraria oppure si considera tale situazione alla stregua di quella in cui gli studenti facciano sciopero e quindi gli insegnanti non sono tenuti ad andare a svolgere la loro attività presso l’eventuale altra sede di completamento? Cordiali Saluti.

Assistenza al coniuge ed esclusione dalla graduatoria interna. Chiarimenti

Irene – Buongiorno, sono un’insegnante di ruolo nella scuola primaria. Volevo sapere se il fatto di usufruire della legge 104 per mio marito, che ha un’invalidita’ del 100% con inabilità lavorativa per grave patologia oncologica, mi da’ diritto a del punteggio in più nella graduatoria interna d’istituto. Grazie per la Vostra disponibilità. A presto.

Cattedra Orario Esterna: la sua costituzione è competenza dell’Ufficio Scolastico Provinciale

Letizia – La mia cattedra nella scuola secondaria di I grado consta di 12 ore. Il completamento con le 6 ore e la relativa cattedra in un’altra sede lo sceglierà il mio Dirigente o l’USP competente? Si può arrivare ad avere anche tre scuole? (Speriamo di no!!). Grazie per la disponibilità e la chiarezza di sempre.

Graduatoria interna e anni di continuità. Chiarimenti

Mariaraffaela Chiarimenti domanda individuazione docenti soprannumerari. Ruolo anno 2015/2016 (anno di prova Capodichino NA). 2016/2017 sede definitiva Arzano 2017/2018 Arzano. Nella domanda di cui in oggetto posso inserire continuità nella stessa scuola e se si quanti punti. E se nella stessa posso inserire la continuità nello stesso comune.

Prolungamento del congedo parentale nel caso di figlio in situazione di disabilità. Chiarimenti

Massimo – Gentilissimi, Il prossimo 7 marzo mia moglie collaboratrice scolastica in terza fasci terminerà i 24 mesi di congedo biennale retribuito usufruiti per stare vicino al nostro bambino di 7 anni portatore di handicap con legge 104/92. Volevo sapere se poteva usufruire di altri tipi di congedo retribuiti(prolungam. del congedo parentale fino a 36 mesi)Grazie tante per la risposta che mi darete.

Assenze per malattia per il personale assunto al 30 giugno. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno,  un collaboratore scolastico con supplenza al 30 giugno che è assente per malattia dovuta a 3 interventi chirurgici con relativa convalescenza  post- operatoria continuativa senza rientro in servizio, quanti giorni di malattia con retribuzione al 100% ha diritto? E quanti giorni con riduzione? Trattandosi di intervento con relativa convalescenza è pagato tutto al 100% anche se sta a casa 7 mesi?  E se non dovesse più rientrare in servizio come dobbiamo comportarci? Grazie per la collaborazione.

Anche il perdente posto può produrre domanda di trasferimento interprovinciale

Docente – Insegnante di lettere che per una contrazione di cattedre sicuramente sarà dichiarata soprannumeraria. Io insegno in un liceo che si trova in una provincia diversa rispetto alla mia residenza. Come ogni anno vorrei presentare domanda di mobilità per poter rientrare nella mia provincia di residenza, ma contemporaneamente se non fosse soddisfatta questa mia richiesta vorrei fare una domanda condizionata per poter conservare, se fosse possibile,  il posto nella scuola in cui lavoro attualmente. Ho letto che la domanda condizionata annullerebbe  la domanda di mobilità se si liberasse un posto nella scuola in cui insegno attualmente, mentre io vorrei dare precedenza alla domanda di mobilità interprovinciale. E’possibile? Ricapitolando: Prima esigenza: mobilità interprovinciale.  Seconda esigenza: domanda condizionata per poter rimanere (se non ottengo la mobilità interprovinciale ) nella scuola in cui ho insegnato quest’anno.  Come dovrei comportarmi nella presentazione delle domande? Grata per il lavoro zelante che svolgete vi ringrazio anticipatamente per l’attenzione.

Proroga della supplenza e scuola che adotta la settimana corta. Chiarimenti

Dirigente scolastico   – Buongiorno, vorrei un chiarimento in merito ad una supplenza temporanea conferita per le giornate di giovedì, venerdì e lunedì successivo. La scuola ha la settimana corta con conseguente sospensione delle lezioni il sabato. Come considerare sabato e domenica nel caso in specie? Dal momento che la supplente non completa l’orario settimanale, ha comunque diritto al pagamento del sabato e della domenica? Grazie per il prezioso servizio che garantite alle scuole.

Incarico triennale per docente titolare su ambito: chi lo conferisce se non è proposto dal Dirigente scolastico?

Giovanna –  Insegno da molti anni nella scuola dell’Infanzia statale, quest’anno ho intenzione di fare domanda di trasferimento, scegliendo prima le 5 scuole e poi gli ambiti. Se non riuscissi ad avere la titolarità su scuola ma su ambito, sarò soggetta ad inviare il curriculum ed alla conseguente chiamata diretta da parte dei DS, e se i vari DS non chiamassero che fine farei? Mi delucidi, per favore.
Ringraziando per la cortese e sperata risposta gentilmente saluta.